Attualità

27 Novembre 2018

Tax credit pubblicità per il 2017:la misura dopo il 31 gennaio 2019

Attualità

Tax credit pubblicità per il 2017:
la misura dopo il 31 gennaio 2019

La “grandezza” dell’agevolazione fiscale realmente fruibile sarà stabilita con provvedimento e solo successivamente i beneficiari potranno utilizzare lo sconto in compensazione

Tax credit pubblicità per il 2017:|la misura dopo il 31 gennaio 2019

Con una news pubblicata sul proprio sito, il dipartimento per l’Informazione e l’Editoria precisa che l’elenco online dallo scorso 21 novembre riguarda soltanto gli operatori che hanno “prenotato” il credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali per il 2018. L’ammontare preciso del bonus sarà determinato dopo il 31 gennaio del prossimo anno, con provvedimento dello stesso dipartimento.
 
Questo perché le informazioni relative agli investimenti incrementali realizzati nel 2017 saranno trasmesse, dall’Agenzia delle entrate al dipartimento, insieme ai dati del 2018 che, per essere comunicati, dovranno essere prima acquisiti. Ciò avverrà, appunto, dal 1° al 31 gennaio 2019.
Tanto premesso, sarà possibile calcolare la “grandezza” dell’importo a credito effettivamente fruibile, per entrambi gli anni, solo a partire da tale ultima data.
 
L’ammontare preciso verrà disposto con provvedimento del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria; successivamente saranno messi in Rete gli elenchi dei beneficiari e degli importi concessi a ciascuno. Da questo momento i titolari del bonus fiscale potranno utilizzare il loro tax credit in compensazione.

pubblicato Martedì 27 Novembre 2018

Tax credit pubblicità per il 2017:la misura dopo il 31 gennaio 2019

Ultimi articoli

Normativa e prassi 21 Maggio 2024

Niente credito d’imposta 4.0 se l’investimento non è una novità

Non può fruire del credito d’imposta 4.0 (articolo 1, commi da 1051 a 1063, del Bilancio 2021), per l’acquisto di un bene strumentale, la società che ha già utilizzato tale bene (nello specifico, un impianto) precedentemente all’acquisto, in base a un contratto di noleggio, senza soluzione di continuità.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

Mutui ipotecari per abitazioni, nel 2023 flessione generalizzata

È da oggi disponibile online sul sito dell’Agenzia delle entrate, il Rapporto Residenziale 2024, la pubblicazione dell’Osservatorio del mercato immobiliare che analizza l’andamento del compravendite delle abitazioni nel 2023.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

Mercato delle locazioni residenziali, i dati 2023 nel nuovo rapporto Omi

Nella sezione relativa alle pubblicazioni dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate è disponibile da oggi, l’ultimo Rapporto immobiliare annuale relativo al mercato degli immobili residenziali.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

La fotografia dell’Omi sul mercato della casa 2023

Gli italiani hanno comprato meno case nel 2023, quasi 76mila in meno del 2022.

torna all'inizio del contenuto