Attualità

30 Dicembre 2020

Tax credit cinema definiti e teorici negli elenchi disponibili in rete

Con cinque distinti decreti, del 29 e 30 dicembre 2020, disponibili online, la direzione generale Cinema e Audiovisivo del ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo pubblica i risultati delle istruttorie sull’ammissibilità delle istanze preventive e delle richieste definitive per l’accesso ad alcuni crediti d’imposta riconosciuti a sostegno del settore cinematografico.

I suddetti provvedimenti, che contengono le tabelle degli ammessi con i relativi crediti assegnati, costituiscono comunicazione ufficiale della spettanza del bonus, quindi, gli interessati non riceveranno alcuna Pec a conferma del beneficio.
La somma ottenuta è utilizzabile a partire dal 10 del mese successivo alla pubblicazione dei relativi decreti. Non sono comprese negli elenchi le domande per le quali è stato già comunicato il riconoscimento del credito d’imposta e/o dell’eleggibilità culturale via Pec o con precedenti decreti direttoriali.
Le richieste ancora in fase di perfezionamento faranno parte di successivi Dd pubblicati, con le stesse modalità, sul sito internet della Dg Cinema e Audiovisivo.

Intanto, quest’ultimo pacchetto contiene 3 decreti direttoriali del 30 dicembre che riconoscono, rispettivamente:

  • alle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, di distribuzione e alle imprese esterne alla filiera cinematografica, inserite nelle tabelle allegate al documento, i crediti d’imposta definitivi, nella misura in esse indicate, come prevedono i decreti ministeriali “Tax credit produzione”  e “Altri tax credit
  • alle imprese di produzione cinematografica della tabella allegata i crediti d’imposta teorici, nella misura indicata, in base al Dm “Tax credit produzione”
  • alle opere cinematografiche e audiovisive indicate nell’elenco allegato, l’eleggibilità culturale.

Altri due Dd del 29 dicembre riconoscono, invece, rispettivamente, alle imprese italiane di esercizio cinematografico indicate negli elenchi allegati:

  • un credito di imposta finale per la realizzazione, ripristino e aumento schermi o per l’adeguamento strutturale e rinnovo impianti di sale cinematografiche, dopo il riconoscimento definitivo del bonus assegnato in via teorica previsto nelle rispettive domande preventive pervenute in relazione alla II e III sessione 2018 e nella II sessione 2019 dell’agevolazione (articolo 12, del Dm del 15 marzo2018)
  • un credito di imposta teorico, previsto nelle “prenotazioni” inviate in relazione alla II sessione 2019 del bonus previsto per la realizzazione, ripristino e aumento schermi o per l’adeguamento strutturale e rinnovo impianti di sale cinematografiche (articolo 11, Dm 15 marzo 2018).
Condividi su:
Tax credit cinema definiti e teorici negli elenchi disponibili in rete

Ultimi articoli

Attualità 6 Maggio 2021

Bonus pubblicità, online l’elenco per gli investimenti sulla stampa

Pubblicato, sul sito del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria l’elenco, trasmesso dall’Agenzia delle entrate, dei soggetti che hanno “prenotato” il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari.

Analisi e commenti 6 Maggio 2021

La stabile organizzazione – 1 dal modello Ocse al nostro Tuir

La stabile organizzazione rappresenta il criterio di collegamento o soglia minima che consente di ripartire la potestà impositiva tra stato della fonte e della residenza.

Dati e statistiche 5 Maggio 2021

Entrate tributarie gennaio-marzo 2021. Ancora sotto l’effetto della pandemia

Nel primo trimestre del 2021 le entrate tributarie hanno registrato un recupero dello 0,8% portando 803 milioni di euro in più nelle casse dello Stato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 99.

Attualità 5 Maggio 2021

Crescita digitale obiettivo prioritario. Ne ha parlato oggi il direttore Ruffini

Si è svolta stamattina, 5 maggio 2021, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria l’audizione del direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, sui progetti di digitalizzazione e innovazione tecnologica delle banche dati fiscali.

torna all'inizio del contenuto