Attualità

7 Novembre 2022

Contributo-extra bar e ristoranti, aperto il canale per richiederlo

Via libera al contributo a fondo perduto supplementare destinato alle società di ristorazione e catering che hanno già ottenuto il precedente aiuto “wedding/horeca” introdotto dal decreto Sostegni-bis (articolo 1-ter, comma 1, Dl n. 73/2021). La finestra temporale per inviare all’Agenzia la dichiarazione telematica relativa agli aiuti di Stato “de minimis” e beneficiare dell’ulteriore bonus si apre oggi, 7 novembre, e termina il 21 novembre 2022. Il rispetto da parte dell’impresa del limite triennale di aiuti di Stato previsto dal regime “de minimis” era, infatti, l’ulteriore condizione da attestare per ottenere l’aiuto.

Il contributo “maggiorazione bar/ristoranti” è destinato alle imprese che svolgono attività prevalente appartenente ai gruppi di codici Ateco 2007 56.10, come ristorazione, gelaterie e pasticcerie, codice 56.21 relativo ai catering e 56.30 riguardante i bar.

A istituire il contributo a fondo perduto “extra” l’articolo 1, comma 17-bis, del Dl n. 152/2021. Il decreto del ministero dello Sviluppo economico, di concerto con i ministeri del Turismo e dell’Economia e delle Finanze, del 29 aprile 2022 ha poi individuato la platea dei beneficiari, attribuendo all’Agenzia delle entrate le modalità di erogazione dei fondi. Con il provvedimento del 2 novembre 2022 l’Agenzia ha quindi stabilito le attività necessarie per ottenere il contributo e ha approvato il modello per la dichiarazione e le relative istruzioni (vedi articolo “Contributo extra per la ristorazione, solo un’autodichiarazione per averlo”).

Contributo-extra bar e ristoranti, aperto il canale per richiederlo

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Nuovo tassello per la Riforma fiscale, approdo per accertamento e concordato

Sbarca nella Gazzetta Ufficiale di ieri, 21 febbraio 2024, con la serie n.

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Scelte di utilizzo bonus edilizi, comunicazioni entro il 4 aprile

L’invio delle comunicazioni delle opzioni relative alla fruizione dei bonus edilizi (articolo 121, Dl n.

Normativa e prassi 22 Febbraio 2024

Bonus edilizi 2023 entro il 4 aprile, più tempo per gli amministratori

Oltre due settimane in più per gli amministratori di condominio tenuti a inviare al Fisco i dati relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati nel 2023, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali ai fini dell’invio delle informazioni destinate a confluire nella precompilata 2024.

Normativa e prassi 21 Febbraio 2024

Raggruppamenti temporanei, la mandataria fattura per tutti

Così come chiarito nel principio di diritto n. 17/2018 (vedi “Raggruppamento temporaneo di imprese.

torna all'inizio del contenuto