Normativa e prassi

23 Marzo 2020

Stop ai versamenti, nuove precisazioni ampliano il raggio di applicazione

L’Agenzia delle entrate non interrompe la linea diretta con i contribuenti. Con la risoluzione n. 14/E del 21 marzo 2020, risponde alle ulteriori richieste di chiarimenti inviate dalle associazioni di categoria in merito alle attività coinvolte dalle sospensioni dei versamenti disposte, dall’articolo 8, comma 1, del Dl n. 9/2020 e dall’articolo 61, comma 2, del Dl n.18/2020.

Il documento conferma che i codici Ateco indicati nell’allegato alla risoluzione n. 12/2020 sono puramente indicativi (vedi “Proroga e sospensione versamenti: i primi chiarimenti dell’Agenzia”) e non individuano tutti i soggetti destinatari delle misure agevolative in argomento disposte a favore delle attività maggiormente danneggiate dallo stop dovuto all’emergenza sanitaria Covid-19.
Le due norme richiamate, che riguardano quindi soltanto determinati settori produttivi, rinviano fino al prossimo 30 aprile la scadenza dei versamenti delle ritenute alla fonte e dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria.

La risoluzione n. 14/2020, oltre a precisare che l’elenco dei soggetti alla risoluzione n. 12/2020 è indicativo e non è esaustivo di tutte le ipotesi a cui la sospensione è applicabile, fornisce alcuni ulteriori esempi di codici Ateco che possono usufruire della proroga:
 

  • 52.10.10 magazzini di custodia e deposito per conto terzi
  • 52.10.20 magazzini frigoriferi per conto terzi
  • 52.21.40 gestione di centri di movimentazione merci (interporti)
  • 52.22.01 liquefazione e rigassificazione di gas a scopo di trasporto marittimo e per vie d’acqua effettuata al di fuori del sito di estrazione
  • 52.22.09 altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua
  • 52.29.10 spedizionieri e agenzie di operazioni doganali
  • 52.29.21 intermediari dei trasporti
  • 52.29.22 servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci
  • 52.24.10 movimento merci relativo a trasporti aerei
  • 52.24.20 movimento merci relativo a trasporti marittimi e fluviali
  • 52.24.30 movimento merci relativo a trasporti ferroviari
  • 52.24.40 movimento merci relativo ad altri trasporti terrestri
  • 53.20.00 altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale.
Condividi su:
Stop ai versamenti, nuove precisazioni ampliano il raggio di applicazione

Ultimi articoli

Normativa e prassi 7 Febbraio 2023

Aggiornato il modello Iva 74-bis, va presentato dal 2023

Debutta il nuovo modello Iva 74-bis riservato ai curatori della liquidazione giudiziale e ai commissari liquidatori per dichiarare le operazioni effettuate nella frazione d’anno antecedente la dichiarazione di liquidazione.

Normativa e prassi 7 Febbraio 2023

Imprese energivore neocostituite. Per il bonus criterio di calcolo forfetario

Le imprese cosiddette “energivore” che autoconsumano l’energia prodotta, anche neocostituite, possono accedere al “credito d’imposta prodotti energetici” facendo riferimento ad un parametro  forfetario nella verifica dell’incremento del costo medio utilizzando i valori correlati all’acquisto del combustibile usato per la produzione di energia.

Normativa e prassi 7 Febbraio 2023

Il regime delle accise fa posto a destinatari e speditori certificati

Dall’evoluzione normativa che ha interessato il regime generale delle accise, spiccano due nuovi attori, il “destinatario certificato” e lo “speditore certificato”, introdotti dalla direttiva (Ue) 2020/262 e recepiti dall’ordinamento nazionale con il Dlgs n.

Analisi e commenti 7 Febbraio 2023

Tregua fiscale 5: conciliazione agevolata delle liti fiscali pendenti

La procedura (articolo 1, commi 206-212, legge 197/2022) riguarda le vertenze in cui è parte l’Agenzia delle entrate e prevede la sottoscrizione di un accordo conciliativo fuori udienza, fruendo della riduzione potenziata delle sanzioni (un diciottesimo del minimo edittale) e della possibilità di dilazionare il pagamento del dovuto in venti rate trimestrali.

torna all'inizio del contenuto