Normativa e prassi

11 Maggio 2021

Fabbricati “D” non accatastati: coefficienti per Imu e Impi 2021

In rete, sul sito del dipartimento delle Finanze, in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto direttoriale 7 maggio 2021, che aggiorna i coefficienti 2021 da utilizzare per il calcolo dell’imposta municipale propria (Imu) e dell’imposta immobiliare sulle piattaforme marine (Impi), relative ai fabbricati del gruppo catastale “D”, ossia immobili a destinazione speciale come opifici, alberghi, ospedali, capannoni e palestre.

In particolare, si tratta di immobili non iscritti in Catasto, posseduti interamente da imprese e distintamente contabilizzati, e per i quali non è stata ancora chiesta l’attribuzione della rendita.
Per questa categoria di fabbricati, fino all’anno della loro iscrizione in Catasto e attribuzione della rendita, la base imponibile è determinata con riferimento ai costi di acquisto o di costruzione risultanti dalle scritture contabili, all’inizio di ciascun anno solare, o se successiva, alla data di acquisizione dell’unità immobiliare (articolo 1, comma 746, Bilancio 2020) applicando i coefficienti aggiornati con decreto del ministro delle Finanze.
Il Mef, nell’adeguamento relativo ai valori validi per il 2021, ha tenuto conto dei dati Istat sull’andamento del costo di costruzione di un capannone.

Gli stessi coefficienti, dallo scorso anno, sono utilizzabili anche per fissare il valore delle piattaforme marine e calcolare la nuova imposta Impi, introdotta dall’articolo 38 del collegato fiscale alla legge di bilancio 2020 (Dl n. 124/2019), la cui base imponibile è calcolata applicando le stesse regole previste per l’Imu.

Condividi su:
Fabbricati “D” non accatastati: coefficienti per Imu e Impi 2021

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Tax credit investimenti Mezzogiorno, un pro-rata pari a zero alza la misura

La società che ha acquistato, dal 2017 al 2020, attrezzature e impianti strumentali per la propria attività, beneficiando del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno (commi da 98 a 108, legge n.

Analisi e commenti 23 Giugno 2021

Regimi speciali Iva Oss e Ioss – 3 Moss non Ue apre a tutti i servizi

Dal 1° luglio, l’attuale sistema del Mini one stop shop, regime non Ue applicabile ai soggetti passivi non stabiliti nell’Unione europea, che forniscono servizi TTE, verrà ampliato a tutte le prestazioni, territorialmente rilevanti ai fini Iva in uno Stato membro, fornite a consumatori finali.

Normativa e prassi 23 Giugno 2021

Esenzione Irap da “Rilancio” per la società costituita nel 2019

La società nata il 1° ottobre 2019, che ha stabilito una durata di 15 mesi per il primo esercizio sociale, con primo esercizio “a cavallo” (dalla costituzione al 31 dicembre 2020), non deve effettuare i versamenti dell’Irap in scadenza a giugno 2021, ossia il versamento del saldo relativo al periodo d’imposta 1° ottobre 2019 – 31 dicembre 2020 e la prima rata di acconto relativo al periodo d’imposta 1° gennaio 2021 – 31 dicembre 2021.

Normativa e prassi 22 Giugno 2021

“Legge Antispreco”, i chiarimenti sui beni non più commercializzabili

Nell’ambito dei beni ceduti per finalità solidaristiche e ambientali la presenza di imperfezioni, alterazioni, danni o vizi dei prodotti tali da non modificarne l’idoneità all’utilizzo o altri motivi similari, non si riferisce alla locuzione “non più commercializzati”, ma solo all’espressione “non idonei alla commercializzazione”.

torna all'inizio del contenuto