Attualità

3 Giugno 2021

Tax credit cinema, terminato l’iter che ha aperto a nuovi beneficiari

Online, sul sito del Mic – direzione generale Cinema e Audiovisivo – i due decreti direttoriali dello scorso 31 maggio  contenenti, rispettivamente, gli esiti delle istruttorie sull’ammissibilità delle richieste definitive del credito d’imposta per la produzione cinematografica e per la distribuzione, e delle istanze di rettifica dei bonus programmazione 2019 e 2020.
Le tabelle allegate a entrambi i provvedimenti indicano i beneficiari dell’agevolazione con accanto gli importi a ciascuno assegnati, suddivisi in base al piano di utilizzo specificato all’interno delle rispettive domande.
 
La Dg Cinema ricorda che la pubblicazione dei due decreti costituisce il riconoscimento ufficiale del credito d’imposta che non verrà, quindi, comunicato ai singoli tramite comunicazione via Pec.
La somma è spendibile dal 10 del mese successivo alla pubblicazione dei decreti.
La direzione generale specifica, inoltre, che le tabelle riportano soltanto i nuovi beneficiari e non coloro che hanno ricevuto il via libera tramite Pec o precedenti decreti. Le richieste per le quali l’istruttoria è ancora in fase di perfezionamento faranno parte di successivi decreti direttoriali pubblicati con le stesse modalità.
 
 

Condividi su:
Tax credit cinema, terminato l’iter che ha aperto a nuovi beneficiari

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Tax credit investimenti Mezzogiorno, un pro-rata pari a zero alza la misura

La società che ha acquistato, dal 2017 al 2020, attrezzature e impianti strumentali per la propria attività, beneficiando del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno (commi da 98 a 108, legge n.

Analisi e commenti 23 Giugno 2021

Regimi speciali Iva Oss e Ioss – 3 Moss non Ue apre a tutti i servizi

Dal 1° luglio, l’attuale sistema del Mini one stop shop, regime non Ue applicabile ai soggetti passivi non stabiliti nell’Unione europea, che forniscono servizi TTE, verrà ampliato a tutte le prestazioni, territorialmente rilevanti ai fini Iva in uno Stato membro, fornite a consumatori finali.

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Esenzione Irap da “Rilancio” per la società costituita nel 2019

La società nata il 1° ottobre 2019, che ha stabilito una durata di 15 mesi per il primo esercizio sociale, con primo esercizio “a cavallo” (dalla costituzione al 31 dicembre 2020), non deve effettuare i versamenti dell’Irap in scadenza a giugno 2021, ossia il versamento del saldo relativo al periodo d’imposta 1° ottobre 2019 – 31 dicembre 2020 e la prima rata di acconto relativo al periodo d’imposta 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

“Legge Antispreco”, i chiarimenti sui beni non più commercializzabili

Nell’ambito dei beni ceduti per finalità solidaristiche e ambientali la presenza di imperfezioni, alterazioni, danni o vizi dei prodotti tali da non modificarne l’idoneità all’utilizzo o altri motivi similari, non si riferisce alla locuzione “non più commercializzati”, ma solo all’espressione “non idonei alla commercializzazione”.

torna all'inizio del contenuto