Attualità

25 Giugno 2021

Cessioni bovini e suini con meno Iva, adeguato il software per le e-fatture

Il Dl “Sostegni-bis” (articolo 68) ha ritoccato in aumento la percentuale di compensazione Iva applicabile alle cessioni di bovini e suini realizzate nel 2021 dai produttori agricoli a regime speciale (vedi articolo “Dl sostegni bis – 5: Iva leggera per le cessioni di bovini e suini”). l’Agenzia ne ha preso atto e, di conseguenza, ha aggiornato il software di compilazione delle fatture elettroniche.

La versione attualmente online, la 2.0.8 del 25 giugno 2021, correttamente riporta, nell’elenco delle aliquote Iva, la nuova percentuale del 9,5% che può essere applicata, per il calcolo dell’Iva dovuta in relazione alle vendite di bovini e suini effettuate dal 1° gennaio 2021 e per tutto l’anno in corso. 

Condividi su:
Cessioni bovini e suini con meno Iva, adeguato il software per le e-fatture

Ultimi articoli

Attualità 20 Ottobre 2021

Tax credit servizi digitali 2021, le domande da oggi, 20 ottobre

Al via da oggi, 20 ottobre, e fino alla mezzanotte del 20 novembre 2021 le domande al dipartimento per l’Informazione e l’Editoria per accedere al credito d’imposta riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e periodici per l’acquisizione di servizi digitali.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

Il contratto non lascia dubbi è una permuta di beni pubblici

Il contratto di trasferimento di un immobile dal Demanio, che agisce per conto dello Stato, a un ente territoriale, in attuazione di un accordo di programma quadro, se contiene l’elenco dei beni immobili reciprocamente trasferiti con il relativo valore e presenta gli elementi tipici dell’operazione, può essere considerato una permuta di beni pubblici e beneficiare dei relativi regimi di favore previsti per le imposte di registro, ipo-catastali e bollo.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

I registratori di cassa telematici non sono “iperammortizzabili”

L’interconnessione dei registratori di cassa telematici con il sistema informativo aziendale non comporta, di per sé, l’automatico riconoscimento dell’agevolazione prevista dalla legge di bilancio 2017 (articolo 1, comma 9) e più volte prorogata (articolo 1, comma 30, Bilancio 2018 e articolo 1, comma 60, Bilancio 2019), meglio conosciuta come “iperammortamento”.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2021

Bonus “Restauro” edifici storici, le istanze partono a febbraio 2022

È pari al 50% delle spese sostenute nel 2021 e 2022 il credito d’imposta previsto per la manutenzione, la protezione o il restauro degli immobili di interesse storico e artistico.

torna all'inizio del contenuto