Normativa e prassi

28 Dicembre 2020

Iva con regime di favore solo per i prodotti autorizzati

Non possono fruire dell’Iva agevolata prevista dall’articolo 124 del Dl n. 34/2020 i prodotti igienizzanti o detergenti per i quali non è prevista alcuna autorizzazione: vi rientrano infatti solo i biocidi e i presidi medicochirurgici autorizzati per l’igiene umana (PT1) e quelli utilizzabili per l’igiene umana e per disinfettare le superfici (PT1/PT2). Questo in sintesi il contenuto della risposta n. 625 del 28 dicembre 2020.

L’agevolazione del Dl “Rilancio” dispone un regime Iva di temporanea esenzione fino al tutto il 2020 e l’aliquota del 5% a partire dal 1° gennaio 2021, per le cessioni di beni ritenuti necessari a gestire l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Sull’argomento l’Agenzia delle entrate si è già espressa con la circolare n. 26/E del 15 ottobre 2020 e proprio a questo documento di prassi fa riferimento l’Agenzia nel rispondere al quesito posto da una società specializzata nella produzione e commercializzazione di beni per l’igiene personale e, in particolare, di prodotti cosmetici per la detersione delle mani.

La circolare citata ha chiarito che con la frase “detergenti disinfettanti per mani” riportata all’articolo 124 del decreto “Rilancio” il legislatore ha inteso fare riferimento ai prodotti con azione disinfettante soggetti alla preventiva autorizzazione delle autorità competenti (ministero della Salute o dell’istituto superiore della Sanità). Rientrano tra questi i biocidi e i presidi medicochirurgici autorizzati per l’igiene umana e per disinfettare le superfici. Non rientrano invece nell’agevolazione i comuni igienizzanti o detergenti che non necessitano di alcuna specifica autorizzazione e che non svolgono alcuna azione disinfettante ma si limitano a rimuovere lo sporco e i microrganismi in esso presenti.

Fermi restando i codici individuati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, perciò, possono rientrare nell’agevolazione Iva solo i biocidi e i presidi medicochirurgici autorizzati per l’igiene umana (PT1) e quelli utilizzabili sia per l’igiene umana sia per disinfettare le superfici (PT1/PT2), i cui principi attivi devono rispettare determinate percentuali specificate dall’Istituto superiore di sanità con il Rapporto 19/2020 Rev.

Condividi su:
Iva con regime di favore solo per i prodotti autorizzati

Ultimi articoli

Normativa e prassi 15 Gennaio 2021

Modelli 730, Cu, Iva e 770: online i definitivi per il 2021

Superato il collaudo iniziato lo scorso 23 dicembre con la pubblicazione delle bozze, sono approvate, con quattro distinti provvedimenti, firmati il 15 gennaio 2021 dal direttore dell’Agenzia, le versioni definitive di 730, Certificazione unica, Iva e 770, con le relative istruzioni.

Analisi e commenti 15 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 10 Potenziato il credito d’imposta ReS

L’articolo 1 della legge n. 178/2020 interviene, con le lettere da a) ad h) del comma 1064, sulla disciplina del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.

Attualità 15 Gennaio 2021

Brexit, Irlanda del Nord e Ue creato un identificativo Iva ad hoc

Profili fiscali e doganali dopo Brexit: arrivano chiarimenti in un comunicato stampa di oggi, 15 gennaio 2021 del dipartimento delle Finanze.

Normativa e prassi 15 Gennaio 2021

Servitù su terreni agricoli: l’imposta di registro è al 9%

L’imposta di registro da applicare alla costituzione di servitù su terreno agricolo a favore di soggetti diversi dai coltivatori diretti e imprenditori agricoli è quella del 9% e non del 15% prevista in caso di trasferimento del bene.

torna all'inizio del contenuto