A portata di mouse

13 Febbraio 2017

Invio elenchi Intrastat: on line Intr@Web 2017

Attualità, A portata di mouse

Invio elenchi Intrastat:
on line Intr@Web 2017

Sul sito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è disponibile la nuova versione del pacchetto applicativo utilizzabile dai soggetti Iva residenti per la trasmissione telematica

europa
Sul sito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli è disponibile la versione 2017 del pacchetto software Intr@Web, vale a dire del programma per la compilazione, il controllo formale e l’invio telematico degli elenchi riepilogativi degli scambi intracomunitari di beni e servizi (elenchi Intrastat). L’applicativo è stato realizzato con il contributo di Eurostat (Ufficio statistico dell’Unione europea).
Obbligati alla presentazione degli elenchi sono i soggetti Iva residenti che effettuano cessioni e acquisti intracomunitari di beni e servizi con fornitori e clienti (titolari di partita Iva) Ue.

Il software può essere utilizzato:

  • in primo luogo, dai soggetti obbligati all’adempimento (gli operatori economici residenti) che decidono di presentare direttamente gli elenchi Intrastat
  • da coloro che predispongono e presentano gli elenchi su delega di terzi (ad esempio, commercialisti e spedizionieri doganali). Per questi ultimi, sono state predisposte alcune funzionalità aggiuntive studiate per le loro esigenze.

Intr@Web ha una struttura modulare che consente agli utenti di eseguire il software con semplicità e immediatezza.
Attraverso i moduli principali è possibile:

  • compilare gli elenchi Intrastat mediante funzionalità guidate per l’acquisizione dei dati sia manuale sia automatica da flussi esterni (modulo compilazione)
  • effettuare il controllo formale degli elenchi su file prodotti anche con altri software (modulo controllo)
  • effettuare l’invio telematico degli elenchi (anche con altri software) attraverso il Servizio telematico doganale e/o Entratel (modulo telematico).

Le istruzioni per l’accesso alla procedura sono disponibili nella sezione “Servizio telematico doganale – E.D.I.” del sito delle Dogane.

Anche per il 2017, il software è disponibile in due diverse versioni:

  • (monoutente), che consente l’utilizzo dell’applicazione solo sul computer di installazione e, quindi, con modalità locale
  • (multiutente), che consente l’utilizzo di Intr@web su più pc collegati in Rete a un server dove risiede il database comune.

L’Agenzia delle Dogane, infine, precisa che per i “vecchi utenti” è rimasta invariata la funzionalità di importazione completa dei dati da una precedente installazione tramite la funzione di menu utilità /manutenzione archivi/importa da installazione precedente. Tale funzionalità permette di recuperare anche i tracciati di importazione, le formule per il valore statistico, i codici magazzino e i tassi di cambio.
 

r.fo.

pubblicato Lunedì 13 Febbraio 2017

Condividi su:
Invio elenchi Intrastat: on line Intr@Web 2017

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Bonus edilizi e Superbonus, il punto su visto di conformità e asseverazione

Con la circolare del n. 16/E, firmata oggi, 29 novembre 2021, dal direttore Ruffini, l’Agenzia delle entrate, a pochi giorni dalla pubblicazione delle Faq (vedi articolo “Decreto “Antifrodi” sui bonus edilizi, le risposte ai dubbi dei contribuenti”), fornisce ulteriori chiarimenti a contribuenti e operatori sull’applicazione del decreto “Antifrodi” (il Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cpf “discoteche”, tutto pronto, dal 2 dicembre il via alle istanze

Con la firma del provvedimento del 29 novembre 2021, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, porta ad attuazione l’articolo 2 del decreto “Sostegni-bis” (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cfp perequativo del “Sostegni-bis”: istanze a partire da oggi, 29 novembre

Via libera al contributo a fondo perduto “perequativo”, l’ulteriore aiuto di Stato per gli operatori economici danneggiati dall’emergenza Covid-2019, basato sull’intero peggioramento del risultato economico delle imprese, come previsto dal decreto Sostegni-bis (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Fondo pensione transfrontaliero: adesioni italiane senza sostitutiva

Un fondo pensione transfrontaliero, non residente in Italia e senza stabile organizzazione, istituito su iniziativa della Commissione europea, che opera a livello cross-border raccogliendo adesioni su base collettiva anche in Italia, non dovrà applicare l’imposta sostitutiva del 20% sul risultato netto di gestione (articolo 17 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto