Attualità

26 Aprile 2018

Entro il 30 aprile, la dichiarazionedegli eredi per conto del de cuius

Sei mesi oltre la scadenza naturale prevista (l’anno scorso posticipata al 31 ottobre), per i decessi avvenuti nei quattro mesi precedenti (dal 1° luglio al 31 ottobre 2017)

Entro lunedì 30 aprile, gli eredi devono presentare la dichiarazione del parente defunto, inviando il modello Redditi Pf 2017 (anno d’imposta 2016), esclusivamente per via telematica. Inoltre, possono portare in diminuzione l’eventuale rimborso da 730, che il sostituto d’imposta non ha potuto erogare a seguito dell’infausto evento.
 
In linea generale, è previsto che tutti i termini pendenti alla data della morte del contribuente, o scadenti entro quattro mesi dall’evento, sono prorogati di sei mesi in favore degli eredi (articolo 65, terzo comma, Dpr 600/1973).
Pertanto, per presentare la dichiarazione dei redditi delle persone decedute tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2017 (Redditi Pf 2017, anno d’imposta 2016, la cui scadenza naturale del 30 settembre, l’anno scorso è stata posticipata al 31 ottobre) il termine ultimo è il prossimo 30 aprile.
 
Compilazione
Per le persone decedute, la dichiarazione deve essere presentata da uno degli eredi. Sul frontespizio di Redditi Pf 2017, devono essere indicati il codice fiscale e gli altri dati personali del contribuente defunto e barrata la casella 6 (deceduto).
L’erede, invece, deve riportare le proprie generalità, compilando l’apposito riquadro del frontespizio “Riservato a chi presenta la dichiarazione per altri”, secondo le indicazioni fornite nelle istruzioni, e sottoscrivere la dichiarazione. Deve anche specificare, nella casella “Codice carica”, il numero “7”, per indicare che presenta la dichiarazione in qualità di erede nonché la data del decesso del congiunto.
 
Presentazione
La scadenza del 30 aprile, quindi, riguarda gli eredi delle persone decedute tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2017, tenuti a presentare la dichiarazione esclusivamente in via telematica.
 
È importante sapere che se nel 2016 la persona deceduta aveva presentato il modello 730, dal quale risultava un credito che non è stato rimborsato dal sostituto d’imposta a causa del decesso, l’erede può portare il credito Irpef in diminuzione nella dichiarazione presentata per conto del de cuius.
 
Di seguito una tabella esplicativa con i termini di presentazione della dichiarazione da parte degli eredi, diversi a seconda della data dell’evento luttuoso e della modalità (cartacea ovvero telematica) utilizzata.

scadenza_30_aprile.png

Versamenti
La disposizione dettata dall’articolo 65 del Dpr 600/1973 (slittamento di sei mesi per gli adempimenti in scadenza entro quattro mesi dal decesso) trova applicazione anche con riferimento ai versamenti.
Pertanto:

  • per le persone decedute nel 2016 o entro il 28 febbraio 2017, i versamenti dovevano essere effettuati dagli eredi nei termini ordinari
  • per le persone decedute successivamente al 28 febbraio 2017, i termini per pagare le imposte risultanti da Redditi 2017 – prorogati di sei mesi – sono scaduti il 30 dicembre scorso.
Condividi su:
Entro il 30 aprile, la dichiarazionedegli eredi per conto del de cuius

Ultimi articoli

Attualità 29 Novembre 2022

Scadenza opzioni bonus edilizi 2021, remissione in bonis entro il 30 novembre

Con la remissione in bonis i contribuenti possono sanare il tardivo o omesso invio di comunicazioni che danno accesso ai benefici fiscali o ai regimi opzionali entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile (articolo 2, comma 1, Dl 16/2012).

Attualità 28 Novembre 2022

Tax credit imprese: entro fine mese l’invio della comunicazione dei dati

Scade mercoledì, 30 novembre, il termine per inviare la comunicazione al ministero delle Imprese e del Made in Italy dei dati e delle altre informazioni relative al credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, al credito d’imposta per ricerca, sviluppo e innovazione e all’agevolazione per gli investimenti delle imprese nella formazione del personale.

Attualità 28 Novembre 2022

Emergenza metereologica Ischia: stop dei termini di versamento

A seguito della dichiarazione dello stato di emergenza deliberata dal Consiglio dei ministri in relazione agli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nell’isola di Ischia sabato 26 novembre 2022, il Governo sta predisponendo un’apposita normativa d’urgenza per consentire ai contribuenti la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari e contributivi.

Attualità 28 Novembre 2022

Una tantum agli “autonomi”, istanze entro il 30 novembre

I lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali Inps hanno tempo fino a mercoledì 30 novembre per presentare la domanda e richiedere, attraverso la procedura online attiva sul sito dell’Istituto, l’indennità una tantum prevista dal decreto “Aiuti” (articolo 33, Dl n.

torna all'inizio del contenuto