Attualità

29 Marzo 2021

Tax credit settore cinema, in rete nuovi beneficiari

Con tre distinti decreti direttoriali di oggi, 29 marzo 2021, della direzione generale Cinema e Audiovisivo del ministero della Cultura sono pubblicati gli elenchi dei beneficiari e gli esiti delle istruttorie effettuate per il riconoscimento dei crediti di imposta.

In particolare, in Rete troviamo gli esiti delle istruttorie effettuate sull’ammissibilità:

– delle richieste preventive di credito d’imposta pervenute per la produzione tv/web

– delle richieste definitive di credito d’imposta pervenute per la produzione cinematografica, per la produzione tv/web, per la produzione esecutiva di opere straniere e per la distribuzione

– delle richieste relative alle rettifiche dei crediti d’imposta per la programmazione 2019 e 2020.

Il primo decreto direttoriale riconosce a un’impresa di produzione cinematografica, nello specifico produzione tv/web, i crediti d’imposta teorici.

I crediti d’imposta definitivi sono invece riconosciuti, con il secondo decreto direttoriale, alle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, di distribuzione e alle imprese esterne alla filiera cinematografica. Nel dettaglio, dalla lettura della tabella allegata al decreto, sono 14 le opere per la produzione cinema, 7 per la produzione cinema passaggio a nuova aliquota, 11 per la produzione tv e web, 5 per produzione esecutiva di opere straniere, 3 per la distribuzione.

Rettifiche arrivano con il terzo provvedimento, che riconosce alle imprese di esercizio cinematografico i crediti d’imposta per il potenziamento dell’offerta cinematografica, in relazione alla programmazione degli anni 2019 e 2020, “corretti” a seguito delle ulteriori attività di istruttoria e controllo. Nell’elenco allegato si leggono 29 beneficiari.

La pubblicazione costituisce comunicazione di riconoscimento del credito d’imposta, pertanto il ministero della Cultura non procederà all’invio a mezzo Pec delle singole comunicazioni.

Il bonus è utilizzabile a partire dal giorno 10 del mese successivo alla comunicazione di riconoscimento del credito d’imposta.

I provvedimenti, ricorda la direzione generale, non contengono le domande per le quali è stato già comunicato l’ottenimento del credito d’imposta e/o dell’eleggibilità culturale, a mezzo Pec o nei precedenti decreti direttoriali. Inoltre, le richieste per le quali l’istruttoria è ancora in fase di perfezionamento faranno parte di successivi decreti direttoriali pubblicati sul sito internet della direzione Cinema e Audiovisivo.
 

Condividi su:
Tax credit settore cinema, in rete nuovi beneficiari

Ultimi articoli

Attualità 15 Aprile 2021

Cessione credito o sconto in fattura. Countdown per la comunicazione

Scade oggi, 15 aprile 2021, il termine per comunicare, all’Agenzia delle entrate, la scelta per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, al posto dell’utilizzo diretto del Superbonus nella propria dichiarazione dei redditi, in relazione alle spese sostenute nel 2020.

Attualità 14 Aprile 2021

Imposta di bollo sulle e-fatture, una guida al corretto adempimento

È online nella sezione “l’Agenzia informa”, all’interno dell’area tematica “Fattura elettronica e corrispettivi telematici” e su questa rivista la nuova guida “L’imposta di bollo sulle fatture elettroniche”, che segue il provvedimento del 4 febbraio scorso, siglato dal direttore dell’Agenzia delle entrate Ruffini, in materia di integrazione delle fatture elettroniche sulle quali è dovuta l’imposta di bollo e della messa a disposizione da parte dell’Agenzia per i soggetti Iva della relativa procedura web (vedi articolo “Imposta di bollo sulle e-fatture, il nuovo servizio per gli operatori”).

Normativa e prassi 14 Aprile 2021

Cucine arredate a Iva ordinaria, anche se tutt’uno con le case cedute

La cessione di cucine arredate, inglobate in unità abitative oggetto di compravendita (cessione “a corpo”), sconta l’Iva ordinaria “in tutti i sensi”, sia verso il cliente finale sia al passaggio dal produttore alla società immobiliare.

Normativa e prassi 14 Aprile 2021

Definite le specifiche tecniche per trasmettere i dati Irap 2021

Definite, con il provvedimento del 13 aprile 2021, siglato dal direttore dell’Agenzia Ruffini, le specifiche tecniche, in formato xml, da utilizzare, tramite l’Agenzia delle entrate, per la trasmissione alle Regioni e alle Province autonome di Trento e Bolzano dei dati relativi alla dichiarazione Irap 2021.

torna all'inizio del contenuto