Attualità

12 Aprile 2021

Contenzioso tributario: Giustizia-Mef pronti con la commissione di riforma

In partenza la macchina per la riforma della giustizia tributaria. Con un comunicato congiunto di oggi, 12 aprile 2021, i ministeri dell’Economia e delle Finanze e della Giustizia annunciano che i rispettivi ministri, Daniele Franco e Marta Cartabia, hanno firmato il decreto con cui viene istituita una commissione interministeriale sulla giustizia tributaria, con il compito di analizzare il sistema giudiziario e formulare proposte di intervento, per far fronte al contenzioso arretrato e ridurre la durata dei processi. “Una riforma strutturale della giustizia tributaria rientra tra le priorità di azione indicate dal Governo ed è coerente con le indicazioni dell’Unione europea“, spiega la nota.

La commissione interministeriale entro il 30 giugno 2021 presenterà ai Ministri una relazione sull’esito dei lavori svolti e le proposte di intervento formulate. Presidente sarà Giacinto della Cananea, docente di diritto amministrativo presso l’Università Bocconi di Milano e componente del Consiglio di Presidenza della giustizia tributaria, e Fabrizia Lapecorella, direttore generale delle Finanze presso il Mef, avrà la vicepresidenza.
Tra i sedici componenti, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, e ancora Massimo Guido Antonini, Pietro Bracco, Clelia Buccico, Margherita Cardona Albini, Gianni De Bellis, Andrea Giovanardi, Enrico Manzon, Sebastiano Maurizio Messina, Domenico Pellegrini, Livia Salvini, Maria Vittoria Serranò, Luca Varrone, Glauco Zaccardi.

La giustizia tributaria rientra nelle competenze del Mef, mentre il ministero della Giustizia è interessato sul fronte del ricorso in Cassazione. Il contenzioso tributario, fa sapere il comunicato, rappresenta una delle componenti principali dell’arretrato accumulato, di cui 50mila ricorsi pendenti stimati a fine 2020, con una percentuale di riforma delle decisioni di appello del 45 per cento.

Condividi su:
Contenzioso tributario: Giustizia-Mef pronti con la commissione di riforma

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Investimenti in beni strumentali, tutti i chiarimenti delle Entrate

Per gli investimenti che danno accesso al credito d’imposta effettuati dal 16 novembre 2020 (data di decorrenza della nuova disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2021) al 31 dicembre 2020 (termine finale delle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2020), o al 30 giugno 2021 nel caso degli investimenti “prenotati”, cioè con ordine accettato dal venditore e avvenuto pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro la data del 31 dicembre 2020, gli effetti del nuovo regime sono anticipati, senza attendere il 31 dicembre 2020, termine naturale delle precedenti misure.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Importazioni e cessioni senza Iva per contrastare il Covid-19

Le modifiche al regime agevolativo per l’importazione in esenzione da Iva e dazi degli strumenti necessari a prevenire e ostacolare la pandemia non hanno mutato la ratio e le finalità della misura.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Dispositivo cardiaco con monitor, Kit unico con aliquota Iva al 4%

Con la risposta n. 504 del 23 luglio 2021 l’Agenzia delle entrate fornisce dei chiarimenti a una società che commercializza dispositivi medici contro i disturbi cardiovascolari, in merito all’aliquota Iva applicabile alle cessioni dei dispositivi per il monitoraggio da remoto acquistati in un Paese Ue e rivenduti sul territorio nazionale.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Senza Iva le cessioni di gasolio da un deposito fiscale a un altro

Con la risposta n. 506 del 23 luglio 2021 l’Agenzia chiarisce che il trasferimento da un deposito fiscale a un altro deposito fiscale, in regime di accisa sospesa, di carburanti identificati con determinati codici di nomenclatura doganali (27101245, 27101249, 27101943, 27102011) regolarmente utilizzabili per motori autotrazione rientra sempre nell’ambito applicativo della disciplina di cui all’articolo 1, commi 937-939 della legge di bilancio 2018 (la n.

torna all'inizio del contenuto