Attualità

15 Ottobre 2018

Osservatorio mercato immobiliare:in rete i dati del 1° semestre 2018

Attualità

Osservatorio mercato immobiliare:
in rete i dati del 1° semestre 2018

Disponibili sul sito delle Entrate, le quotazioni offrono un indicazione dei prezzi al metro quadro e possono essere consultate per tipologie, città e periodo di riferimento

Osservatorio mercato immobiliare:|in rete i dati del 1° semestre 2018
On line le quotazioni Omi del primo semestre 2018. Per conoscere le informazioni relative al mercato immobiliare abitativo commerciale, terziario o produttivo in una determinata zona, basta collegarsi al sito dell’Agenzia delle entrate, nella sezione Osservatorio del Mercato Immobiliare > Banche dati > Quotazioni immobiliari, ed effettuare la ricerca desiderata in base al semestre e alla zona di riferimento.
 
Le quotazioni immobiliari semestrali individuano, per ogni delimitata zona territoriale omogenea (zona Omi) di ciascun comune, un intervallo minimo/massimo, per unità di superficie in euro al metro quadro, dei valori di mercato e locazione, per tipologia immobiliare e stato di conservazione.
 
L’Agenzia fornisce ai cittadini anche un servizio di consultazione delle quotazioni Omi su telefonia mobile assistito da interfaccia cartografica e localizzazione satellitare via Gps (Global positioning system). Basta digitare sul browser l’indirizzo http://m.geopoi.it/php/mobileOMI/index.php per accedere alla banca dati e visualizzare le quotazioni relative alla posizione in cui ci si trova.
Gli utenti che usufruiscono del servizio tramite Apple iPhone o Apple iPad possono salvare il collegamento al servizio sulla propria schermata del telefonino per accedervi in maniera semplice in qualsiasi momento.
 
Sul sito delle Entrate è possibile consultare non solo le quotazioni degli ultimi sei mesi ma anche quelle relative ai semestri precedenti, a partire dall’anno 2006.
 
Inoltre, gli utenti registrati ai servizi telematici Fisconline ed Entratel, possono scaricare gratuitamente i dati, dopo essersi autenticati, a cominciare da quelli relativi al periodo gennaio-giugno 2016. La procedura, oltre a consentire la consultazione in modalità offline, garantisce una maggiore sicurezza degli accessi.
 

pubblicato Lunedì 15 Ottobre 2018

Condividi su:
Osservatorio mercato immobiliare:in rete i dati del 1° semestre 2018

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Investimenti in beni strumentali, tutti i chiarimenti delle Entrate

Per gli investimenti che danno accesso al credito d’imposta effettuati dal 16 novembre 2020 (data di decorrenza della nuova disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2021) al 31 dicembre 2020 (termine finale delle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2020), o al 30 giugno 2021 nel caso degli investimenti “prenotati”, cioè con ordine accettato dal venditore e avvenuto pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro la data del 31 dicembre 2020, gli effetti del nuovo regime sono anticipati, senza attendere il 31 dicembre 2020, termine naturale delle precedenti misure.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Importazioni e cessioni senza Iva per contrastare il Covid-19

Le modifiche al regime agevolativo per l’importazione in esenzione da Iva e dazi degli strumenti necessari a prevenire e ostacolare la pandemia non hanno mutato la ratio e le finalità della misura.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Dispositivo cardiaco con monitor, Kit unico con aliquota Iva al 4%

Con la risposta n. 504 del 23 luglio 2021 l’Agenzia delle entrate fornisce dei chiarimenti a una società che commercializza dispositivi medici contro i disturbi cardiovascolari, in merito all’aliquota Iva applicabile alle cessioni dei dispositivi per il monitoraggio da remoto acquistati in un Paese Ue e rivenduti sul territorio nazionale.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Senza Iva le cessioni di gasolio da un deposito fiscale a un altro

Con la risposta n. 506 del 23 luglio 2021 l’Agenzia chiarisce che il trasferimento da un deposito fiscale a un altro deposito fiscale, in regime di accisa sospesa, di carburanti identificati con determinati codici di nomenclatura doganali (27101245, 27101249, 27101943, 27102011) regolarmente utilizzabili per motori autotrazione rientra sempre nell’ambito applicativo della disciplina di cui all’articolo 1, commi 937-939 della legge di bilancio 2018 (la n.

torna all'inizio del contenuto