Normativa e prassi

27 Luglio 2020

“Z163” il nuovo codice tributo per la zona franca della Sardegna

In seguito alla pubblicazione degli elenchi dei soggetti ammessi a fruire dell’agevolazione prevista in favore delle micro e piccole imprese sarde che hanno subito danni in seguito all’alluvione del 18 e 19 novembre 2013, viene istituito, con la risoluzione n. 43 del 27 luglio 2020, il codice tributo “Z163” da utilizzare tramite F24 esclusivamente in compensazione.
 
L’articolo 13-bis del Dl n. 78/2015 ha istituito una zona franca nel territorio dei comuni della Sardegna colpiti dall’alluvione dei giorni 18 e 19 novembre 2013 per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 19 novembre 2013.
Con successivo decreto del 7 marzo 2018 il ministero dello Sviluppo economico, di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, sono state definite la perimetrazione della zona franca e la tipologia delle agevolazioni da concedere alle micro e piccole imprese site all’interno della stessa zona.
L’iter procedimentale del decreto prevede che ai beneficiari dell’agevolazione venga riconosciuto un contributo che viene reso noto con provvedimento del ministero dello Sviluppo economico per il quale i soggetti in possesso dei previsti requisiti presentano apposita istanza; il contributo riconosciuto è utilizzabile esclusivamente in compensazione, attraverso i servizi telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle entrate pena lo scarto dell’operazione di versamento. L’importo del contributo utilizzato in compensazione da ciascuna impresa beneficiaria non potrà eccedere l’ammontare concesso dal Mise, anche tenendo conto di precedenti fruizioni. 
 
Ciò detto, con decreto del Mise del 17 luglio scorso sono stati approvati gli elenchi degli ammessi a fruire dell’agevolazione e con la risoluzione di oggi viene istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione tramite F24:

  • • “Z163”    ​“Zona franca Sardegna – Agevolazioni alle micro e piccole imprese da utilizzare in compensazione – Articolo 13-bis decreto legge n. 78/2015.

 
Nella compilazione del modello F24, il codice tributo andrà riportato nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” o, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Il campo “anno di riferimento”è valorizzato con l’anno di concessione dell’agevolazione, nel formato “AAAA”.
 
 

Condividi su:
“Z163” il nuovo codice tributo per la zona franca della Sardegna

Ultimi articoli

Attualità 26 Febbraio 2021

Bonus pubblicità, marzo è il mese per prenotare il tax credit 2021

Dal 1° al 31 marzo 2021 sarà possibile presentare la comunicazione che consente l’accesso al credito d’imposta per investimenti pubblicitari, realizzati o ancora da realizzare nel 2021, utilizzando i servizi resi disponibili nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle entrate, a cui si può accedere mediante tramite Spid, Carta nazionale dei servizi (CNS) o Carta d’identità elettronica (CIE), e con Entratel e Fisconline.

Attualità 26 Febbraio 2021

Bonus quotazione Pmi, dalla proroga le nuove scadenze per le domande

Le piccole e medie imprese che intendono sfruttare il credito d’imposta pari al 50% delle spese di consulenza, fino a un massimo di 500mila euro, sostenute per quotarsi sui mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione di uno Stato membro dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo, avranno tempo per presentare le domande relative ai costi sopportati fino al prossimo 31 marzo, per quelli 2020 e, dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022, per le spese 2021.

Analisi e commenti 26 Febbraio 2021

Consolidato nazionale e mondiale. Tutte le novità del modello 2021

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 29 gennaio scorso è stato approvato il modello “Consolidato nazionale e mondiale 2021” (Cnm 2021), con le relative istruzioni, da presentare nell’anno 2021 ai fini della dichiarazione dei soggetti ammessi alla tassazione di gruppo di imprese controllate residenti nonché dei soggetti ammessi alla determinazione dell’unica base imponibile per il gruppo di imprese non residentiIl Tuir disciplina gli istituti del consolidato nazionale e del consolidato mondiale (si vedano gli articoli da 117 a 142).

Attualità 26 Febbraio 2021

Gianni Marongiu: l’etica del tributo e il rispetto del contribuente

Nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 febbraio ci ha lasciato Gianni Marongiu.

torna all'inizio del contenuto