Attualità

11 Aprile 2018

Esonero canone Tv per i 75enni: on line un’infografica di riassunto

Attualità

Esonero canone Tv per i 75enni:
on line un’infografica di riassunto

Pubblicato sul sito, sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter dell’Agenzia delle entrate un “volantino” che riporta in sintesi tutte le informazioni utili per evitare il pagamento

Esonero canone Tv per i 75enni: |on line un’infografica di riassunto
Pubblicata sul sito, sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter dell’Agenzia delle entrate una pratica infografica, in cui sono riassunte tutte le informazioni utili per i contribuenti, che hanno 75 anni o un’età superiore, per chiedere l’esenzione dal pagamento del canone di abbonamento relativo alla Tv della casa di residenza.

Per quest’anno, il limite di reddito per ottenere l’esonero passa da 6.713,98 a 8mila euro annui.

Per evitare il pagamento del canone, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva, con cui si attesta il possesso dei requisiti. Il modello di dichiarazione è reperibile sui siti internet dell’Agenzia delle entrate e della Rai
Una volta compilata, la dichiarazione sostitutiva può essere:

  • spedita per raccomandata
  • trasmessa tramite pec
  • consegnata a un ufficio dell’Agenzia.

Per chiedere, invece, la restituzione del canone eventualmente già versato da coloro che hanno diritto all’esenzione si può utilizzare il modello di rimborso, con le stesse modalità di presentazione.

L’introduzione dell’agevolazione
L’esonero è stato introdotto dalla legge finanziaria 2008 che ha stabilito che, a partire dal 2008, per i soggetti di età pari o superiore a 75 anni e con un reddito, proprio e del coniuge, non superiore complessivamente 6.713,98 annui, è abolito il pagamento del canone tv, con esclusivo riferimento all’apparecchio televisivo collocato nel luogo di residenza.

Come si è arrivati al nuovo limite reddituale
La legge di stabilità 2016 ha introdotto nuove modalità di pagamento del canone e ha previsto che, per gli anni dal 2016 al 2018, una parte delle eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone tv (rispetto a quelle indicate nel bilancio di previsione per il 2016) può essere destinata, con decreto del Mef, all’ampliamento, fino a 8mila euro, della soglia reddituale prevista per l’esenzione.
In attuazione di questa previsione, il decreto interministeriale del 16 febbraio 2018 ha stabilito che per il 2018 viene ampliato fino a 8mila euro il limite di reddito previsto per ottenere l’esenzione del pagamento del canone Tv da parte degli over 75.
 

pubblicato Mercoledì 11 Aprile 2018

Esonero canone Tv per i 75enni: on line un’infografica di riassunto

Ultimi articoli

Normativa e prassi 15 Luglio 2024

Cambi delle valute estere, online le medie di giugno

La navigazione in questo sito internet e l’utilizzo dei relativi servizi comporta la ricezione di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione di terze parti, così da assicurarti la migliore esperienza di navigazione e permetterti, in linea con le tue preferenze, di visualizzare alcuni contenuti disponibili sul nostro canale YouTube direttamente all’interno del presente Sito.

Attualità 12 Luglio 2024

Bonus psicologo, sul sito dell’Inps pronte le graduatorie dei beneficiari

L’Inps, con il messaggio n. 2584 pubblicato ieri, 11 luglio 2024, sul proprio sito, comunica che, terminata l‘istruttoria delle domande 2024 relative allo stanziamento dei fondi per l’anno 2023, per l’assegnamento del bonus psicologo (articolo 1-quater comma 3 del Dl 228/202), sono state redatte le graduatorie degli ammessi al beneficio, distinte per Regioni e Province autonome di residenza così come previsto dalla normativa.

Attualità 12 Luglio 2024

Edicole, Fondo straordinario: online l’elenco dei beneficiari

Il decreto del capo del dipartimento, emanato l’11 luglio 2024, ha approvato l’elenco dei soggetti beneficiari del contributo a favore delle imprese esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste come previsto dall’articolo 2, comma 2, del  D.

Analisi e commenti 12 Luglio 2024

Imposta minima nazionale, ecco i metodi per determinarla

L’imposta minima nazionale (Qualified domestic minimum top-up tax – Qdmtt), prevista dall’articolo 11 della direttiva Ue n.

torna all'inizio del contenuto
Apri chat
Ti serve aiuto?
Ciao 👋
Come posso aiutarti?