Attualità

6 Dicembre 2023

Borsa “Alessandro Di Battista”, pubblicato il bando 2024-2025

È online, sul sito del Dipartimento delle finanze, il bando di concorso 2024-2025, per accedere alla Borsa di ricerca “Alessandro Di Battista” istituita nel 2002 in memoria del giovane economista distaccato presso l’Ocse e prematuramente scomparso nel 2001. Al vincitore la possibilità di lavorare a Parigi per un anno, ricevendo un’integrazione alla propria retribuzione di 3mila euro mensili.

L’obiettivo della Borsa di ricerca “Alessandro Di Battista”, creata dal Governo italiano, in collaborazione con il Centro per le politiche e le Amministrazioni fiscali (Ctpa) dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), e co-finanziata dal Mef, è consentire a un giovane economista italiano di essere distaccato temporaneamente presso l’Ocse dal suo attuale datore di lavoro, per condurre analisi di politica fiscale e acquisire esperienza al Ctpa di Parigi per un periodo di 12 mesi. In tale periodo riceverà un’integrazione alla propria regolare retribuzione nell’organizzazione di appartenenza pari a 3.072 euro mensili, quale riconoscimento delle relative spese supplementari.

Ricerca sul campo e analisi fiscale
Il ricercatore borsista 2024-2025 svolgerà analisi economiche – sia di natura quantitativa che qualitativa – nell’ambito dell’attuale programma di lavoro della divisione Tax Policy and Statistics (Tps), a seconda delle specifiche competenze. Il programma prevede una vasta gamma di tematiche relative alla riforma delle politiche fiscali sui redditi delle persone fisiche e delle società, alle imposte sul valore aggiunto, all’utilizzo delle spese fiscali e di altri incentivi, alle imposte ambientali nonché alla tassazione comparativa delle diverse tipologie di redditi da capitale.
Il candidato selezionato supporterà il lavoro della divisione Tps nell’area della fiscalità internazionale e d’impresa. Lavorerà su una serie di tematiche nell’area della tassazione societaria, d’impresa e internazionale.

Requisiti di partecipazione
Alcuni dei requisiti, più approfonditamente indicati nel bando, che riguardano formazione ed esperienza, competenze chiave e comunicazione, sono:

  • diploma universitario di alto livello o iscrizione a un dottorato di ricerca in economia, con un interesse specifico e approfondito per le discipline e/o le politiche fiscali
  • provata esperienza lavorativa nel settore
  • pensiero concettuale, capacità di ricerca e di analisi di alto livello
  • attitudine a relazioni interpersonali, di negoziazione e diplomatiche all’interno di un team multiculturale al quale presentare documenti e comunicazioni chiari, concisi e comprensibili, la cui stesura dovrà necessariamente essere in lingua inglese

Domanda di partecipazione
Con scadenza fissata al 9 gennaio 2024, e con modalità meglio descritte nel bando, sono tre i documenti necessari per inviare la propria candidatura a DiBattista.fellowship@oecd.org: il curriculum vitae, in una delle due lingue ufficiali dell’Ocse, ma preferibilmente in inglese; un documento di accompagnamento che chiarisca le motivazioni che hanno spinto il candidato a voler entrare a far parte del Ctpa e indichi aree di interesse e competenze; una dichiarazione di conferma che il datore di lavoro intende continuare a corrispondere la retribuzione di base.
Le procedure selettive saranno completate all’inizio del 2024, contestualmente il vincitore comincerà l’esperienza.

Borsa “Alessandro Di Battista”, pubblicato il bando 2024-2025

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Nuovo tassello per la Riforma fiscale, approdo per accertamento e concordato

Sbarca nella Gazzetta Ufficiale di ieri, 21 febbraio 2024, con la serie n.

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Scelte di utilizzo bonus edilizi, comunicazioni entro il 4 aprile

L’invio delle comunicazioni delle opzioni relative alla fruizione dei bonus edilizi (articolo 121, Dl n.

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Bonus edilizi 2023 entro il 4 aprile, più tempo per gli amministratori

Oltre due settimane in più per gli amministratori di condominio tenuti a inviare al Fisco i dati relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati nel 2023, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali ai fini dell’invio delle informazioni destinate a confluire nella precompilata 2024.

Normativa e prassi 21 Febbraio 2024

Raggruppamenti temporanei, la mandataria fattura per tutti

Così come chiarito nel principio di diritto n. 17/2018 (vedi “Raggruppamento temporaneo di imprese.

torna all'inizio del contenuto