Attualità

16 Aprile 2021

Record di contributi “Sostegni”: il totale erogato supera i 3 miliardi

Più di 1 milione i pagamenti eseguiti dall’Agenzia delle entrate a favore di imprese e lavoratori autonomi, per un importo complessivo che supera i 3 miliardi di euro (3.045.127.656 euro). L’erogazione dei contributi a fondo perduto del decreto “Sostegni”, a soli 16 giorni dall’apertura del canale telematico, è destinata alle partite Iva che hanno presentato la domanda sulla piattaforma informatica delle Entrate, gestita dal partner tecnologico Sogei.
E’ il bilancio delle istanze lavorate, di cui per 987.616 è stato già inviato l’ordine di accredito sul conto corrente. Altri 22mila sono i richiedenti che hanno, invece, scelto di fruire dell’importo spettante sotto forma di credito d’imposta, da “spendere” in compensazione tramite modello F24.

A livello regionale, i mandati di pagamento più numerosi sono stati inviati in Lombardia, con circa 173mila soggetti che hanno ricevuto il contributo. Seguono il Lazio (108mila), la Campania (103mila), il Veneto (75mila) e la Toscana (74mila). Fra le altre regioni spiccano la Sicilia (71mila), l’Emilia-Romagna (71mila), la Puglia (70mila) e il Piemonte (69mila).

Riguardo alla tipologia di attività, rispetto all’importo totale circa 625 milioni di euro sono a favore del commercio all’ingrosso e al dettaglio-riparazione di autoveicoli e motocicli per circa 200mila pagamenti; più di 608 milioni di euro destinati ai servizi di alloggio e ristorazione, per oltre 136mila erogazioni; 64mila i pagamenti alle attività manifatturiere per 336 milioni di euro; nel settore dell’edilizia 95mila le istanze per oltre 324 milioni di euro.

Lo stato dell’arte
Sono più di un milione le domande già lavorate. Per la precisione, annuncia l’Agenzia, sono 987.616 le istanze di contributo a fondo perduto elaborate, per le quali è stato già predisposto il mandato di pagamento, con accredito sul conto corrente, a cui si aggiungono 22.269 contributi riconosciuti in forma di crediti di imposta da utilizzare in compensazione, per un totale complessivo di 1.009.885 indennizzi erogati. L’importo liquidato supera quota 3 miliardi di euro, e precisamente 3.045.127.656, destinato alle partite Iva che hanno presentato la domanda sulla piattaforma informatica delle Entrate, gestita dal partner tecnologico Sogei, entro il 12 aprile 2021.

Regione per regione
Volgendo lo sguardo alla distribuzione sul territorio nazionale, sul totale dei soggetti richiedenti, oltre 170mila svolgono la loro attività in Lombardia. Seguono il Lazio con 108.070 operatori economici, la Campania (103.565), il Veneto (75.575), la Toscana (74.342). Fra le altre regioni spiccano la Sicilia (71.051), l’Emilia-Romagna (71.032), la Puglia (70.418) e il Piemonte (69.021).

Per tipologia di attività
Sul fronte dei settori economici, sono circa 200mila i pagamenti eseguiti nel commercio all’ingrosso e al dettaglio di autoveicoli e motocicli (19,71% sul totale), oltre 180mila (17,87%) quelli relativi alle attività professionali, scientifiche e tecniche, 136mila quelli che riguardano i servizi di alloggio e ristorazione (13,52%). Riguardo agli importi, circa 625 milioni di euro interessano il commercio all’ingrosso e al dettaglio di autoveicoli e motocicli, 608 milioni sono destinati ai servizi di alloggio e ristorazione, 336 milioni alle attività manifatturiere, 324 milioni al settore dell’edilizia, 288 milioni alle attività professionali, circa 195 milioni alle agenzie di viaggio e ai servizi di supporto alle imprese.

In due distinte tabelle, predisposte dall’Agenzia delle entrate, sono riportati i dettagli della distribuzione del contributo a fondo perduto per attività e per regione:

tabella istanze di richiesta tabella istanze 16 aprile 2021

Condividi su:
Record di contributi “Sostegni”: il totale erogato supera i 3 miliardi

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Integratori alimentari liquidi: Iva al 10% se destinati alla salute

Le cessioni di integratori alimentari che si presentano in forma liquida e sono utilizzati per mantenere l’organismo in buona salute possono fruire dell’Iva ridotta, nella misura del 10%, non essendo i beni riconducibili alla categoria degli “sciroppi di qualsiasi natura” che è esclusa dall’applicazione dell’aliquota agevolata.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Non paga Ires e Irap il contributo anti-Covid erogato dalla Regione

Il sostegno economico erogato dalla Regione in forma di sovvenzione del prestito ricevuto in banca per far fronte all’emergenza sanitaria e per non chiudere l’attività è assimilabile ai contributi a fondo perduto erogati con gli stessi scopi dallo Stato nel periodo della pandemia e, di conseguenza, non è rilevante ai fini dell’imponibile Ires e Irap.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Crediti d’imposta “trasferiti”: le specifiche per richieste ed esiti

Approvate, con provvedimento del direttore dell’Agenzia del 29 luglio 2021, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica massiva, alle Entrate, delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito dell’Agenzia, e per la comunicazione telematica, ai cessionari, degli esiti delle stesse richieste.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

La fattura elettronica tardiva non preclude il regime premiale

Il beneficio che prevede la riduzione di un anno del termine ordinario di accertamento per coloro che applicano il regime forfetario, subordinato al fatturato costituito esclusivamente da fatture elettroniche emesse tramite Sdi, non è perso per il professionista che  per errore ha emesso una fattura cartacea sanando la dimenticanza predisponendo il documento elettronico oltre i dodici giorni previsti dall’articolo 21, comma 4 del Decreto Iva.

torna all'inizio del contenuto