Normativa e prassi

14 Dicembre 2020

Credito d’imposta canoni locazione: via libera al nuovo modello per la cessione

Con il provvedimento firmato oggi, 14 dicembre 2020, dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini è approvato il nuovo modello, con le relative istruzioni, per comunicare la cessione del credito di imposta per i canoni di locazione di botteghe e negozi o di immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, riconosciuti per fronteggiare la pandemia in corso. Da oggi, la comunicazione può essere inviata anche da parte degli intermediari, tramite i servizi telematici dell’Agenzia.

Il provvedimento odierno, infatti, integra le modalità di comunicazione della cessione dei crediti d’imposta stabilite con il provvedimento direttoriale del 1° luglio 2020 (vedi articolo “Crediti d’imposta canoni locazione: modello e regole per la cessione”), riconosciuti ai beneficiari che possono cedere il credito ad altri soggetti, inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari, anziché utilizzarlo direttamente (articolo 122 del Dl n. 34/2020), introducendo la possibilità di avvalersi anche di un intermediario, come previsto dall’articolo 3, comma 3 del Dpr n. 322/1998.

Inoltre, in considerazione dell’estensione a ulteriori mensilità del bonus affitti previsto dall’articolo 28 del decreto “Rilancio”, il nuovo modello di comunicazione approvato può essere utilizzato in sostituzione del modello precedente, a partire dalla data di pubblicazione del provvedimento odierno.

Il provvedimento dello scorso 1° luglio aveva definito, tra l’altro, le modalità di comunicazione dei crediti d’imposta per botteghe e negozi (articolo 65 del “Cura Italia”) e i canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo e affitto d’azienda, (articolo 28 del decreto “Rilancio”) prevedendo che la comunicazione dell’avvenuta cessione dei crediti d’imposta fosse inviata dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, direttamente dai cedenti che hanno maturato i crediti utilizzando esclusivamente un’apposita funzionalità disponibile nell’area autenticata del sito dell’Agenzia, a pena di inammissibilità. Nello stesso provvedimento veniva demandata ad un successivo atto direttoriale la possibilità di provvedere all’invio avvalendosi di un intermediario.

Nel dettaglio, il tax credit previsto dall’articolo 28 del Dl n. 34/2020 è stato esteso

  • dall’articolo 77, comma 1, lettera b) del decreto “Agosto” ai canoni di locazione del mese di giugno 2020 (per le strutture turistico-alberghiere con attività solo stagionale, ai canoni del mese di luglio 2020)
  • dalla lettera b-bis) del medesimo articolo per le imprese turistico-ricettive fino al 31 dicembre 2020
  • dall’articolo 8 del decreto “Ristori” ai canoni di locazione dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020, per le imprese operanti nei settori riportati nell’Allegato 1 al Dl n. 137/2020
  • dall’articolo 4 del decreto “Ristori-bis” ai canoni di locazione dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020, per le imprese operanti nei settori riportati nell’Allegato 2 dello stesso  decreto, nonché per le imprese che svolgono le attività di cui ai codici Ateco 79.1, 79.11 e 79.12 che hanno la sede operativa nelle cosiddette “zone rosse”.
Condividi su:
Credito d’imposta canoni locazione: via libera al nuovo modello per la cessione

Ultimi articoli

Attualità 6 Maggio 2021

Bonus pubblicità, online l’elenco per gli investimenti sulla stampa

Pubblicato, sul sito del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria l’elenco, trasmesso dall’Agenzia delle entrate, dei soggetti che hanno “prenotato” il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari.

Analisi e commenti 6 Maggio 2021

La stabile organizzazione – 1 dal modello Ocse al nostro Tuir

La stabile organizzazione rappresenta il criterio di collegamento o soglia minima che consente di ripartire la potestà impositiva tra stato della fonte e della residenza.

Dati e statistiche 5 Maggio 2021

Entrate tributarie gennaio-marzo 2021. Ancora sotto l’effetto della pandemia

Nel primo trimestre del 2021 le entrate tributarie hanno registrato un recupero dello 0,8% portando 803 milioni di euro in più nelle casse dello Stato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 99.

Attualità 5 Maggio 2021

Crescita digitale obiettivo prioritario. Ne ha parlato oggi il direttore Ruffini

Si è svolta stamattina, 5 maggio 2021, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria l’audizione del direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, sui progetti di digitalizzazione e innovazione tecnologica delle banche dati fiscali.

torna all'inizio del contenuto