Normativa e prassi

4 Novembre 2022

Superbonus “trainati”, concesso se l’intervento è agevolabile

Le detrazioni spettanti per gli interventi edilizi e, in particolare, per l’eliminazione delle barriere architettoniche, anche ai fini del Superbonus, spettano per le spese strettamente connesse alla realizzazione delle opere agevolabili e non comprendono anche i costi sostenuti per l’acquisto dell’unità immobiliare oggetto dei lavori. È quanto chiarisce la risposta n. 547 del 4 novembre 2022.

Il quesito è di un condominio che ha intenzione di installare un ascensore quale intervento “trainato” di rimozione di barriere architettoniche connesso a opere di efficientamento energetico “trainanti”, ai fini del Superbonus, effettuate sulle parti comuni dell’edificio.
Per realizzare la struttura è necessario acquistare la cantina di proprietà di uno dei condomini che ospiterà il vano motore e la fossa di termine corsa inferiore.
L’istante chiede se le spese sostenute dai condomini per l’acquisto del locale possano usufruire della maxi detrazione del 110% in quanto connesse all’installazione dell’ascensore.

La risposta dell’Agenzia è negativa. Prima di arrivare alle conclusioni, il documento di prassi richiama la normativa che disciplina il Superbonus, ossia l’articolo 119 del decreto “Rilancio”, e i numerosi documenti di prassi con cui l’amministrazione finanziaria ha fornito puntuali chiarimenti in merito all’applicazione dell’agevolazione. In particolare, ricorda che nella sezione del sito dell’Agenzia dedicata all’argomento sono state pubblicate diverse risposte a interpelli riguardanti questioni interpretative poste dai contribuenti.

L’Agenzia prosegue facendo espresso riferimento alla circolare n. 23/2022. Il documento richiamato ha precisato che tra gli interventi “trainati” dagli interventi “trainanti” di efficienza energetica, rientra anche la rimozione delle barriere architettoniche attraverso l’installazione degli ascensori, intervento indicato nell’articolo 16-bis del Tuir tra quelli agevolabili ai fini recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici. Stessa conclusione anche se la realizzazione dell’ascensore è associata al Superbonus connesso a interventi antisismici.

La risposta cita, a questo punto, la circolare n. 28/2022, che ha fornito chiarimenti dettagliati sul perimetro applicativo dell’articolo 16-bis del Tuir su richiamato. Tra l’altro, ha ribadito che la detrazione spetta anche per alcune spese sostenute prima dell’inizio dei lavori (come l’acquisto dei materiali, perizie, sopralluoghi, e oneri urbanizzazione). L’elenco riportato è esemplificativo e non tassativo in quanto si riferisce a costi ulteriori rispetto a quelli espressamente menzionati, connessi all’intervento edilizio, come le spese relative allo smaltimento dei materiali rimossi per eseguire i lavori e la tassa per l’occupazione del suolo pubblico. L’agevolazione non è invece applicabile, ad esempio, ai costi di trasloco e di custodia in magazzino dei mobili per tutto il periodo di esecuzione dei lavori.

In conclusione, dal quadro normativo e di prassi emerge chiaramente, osserva l’Agenzia, che lo sconto d’imposta spetta soltanto per le spese sostenute per la “realizzazione di specifici interventi” e per quelle strettamente collegate alla loro realizzazione, e tra queste non sono comprese anche i costi per l’acquisto dell’unità immobiliare oggetto dei lavori.

Tornando alla vicenda dell’interpello, va da sé, quindi, che l’acquisto della cantina non possa rientrare tra i costi detraibili.

Condividi su:
Superbonus “trainati”, concesso se l’intervento è agevolabile

Ultimi articoli

Attualità 29 Novembre 2022

Scadenza opzioni bonus edilizi 2021, remissione in bonis entro il 30 novembre

Con la remissione in bonis i contribuenti possono sanare il tardivo o omesso invio di comunicazioni che danno accesso ai benefici fiscali o ai regimi opzionali entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile (articolo 2, comma 1, Dl 16/2012).

Attualità 28 Novembre 2022

Tax credit imprese: entro fine mese l’invio della comunicazione dei dati

Scade mercoledì, 30 novembre, il termine per inviare la comunicazione al ministero delle Imprese e del Made in Italy dei dati e delle altre informazioni relative al credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, al credito d’imposta per ricerca, sviluppo e innovazione e all’agevolazione per gli investimenti delle imprese nella formazione del personale.

Attualità 28 Novembre 2022

Emergenza metereologica Ischia: stop dei termini di versamento

A seguito della dichiarazione dello stato di emergenza deliberata dal Consiglio dei ministri in relazione agli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nell’isola di Ischia sabato 26 novembre 2022, il Governo sta predisponendo un’apposita normativa d’urgenza per consentire ai contribuenti la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari e contributivi.

Attualità 28 Novembre 2022

Una tantum agli “autonomi”, istanze entro il 30 novembre

I lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali Inps hanno tempo fino a mercoledì 30 novembre per presentare la domanda e richiedere, attraverso la procedura online attiva sul sito dell’Istituto, l’indennità una tantum prevista dal decreto “Aiuti” (articolo 33, Dl n.

torna all'inizio del contenuto