Dati e statistiche

15 Marzo 2021

Entrate tributarie e contributive: a disposizione il 2020 e gennaio 2021

Disponibile, sui siti dei dipartimenti Finanze e Ragioneria generale dello Stato, il Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e contributive dell’anno 2020 e del mese di gennaio 2021, entrambi redatti congiuntamente dal Df e dalla Rgs.

Nel complesso l’anno 2020 evidenzia una flessione delle entrate tributarie e contributive pari al 6,4% (-46.651 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno 2019 di cui -32.492 milioni (6,6%) sono da imputare alle entrate tributarie e -14.159 milioni (6%) a quelle contributive.

Quanto alle entrate del mese di gennaio 2021 il report evidenzia una diminuzione del 5,8% (-3.767 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo del 2020. Anche in questo caso il dato rileva la proporzione del segno meno, dovuta per il 5,3% (-2.017 milioni di euro) alle entrate tributarie e per il 6,7% (-1.750 milioni di euro) alle contributive.
Si segnalano anche elementi di disomogeneità, sia nel confronto tra le due annualità (2020-2019) sia in quello riferito al mese di gennaio 2021 rispetto a gennaio 2020, a causa delle disposizioni adottate dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria che hanno previsto sospensioni o riduzioni di versamenti per diverse tipologie d’imposta.
Sui dati di gennaio, inoltre, ha influito anche il Dl n. 104/2020 che ha disposto la rateizzazione dei versamenti con il pagamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.

Nelle entrate tributarie, sia annuali sia relative a gennaio, sono inclusi anche i principali tributi degli enti territoriali e le poste correttive, integrando quindi il dato già diffuso dal Mef con la nota del 5 marzo 2021.

Sulla comparazione dei dati si veda anche il contributo pubblicato su questa rivista “Entrate tributarie: l’andamento di tutto il 2020 e di gennaio 2021”, con il report sulla fiscalità del 5 marzo scorso.

Condividi su:
Entrate tributarie e contributive: a disposizione il 2020 e gennaio 2021

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Wallet utilizzabile ad ampio raggio, per l’Iva è un voucher multiuso

Le cessioni e le prestazioni di servizi pagate con un borsellino elettronico che consente di effettuare trasferimenti soggetti ad aliquote Iva differenti sono considerate realizzate quando avviene l’operazione e non all’emissione del buono, e devono essere documentate in quel momento con fattura o tramite memorizzazione elettronica e invio telematico dei corrispettivi giornalieri.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Integratori alimentari liquidi: Iva al 10% se destinati alla salute

Le cessioni di integratori alimentari che si presentano in forma liquida e sono utilizzati per mantenere l’organismo in buona salute possono fruire dell’Iva ridotta, nella misura del 10%, non essendo i beni riconducibili alla categoria degli “sciroppi di qualsiasi natura” che è esclusa dall’applicazione dell’aliquota agevolata.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Non paga Ires e Irap il contributo anti-Covid erogato dalla Regione

Il sostegno economico erogato dalla Regione in forma di sovvenzione del prestito ricevuto in banca per far fronte all’emergenza sanitaria e per non chiudere l’attività è assimilabile ai contributi a fondo perduto erogati con gli stessi scopi dallo Stato nel periodo della pandemia e, di conseguenza, non è rilevante ai fini dell’imponibile Ires e Irap.

Normativa e prassi 29 Luglio 2021

Crediti d’imposta “trasferiti”: le specifiche per richieste ed esiti

Approvate, con provvedimento del direttore dell’Agenzia del 29 luglio 2021, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica massiva, alle Entrate, delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito dell’Agenzia, e per la comunicazione telematica, ai cessionari, degli esiti delle stesse richieste.

torna all'inizio del contenuto