Attualità

5 Agosto 2020

Tentativi di phishing: attenzione! Non cliccate sul link e cestinate

Apparentemente sono messaggi di posta elettronica a firma “Agenzia delle entrate”, ma attenzione, non è così. Sono riconoscibili dall’oggetto che riporta la dicitura “L’ufficio delle imposte d’Italia ti avvisa del debito” e invitano nel testo a cliccare su un link per prendere visione di una notifica. È l’ennesimo tentativo messo in atto con lo scopo di acquisire informazioni riservate dei destinatari.

mail

L’Agenzia se ne dissocia e ne disconosce il contenuto e invita i destinatari delle false comunicazioni a cestinare immediatamente questi messaggi senza aprire i collegamenti.
 
L’amministrazione finanziaria, oltre a mettere in guardia i cittadini, detta poche semplici regole per ridurre i rischi per la propria sicurezza informatica ed evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone, ricordando che è bene verificare sempre preventivamente i messaggi provenienti da mittenti sconosciuti, non aprire gli allegati o i collegamenti presenti nelle email se si hanno sospetti sul messaggio e in caso di dubbio di cestinare quelli sospetti.
 
Infine, l’Agenzia ribadisce ancora una volta che non vengono mai inviate per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti e che sono invece consultabili dai diretti interessati esclusivamente nel cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito internet istituzionale.
 

Condividi su:
Tentativi di phishing: attenzione! Non cliccate sul link e cestinate

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Recupero edificio in “zona porto”: no all’esenzione, sì all’Iva ridotta

L’Ente di ricerca che intende ristrutturare e ampliare un immobile ubicato in un’area portuale, con l’obiettivo di realizzare una sede idonea allo svolgimento della propria attività istituzionale, assolverà l’Iva relativa ai lavori effettuati nella misura del 10%, solo se questi sono riconducibili alle tipologie elencate nell’articolo 3 del Dpr n.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Indennità da Covid-19 senza tassazione

L’indennità corrisposta una tantum ai propri iscritti da un ente previdenziale in presenza di uno stato di bisogno derivante dal contagio da Covid-19, in base alla attestazione rilasciata dall’autorità medica competente, non rileva sotto il profilo fiscale, ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del Tuir, non essendo riconducibile ad alcuna categoria di reddito.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Niente bonus facciate per il Comune che non ha redditi imponibili

Con la risposta n. 397 del 23 settembre 2020 l’Agenzia delle entrate fornisce un nuovo chiarimento in tema di bonus facciate.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Bonus investimenti Mezzogiorno: non spendibile per monitor pubblicitari

L’acquisto di monitor ed espositori che proiettano a circuito chiuso i video dimostrativi dei prodotti in vendita, non può fruire del credito d’imposta per investimenti al Sud, esteso al 31 dicembre 2020 dall’articolo 18-quater del Dl n.

torna all'inizio del contenuto