Attualità

29 Marzo 2021

Tax credit settore cinema, in rete nuovi beneficiari

Con tre distinti decreti direttoriali di oggi, 29 marzo 2021, della direzione generale Cinema e Audiovisivo del ministero della Cultura sono pubblicati gli elenchi dei beneficiari e gli esiti delle istruttorie effettuate per il riconoscimento dei crediti di imposta.

In particolare, in Rete troviamo gli esiti delle istruttorie effettuate sull’ammissibilità:

– delle richieste preventive di credito d’imposta pervenute per la produzione tv/web

– delle richieste definitive di credito d’imposta pervenute per la produzione cinematografica, per la produzione tv/web, per la produzione esecutiva di opere straniere e per la distribuzione

– delle richieste relative alle rettifiche dei crediti d’imposta per la programmazione 2019 e 2020.

Il primo decreto direttoriale riconosce a un’impresa di produzione cinematografica, nello specifico produzione tv/web, i crediti d’imposta teorici.

I crediti d’imposta definitivi sono invece riconosciuti, con il secondo decreto direttoriale, alle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, di distribuzione e alle imprese esterne alla filiera cinematografica. Nel dettaglio, dalla lettura della tabella allegata al decreto, sono 14 le opere per la produzione cinema, 7 per la produzione cinema passaggio a nuova aliquota, 11 per la produzione tv e web, 5 per produzione esecutiva di opere straniere, 3 per la distribuzione.

Rettifiche arrivano con il terzo provvedimento, che riconosce alle imprese di esercizio cinematografico i crediti d’imposta per il potenziamento dell’offerta cinematografica, in relazione alla programmazione degli anni 2019 e 2020, “corretti” a seguito delle ulteriori attività di istruttoria e controllo. Nell’elenco allegato si leggono 29 beneficiari.

La pubblicazione costituisce comunicazione di riconoscimento del credito d’imposta, pertanto il ministero della Cultura non procederà all’invio a mezzo Pec delle singole comunicazioni.

Il bonus è utilizzabile a partire dal giorno 10 del mese successivo alla comunicazione di riconoscimento del credito d’imposta.

I provvedimenti, ricorda la direzione generale, non contengono le domande per le quali è stato già comunicato l’ottenimento del credito d’imposta e/o dell’eleggibilità culturale, a mezzo Pec o nei precedenti decreti direttoriali. Inoltre, le richieste per le quali l’istruttoria è ancora in fase di perfezionamento faranno parte di successivi decreti direttoriali pubblicati sul sito internet della direzione Cinema e Audiovisivo.
 

Condividi su:
Tax credit settore cinema, in rete nuovi beneficiari

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Wallet utilizzabile ad ampio raggio, per l’Iva è un voucher multiuso

Le cessioni e le prestazioni di servizi pagate con un borsellino elettronico che consente di effettuare trasferimenti soggetti ad aliquote Iva differenti sono considerate realizzate quando avviene l’operazione e non all’emissione del buono, e devono essere documentate in quel momento con fattura o tramite memorizzazione elettronica e invio telematico dei corrispettivi giornalieri.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Integratori alimentari liquidi: Iva al 10% se destinati alla salute

Le cessioni di integratori alimentari che si presentano in forma liquida e sono utilizzati per mantenere l’organismo in buona salute possono fruire dell’Iva ridotta, nella misura del 10%, non essendo i beni riconducibili alla categoria degli “sciroppi di qualsiasi natura” che è esclusa dall’applicazione dell’aliquota agevolata.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Non paga Ires e Irap il contributo anti-Covid erogato dalla Regione

Il sostegno economico erogato dalla Regione in forma di sovvenzione del prestito ricevuto in banca per far fronte all’emergenza sanitaria e per non chiudere l’attività è assimilabile ai contributi a fondo perduto erogati con gli stessi scopi dallo Stato nel periodo della pandemia e, di conseguenza, non è rilevante ai fini dell’imponibile Ires e Irap.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Crediti d’imposta “trasferiti”: le specifiche per richieste ed esiti

Approvate, con provvedimento del direttore dell’Agenzia del 29 luglio 2021, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica massiva, alle Entrate, delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito dell’Agenzia, e per la comunicazione telematica, ai cessionari, degli esiti delle stesse richieste.

torna all'inizio del contenuto