Normativa e prassi

22 Novembre 2021

Poche ore e ripartono le richieste per il bonus locazioni Asd/Ssd

Possono partire dalle ore 16 di oggi, 22 novembre, e fino alla stessa ora del 30 novembre, le domande per la concessione alle Associazioni Sportive Dilettantistiche e alle Società Sportive Dilettantistiche del contributo a ristoro dei canoni pagati nel periodo della pandemia per la locazione o la concessione degli impianti sportivi. Al via dalle ore 16 del 1° dicembre e fino alle 16 del 10 dicembre, invece, le istanze per il riconoscimento dei contributi forfetari ai non titolari di tali canoni. È quanto prevede il decreto del dipartimento dello sport dello scorso 15 novembre e il relativo bando allegato.

La finestra degli aiuti finanziari destinati alle associazioni e società dilettantistiche si è riaperta grazie agli ulteriori 50 milioni stanziati dal dipartimento a loro favore e confluiti nel Fondo unico istituito dal decreto “Ristori” (articolo 3, Dl n. 137/2020).

Le istanze devono essere trasmesse, pena l’esclusione dal beneficio, attraverso l’apposita piattaforma web disponibile sul sito del dipartimento per lo Sport rispettando i tempi stabiliti per le due diverse sessioni.
Per l’assistenza tecnica agli utenti è attivo l’indirizzo di posta elettronica ordinaria domande2021@sportgov.it. Nella mail è necessario indicare il codice fiscale della Asd o Ssd che chiede assistenza. Sul sito sono inoltre disponibili le Faq che forniscono chiarimenti in relazione ai dubbi più frequenti.

Terminata la procedura telematica di presentazione dell’istanza, è necessario scaricare dalla piattaforma la ricevuta elettronica a conferma dell’esito positivo dell’invio della domanda, da tenere a potata di mano in caso di eventuali problematiche da risolvere.

Requisiti prima sessione: 22-30 novembre
Nella domanda di accesso al bonus locazioni/concessioni il richiedente (rappresentante legale della associazione o società) dovrà dichiarare tramite autocertificazione di essere in possesso dei seguenti requisiti obbligatori per beneficiare del contributo:

  • iscrizione al registro Coni/Cip alla data del 23 maggio 2021
  • affiliazione alla data del 23 maggio 2021 a un organismo sportivo riconosciuto dal Coni
  • essere titolare di uno o più contratti di locazione a uso non abitativo intestati esclusivamente all’associazione/società, riguardanti strutture situate in Italia e accatastate, regolarmente registrati presso l’Agenzia delle entrate, oppure essere titolari di uno o più contratti di concessione onerosa intestati esclusivamente alla Asd/Ssd e regolarmente registrati presso l’amministrazione finanziaria, di impianti pubblici sportivi o di aree demaniali siti in Italia
  • non avere già beneficiato dei contributi a fondo perduto per i canoni di locazione erogati dal dipartimento per lo Sport negli anni 2020 e 2021
  • svolgere all’interno dell’immobile, per il quale si chiede il contributo, una delle attività sportive riconosciute dal Coni o dal Cip
  • essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie
  • utilizzare prevalentemente per lo svolgimento delle attività sportive i locali per cui si chiede il bonus
  • essere in regola con il pagamento del canone di locazione/concessorio fino al 31 dicembre 2019 per i contratti già in vigore antecedentemente al 1° gennaio 2020.

Inoltre è indispensabile allegare:

  • in caso di locazione, copia della “Interrogazione del contratto di locazione” da richiedere, anche online, all’Agenzia delle entrate
  • nel caso di concessioni di impianti pubblici sportivi/aree demaniali, copia della “Interrogazione del contratto di concessione” da richiedere presso l’Agenzia delle entrate oppure copia conforme all’originale del contratto di concessione.

Requisiti seconda sessione: 1-10 dicembre
Tra i requisiti obbligatori che dovrà di autocertificare il rappresentante legale delle organizzazioni dilettantistiche che chiedono il contributo in occasione della seconda sessione soni indicati:

  • non essere titolare di uno o più contratti di locazione commerciale ad uso non abitativo, o di concessione onerosa di impianto pubblico sportivo o di area demaniale
  • non avere beneficiato dei contributi a fondo perduto previsti dal decreto dell’11 giugno 2020 del dipartimento per lo Sport, o dal decreto del capo dipartimento per lo sport del 9 novembre 2020, o dall’avviso per lo sport del 18 novembre 2020
  • essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie richieste dal comune di appartenenza per lo svolgimento delle attività sportive dichiarate
  • avere alla data del 15 ottobre 2021 almeno 20 tesserati.

Inoltre, ai fini della verifica del possesso dei requisiti richiesti, è necessario allegare, in fase di compilazione del modulo online della domanda all’interno dell’apposita piattaforma, la dichiarazione rilasciata dall’organismo sportivo nazionale a cui la Asd/Ssd è affiliata, attestante il numero di tesserati alla data del 15 ottobre 2021.

Limiti del contributo
I beneficiari della prima sessione riceveranno una somma corrispondente a un canone mensile di locazione. Alle associazioni e società sportive dilettantistiche che faranno richiesta per il contributo forfetario sarà invece erogato un importo pari a 800 euro.
Nel caso in cui l’ammontare delle richieste pervenute superi o non raggiunga il totale delle risorse disponibili, il dipartimento per lo Sport provvederà a una rimodulazione dei contributi in base alle disponibilità finanziarie.

La somma spettante sarà erogata tramite accredito sul conto corrente della società o associazione sportiva il cui Iban è stato comunicato con la richiesta del contributo.

Condividi su:
Poche ore e ripartono le richieste per il bonus locazioni Asd/Ssd

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Bonus edilizi e Superbonus, il punto su visto di conformità e asseverazione

Con la circolare del n. 16/E, firmata oggi, 29 novembre 2021, dal direttore Ruffini, l’Agenzia delle entrate, a pochi giorni dalla pubblicazione delle Faq (vedi articolo “Decreto “Antifrodi” sui bonus edilizi, le risposte ai dubbi dei contribuenti”), fornisce ulteriori chiarimenti a contribuenti e operatori sull’applicazione del decreto “Antifrodi” (il Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cpf “discoteche”, tutto pronto, dal 2 dicembre il via alle istanze

Con la firma del provvedimento del 29 novembre 2021, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, porta ad attuazione l’articolo 2 del decreto “Sostegni-bis” (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cfp perequativo del “Sostegni-bis”: istanze a partire da oggi, 29 novembre

Via libera al contributo a fondo perduto “perequativo”, l’ulteriore aiuto di Stato per gli operatori economici danneggiati dall’emergenza Covid-2019, basato sull’intero peggioramento del risultato economico delle imprese, come previsto dal decreto Sostegni-bis (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Fondo pensione transfrontaliero: adesioni italiane senza sostitutiva

Un fondo pensione transfrontaliero, non residente in Italia e senza stabile organizzazione, istituito su iniziativa della Commissione europea, che opera a livello cross-border raccogliendo adesioni su base collettiva anche in Italia, non dovrà applicare l’imposta sostitutiva del 20% sul risultato netto di gestione (articolo 17 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto