Attualità

10 Giugno 2021

5 per mille 2020: online ammessi ed esclusi

Pubblicati sul sito dell’Agenzia delle entrate gli elenchi dei destinatari del 5‰ dell’anno finanziario 2020 riguardanti le preferenze espresse dai contribuenti nelle dichiarazioni dei redditi relative all’anno d’imposta 2019. Si tratta di undici elenchi e precisamente: Onlus e enti del volontariato (ammessi ed esclusi), ricerca scientifica (ammessi ed esclusi), ricerca sanitaria (ammessi), comuni di residenza (ammessi), associazioni sportive dilettantistiche (ammesse ed escluse), enti dei beni culturali e paesaggistici (ammessi ed esclusi), enti gestori delle aree protette (ammessi) per un totale di 69.151 beneficiari.
Nell’area tematica “5 per mille” del sito delle Entrate sono consultabili, insieme agli importi, gli elenchi degli ammessi e degli esclusi che sono disponibili in ordine decrescente di importo attribuito a ciascun nominativo con l’indicazione dei dati della Regione, della Provincia e del Comune in cui ha la sede legale l’ente.

Tutti i “numeri” del 2020
In totale, il 5 per mille 2020, in base alle scelte espresse, distribuirà 520milioni di euro ai 69.151 enti agli ammessi al riparto. Curiosando tra i numeri ancora una volta la parte del leone spetta agli enti del volontariato che hanno al loro attivo 49.491 enti ammessi, a fronte di 972 esclusi, per un totale di oltre 338milioni di euro di contributi. Al secondo posto tutti i 106 enti della ricerca sanitaria, premiata con 78milioni di euro, a cui segue quella scientifica a cui i contribuenti hanno indirizzato 68,1 milioni di euro, con 510 enti (e 2 esclusi).
Sono 10.902 le associazioni sportive dilettantistiche ammesse (784 quelle escluse) a cui viene assegnato un importo di oltre 15,8 milioni di euro ripartito tra gli aventi diritto; gli enti dei beni culturali e paesaggistici ammessi sono 136 – 14 esclusi – che si aggiudicano un importo di poco inferiore a 2milioni di euro; 24 gli enti gestori delle aree protette a cui viene ripartita la somma di 517mila euro di contributi del 5 per mille.
A questi elenchi si aggiunge l’elenco dei 7.982 Comuni d’Italia a cui sono destinati 16,5milioni di euro.
 

Condividi su:
5 per mille 2020: online ammessi ed esclusi

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Tax credit investimenti Mezzogiorno, un pro-rata pari a zero alza la misura

La società che ha acquistato, dal 2017 al 2020, attrezzature e impianti strumentali per la propria attività, beneficiando del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno (commi da 98 a 108, legge n.

Analisi e commenti 23 Giugno 2021

Regimi speciali Iva Oss e Ioss – 3 Moss non Ue apre a tutti i servizi

Dal 1° luglio, l’attuale sistema del Mini one stop shop, regime non Ue applicabile ai soggetti passivi non stabiliti nell’Unione europea, che forniscono servizi TTE, verrà ampliato a tutte le prestazioni, territorialmente rilevanti ai fini Iva in uno Stato membro, fornite a consumatori finali.

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Esenzione Irap da “Rilancio” per la società costituita nel 2019

La società nata il 1° ottobre 2019, che ha stabilito una durata di 15 mesi per il primo esercizio sociale, con primo esercizio “a cavallo” (dalla costituzione al 31 dicembre 2020), non deve effettuare i versamenti dell’Irap in scadenza a giugno 2021, ossia il versamento del saldo relativo al periodo d’imposta 1° ottobre 2019 – 31 dicembre 2020 e la prima rata di acconto relativo al periodo d’imposta 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

“Legge Antispreco”, i chiarimenti sui beni non più commercializzabili

Nell’ambito dei beni ceduti per finalità solidaristiche e ambientali la presenza di imperfezioni, alterazioni, danni o vizi dei prodotti tali da non modificarne l’idoneità all’utilizzo o altri motivi similari, non si riferisce alla locuzione “non più commercializzati”, ma solo all’espressione “non idonei alla commercializzazione”.

torna all'inizio del contenuto