Attualità

23 Dicembre 2020

Siglato il Memorandum d’intesa in favore dei lavoratori frontalieri

Con il comunicato di oggi, 23 dicembre 2020, il ministero dell’Economia e delle Finanze annuncia la firma del Memorandum d’Intesa tra il vice ministro dello stesso Mef, Antonio Misiani, l’Associazione dei Comuni italiani di frontiera e i sindacati confederali di Cgil, Cisl e Uil. Al processo di definizione dell’accordo Italia-Svizzera sulla tassazione dei lavoratori frontalieri hanno partecipato anche le organizzazioni sindacali svizzere Unia e Ocst.
Tra i temi centrali il riconoscimento della specificità e del ruolo dei Comuni di frontiera e la riduzione del carico fiscale sui lavoratori frontalieri.
 
Nel costruttivo e positivo confronto, specifica il comunicato odierno, il Governo si è impegnato a garantire in via strutturale risorse finanziarie per i Comuni di frontiera pari a quelle del 2019, circa 90 milioni di euro, e, allo stesso tempo, il finanziamento di progetti di sviluppo economico e sociale dei territori interessati a valere su eventuali maggiori entrate, al netto dei costi delle misure previste dallo stesso Memorandum stesso.
Altro impegno del Governo è l’introduzione di meccanismi finalizzati ad alleggerire il carico impositivo dei lavoratori frontalieri, attraverso, tra l’altro, l’innalzamento della ‘no tax area’ per i redditi di lavoro dipendente a 10mila euro e la non imponibilità degli assegni familiari erogati dagli enti di previdenza dello Stato in cui il frontaliere presta lavoro.
E ancora, il Governo si impegna a convocare annualmente un incontro con le organizzazioni sindacali firmatarie e con l’associazione dei Comuni italiani di frontiera per il monitoraggio della corretta applicazione dell’accordo firmato dai Governi di Italia e Svizzera sull’imposizione dei lavoratori frontalieri, delle misure previste dal memorandum stesso e per promuovere un confronto sui progetti di sviluppo economico e sociale dei comuni di frontiera.
 
È prevista, infine, l’istituzione, entro il primo quadrimestre 2021, di un tavolo interministeriale di confronto, coordinato dal Governo, all’interno del quale verranno affrontate le proposte in materia di sicurezza e dialogo sociale, mercato del lavoro, cooperazione transnazionale, con l’obiettivo di definire uno Statuto dei lavoratori frontalieri.

Condividi su:
Siglato il Memorandum d’intesa in favore dei lavoratori frontalieri

Ultimi articoli

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il Fisco nella legge di bilancio – 12 Professionista malato, termini sospesi

I liberi professionisti ammalati o infortunati possono temporaneamente saltare gli appuntamenti con il Fisco, purché la forzata astensione dal lavoro duri più di tre giorni.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2022

Interventi energetici e antisismici: a ciascuno il suo stato di avanzamento

In un intervento di demolizione di due edifici con conseguente ricostruzione di un’unica unità abitativa, lo stato di avanzamento lavori pari al 30% del lavoro complessivo, che consente la fruizione dell’opzione cessione del credito, di cui l’istante intende beneficiare, deve essere riferito separatamente per ciascuno dei due interventi ammessi al Superbonus (efficientamento energetico e intervento antisismico), fermo restando il rispetto di tutte le altre condizioni previste dalla normativa.

Analisi e commenti 27 Gennaio 2022

Il settore immobiliare visto alla luce dei Big data

Tecniche di Data Mining per estrarre conoscenza dai Big data del settore immobiliare: su questo tema, Maurizio Festa, responsabile dell’ufficio Statistiche e Studi sul mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato un’interessante studio sull’ultimo numero di Territorio Italia.

Normativa e prassi 26 Gennaio 2022

“Disallineamenti da ibridi”; pronti i chiarimenti definitivi

Chiusa la consultazione pubblica relativa a un primo schema di circolare sull’applicazione, alle controlled foreign companies, della disciplina dei “disallineamenti da ibridi” (vedi articolo “Disallineamenti da ibridi; aperta la consultazione pubblica”) introdotta dal decreto “Atad” (articoli 6 e 11 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto