Attualità

5 Agosto 2020

Tentativi di phishing: attenzione! Non cliccate sul link e cestinate

Apparentemente sono messaggi di posta elettronica a firma “Agenzia delle entrate”, ma attenzione, non è così. Sono riconoscibili dall’oggetto che riporta la dicitura “L’ufficio delle imposte d’Italia ti avvisa del debito” e invitano nel testo a cliccare su un link per prendere visione di una notifica. È l’ennesimo tentativo messo in atto con lo scopo di acquisire informazioni riservate dei destinatari.

mail

L’Agenzia se ne dissocia e ne disconosce il contenuto e invita i destinatari delle false comunicazioni a cestinare immediatamente questi messaggi senza aprire i collegamenti.
 
L’amministrazione finanziaria, oltre a mettere in guardia i cittadini, detta poche semplici regole per ridurre i rischi per la propria sicurezza informatica ed evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone, ricordando che è bene verificare sempre preventivamente i messaggi provenienti da mittenti sconosciuti, non aprire gli allegati o i collegamenti presenti nelle email se si hanno sospetti sul messaggio e in caso di dubbio di cestinare quelli sospetti.
 
Infine, l’Agenzia ribadisce ancora una volta che non vengono mai inviate per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti e che sono invece consultabili dai diretti interessati esclusivamente nel cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito internet istituzionale.
 

Condividi su:
Tentativi di phishing: attenzione! Non cliccate sul link e cestinate

Ultimi articoli

Normativa e prassi 26 Novembre 2020

Meccanismi transfrontalieri, le regole quando c’è l’obbligo di notifica

Le istruzioni, dedicate a intermediari e contribuenti, sulle informazioni fiscali relative ai meccanismi transfrontalieri soggetti a obbligo di notifica da comunicare all’Agenzia.

Attualità 26 Novembre 2020

Bonus pubblicità: arrivano in rete “prenotati” e importo assegnato

Pubblicato sul sito del Dipartimento per l’informazione e l’editoria l’elenco dei richiedenti il credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari per l’anno 2020 inviato dall’Agenzia delle entrate quale canale di “transito” delle domande presentate.

Normativa e prassi 26 Novembre 2020

L’Inps chiede, l’Agenzia provvede: abolita la causale contributo “Foin”

Con la risoluzione n. 74/E del 26 novembre 2020, in risposta alla specifica richiesta dell’Inps, l’Agenzia delle entrate ha soppresso la causale contributo che consentiva ai datori di lavoro di versare, tramite F24,  le quote di Tfr al Fondinps per queii lavoratori che non hanno espresso la volontà di aderire alla previdenza complementare, nei settori in cui non sono operativi i fondi negoziali previsti dagli accordi o dai contratti collettivi.

Attualità 25 Novembre 2020

Contributi a fondo perduto e ristori: il totale pagato sfiora gli 8,3 miliardi

In meno di un mese, l’Agenzia delle entrate ha disposto 312mila bonifici relativi ai contributi automatici previsti dal primo Dl “Ristori”, per un importo di 1,6 miliardi di euro, a cui si aggiungono i 2,4 milioni di euro in ossequio al decreto “Rilancio”, per un valore di 6,6 miliardi di euro.

torna all'inizio del contenuto