Attualità

6 Agosto 2021

Tax Justice Df : online il secondo volume

Il secondo volume del progetto editoriale “Tax Justice Df” è stato pubblicato sul sito della Giustizia tributaria del dipartimento delle Finanze, che lo comunica con una nota di ieri, 5 agosto. Si tratta di una rassegna giurisprudenziale ragionata delle Commissioni tributarie dedicato a “Le operazioni soggettivamente inesistenti: giurisprudenza sui profili fiscali e dialogo tra Corti”.

Il testo, suddiviso in tre parti, approfondisce il tema delle operazioni soggettivamente inesistenti analizzando la più recente giurisprudenza riguardante alcuni profili del regime fiscale delle operazioni stesse – quali la deducibilità dei costi, l’indetraibilità dell’Iva –, l’istituto del raddoppio dei termini nonché il rapporto tra accertamento fiscale, processo tributario e giudizio penale.

La pubblicazione intende offrire una rassegna di facile consultazione sulle questioni di maggiore interesse in materia, concentrandosi sulla giurisprudenza tributaria e penale, senza trascurare il dialogo tra giudici nazionali, Corte di Giustizia e Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Le tre aree tematiche in cui è suddiviso il volume sono:

  • Il regime fiscale di deducibilità dei costi e delle spese e di indetraibilità dell’Iva
  • Il raddoppio dei termini per l’accertamento in caso di violazioni che comportano l’obbligo di denuncia penale per uno dei reati previsti dal decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74
  • Il rapporto tra procedimento amministrativo, processo tributario e giudizio penale.

I tre temi sono trattati utilizzando la stessa metodologia: ricostruzione della normativa e della prassi di riferimento a cui fa seguito un focus giurisprudenziale sulle fattispecie attinenti, considerando i contrasti emersi e i principi ormai consolidati ed evidenziando le ragioni alla base degli orientamenti esaminati.

Condividi su:
Tax Justice Df : online il secondo volume

Ultimi articoli

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Rilascio obbligatorio delle frequenze, l’indennizzo è contributo in c/capitale

Con la risposta n. 427 del 12 agosto 2022, l’Agenzia chiarisce che il contributo percepito nell’anno corrente dalla società e previsto ex lege per la rottamazione obbligatoria delle frequenze inerenti al servizio televisivo digitale terrestre va qualificato come sopravvenienza attiva e, essendo ricompreso nell’articolo 88, comma 3, lettera b) del Tuir, concorre alla determinazione del reddito nell’esercizio in cui è stato incassato e nei successivi, ma non oltre il quarto.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Il riaddebito del Bollo al cliente è parte integrante del compenso

L’imposta di bollo addebitata in fattura è assimilabile ai ricavi e ai compensi e concorre alla determinazione forfettaria del reddito soggetto a imposta sostitutiva ed è, quindi, rilevante ai fini della tassazione.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Credito d’imposta “affitti”, ok anche dopo il 30 giugno 2022

Con la risposta n. 426 del 12 agosto 2022, l’Agenzia delle entrate chiarisce che, al ricorrere dei requisiti richiesti dalla norma, per i periodi oggetto di agevolazione, è possibile fruire del credito per canoni di locazione ad uso non abitativo ed affitto d’azienda, con riferimento alle mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto 2022, in considerazione delle prospettabili difficoltà interpretative della misura di sostegno individuate in sede europea.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Investimenti pubblicitari, il bonus non ammette la presenza di “terzi”

Non sono agevolabili le spese per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie effettuate sui mezzi di informazione (quotidiani, periodici ed emittenti televisive e radiofoniche locali) operate indirettamente, ossia tramite i servizi prestati da terzi.

torna all'inizio del contenuto