Attualità

28 Dicembre 2018

Obbligo della fattura elettronica:faq e nuovi servizi di assistenza

Attualità

Obbligo della fattura elettronica:
faq e nuovi servizi di assistenza

Nell’area tematica “dedicata” sul sito dell’Agenzia delle entrate, una sezione contiene le risposte ai dubbi più frequenti; aggiornate la procedura web e la procedura “stand alone”

Obbligo della fattura elettronica:|faq e nuovi servizi di assistenza
In vista dell’entrata in vigore, prevista per il 1° gennaio 2019, dell’obbligo generalizzato della fatturazione elettronica, l’Agenzia ha pubblicato sul proprio sito le risposte ai quesiti più ricorrenti. Le Faq sono state inserite all’interno di un’apposita sezione (costantemente aggiornata) dell’area tematica specificamente dedicata alla e-fattura.
In tal modo, l’Agenzia mira a potenziare ulteriormente l’attività di assistenza a favore dei contribuenti, mettendo a disposizione di cittadini, operatori e associazioni di categoria le precisazioni ai dubbi più frequenti emersi anche dalle numerose occasioni di confronto con la stampa specializzata. 
Le tematiche affrontate e risolte sono numerose e riguardano, tra gli altri, i seguenti aspetti della nuova disciplina:

  • deleghe ai servizi
  • compilazione
  • emissione
  • fatture verso e da soggetti stranieri (transfrontaliere)
  • fatture elettroniche verso consumatori finali non partita Iva, operatori in regime forfettario e di vantaggio, agricoltori in regime speciale, identificati
  • modalità di trasmissione
  • registrazione e conservazione
  • autofatture
  • sanzioni
  • software.

Altri strumenti di assistenza
L’attività di supporto messa in campo dall’Agenzia non si limita alle Faq. Infatti, diventano sempre più ricchi i servizi della piattaforma “Fatture e corrispettivi” grazie alla nuova funzione di verifica anagrafica massiva di codici fiscali o partite Iva e al download massivo dei file delle fatture elettroniche.
Inoltre, la sezione delle consultazioni è stata aggiornata e, quindi, sarà possibile vedere in modo separate le fatture elettroniche emesse, ricevute e rese disponibili.
 
Per quanto riguarda la predisposizione delle fatture, poi, sono state aggiornate la procedura web (all’interno del portale “Fatture e Corrispettivi”) e la procedura “stand alone” (scaricabile su pc). In rampa di lancio c’è anche una nuova versione dell’app Fatturae, scaricabile dagli store Android e Apple.
 
Completano il pacchetto di assistenza una guida e due video-tutorial, entrambi disponibili nell’area tematica dedicata.
 

pubblicato Venerdì 28 Dicembre 2018

Condividi su:
Obbligo della fattura elettronica:faq e nuovi servizi di assistenza

Ultimi articoli

Normativa e prassi 18 Giugno 2021

Bollo, esente il cedolino recapitato all’ex consigliere

I prospetti relativi agli assegni vitalizi percepiti dai consiglieri o ex consiglieri regionali rientrano tra gli atti esenti dall’imposta di bollo in modo assoluto, in quanto hanno la funzione di quietanza delle somme erogate, oltre che indicare l’imponibile lordo, le trattenute e l’importo netto da liquidare, accreditato al beneficiario, tramite il tesoriere del Consiglio regionale.

Attualità 18 Giugno 2021

Province e città metropolitane, attiva la procedura di invio delle delibere

Dal 16 giugno 2021 è stato attivato nel Portale del federalismo fiscale il servizio “Gestione tributi provinciali”, finalizzato alla trasmissione da parte delle province e città metropolitane delle delibere regolamentari e tariffarie in materia tributaria, affinché il ministero dell’Economia e delle Finanze proceda alla relativa pubblicazione sul sito internet.

Normativa e prassi 18 Giugno 2021

Navi da crociera in rada, rifornimento senza accise

Niente accise sui rifornimenti di prodotti energetici utilizzati come carburanti dalle navi da crociera ferme per le misure adottate a contrasto della pandemia, fino alla cessazione dello stato di emergenza.

Normativa e prassi 18 Giugno 2021

Test Covid-19, salta l’invio al Sts per il laboratorio non autorizzato

La struttura non autorizzata dalla Regione all’erogazione di prestazioni sanitarie nei confronti delle persone e chiamata in aiuto dall’ente territoriale soltanto a causa della pandemia per accelerare lo svolgimento di test diagnostici per la ricerca del virus Sars-CoV-2, non è tenuta a trasmettere i dati relativi alla spesa sostenuta dai pazienti al Sistema tessera sanitaria ai fini della precompilata.

torna all'inizio del contenuto