Attualità

23 Dicembre 2020

Modelli dichiarativi 2021: online in bozza 730, Cu, Iva e 770

Come ogni anno, sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, nella sezione “modelli” è disponibile da oggi, 23 dicembre 2020, la modulistica 2021 delle dichiarazioni 730, Certificazione unica, Iva e 770, in versione non definitiva, con le relative istruzioni. Tra le novità di quest’anno Superbonus, trattamento integrativo e misure anti-Covid.

Il 730/2021 accoglie le numerose misure introdotte a seguito dell’emergenza sanitaria che riguardano l’anno d’imposta 2020. Fanno il loro  ingresso nel modello il Superbonus 110%, il trattamento integrativo per i redditi da lavoro dipendente e assimilati, la detrazione d’imposta per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle disposizioni prese per contrastare l’epidemia, il bonus facciate, il bonus vacanze e il credito d’imposta per l’acquisto di monopattini elettrici e servizi per la mobilità elettrica.

La Certificazione unica 2021 accoglie il trattamento integrativo e l’ulteriore detrazione per i redditi di lavoro dipendente e assimilati, la clausola di salvaguardia per l’attribuzione da parte del sostituto del bonus Irpef e del trattamento integrativo in presenza di ammortizzatori sociali, l’attribuzione del premio ai lavoratori dipendenti per il mese di marzo 2020. All’appello ci sono anche le detrazioni per gli oneri parametrate al reddito e l’indicazione delle somme restituite al netto delle ritenute.

Passando al modello Iva/2021, tra le novità si segnala l’estensione del regime forfetario all’attività di oleoturismo, la soppressione dell’obbligo di comunicazione delle dichiarazioni d’intento ricevute da parte dei fornitori di esportatori abituali, la riduzione dell’aliquota per le cessioni di beni da utilizzare per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica e l’opzione per i contribuenti che eseguono prestazioni di servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici a committenti non soggetti passivi.

Nel modello 770/2021 new entry per le informazioni sul credito derivante dall’erogazione del trattamento integrativo e delle somme premiali per il lavoro prestato nel mese di marzo 2020, nonché in caso di restituzione di somme non spettanti al datore di lavoro. Aggiornate anche le istruzioni sull’erogazione dei dividendi distribuiti alle società semplici. Nuovi codici, infine, nei prospetti riepilogativi, per individuare i versamenti tardivi delle imposte a seguito dell’emergenza sanitaria.

Condividi su:
Modelli dichiarativi 2021: online in bozza 730, Cu, Iva e 770

Ultimi articoli

Attualità 19 Gennaio 2021

Superbonus 110%: sul sito della Pcm il portale ad hoc con le informazioni

Approda sul sito della Presidenza del consiglio dei Ministri il portale dedicato al Superbonus 110% dove i cittadini interessati possono trovare tutte le notizie sui requisiti per l’accesso alla maxi-detrazione e una specifica sezione con risposte alle domande frequenti (faq) a cura dell’Agenzia delle entrate ed Enea.

Normativa e prassi 19 Gennaio 2021

Piani di risparmio a lungo termine, al via la consultazione pubblica

Disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate lo schema di circolare sui piani individuali di risparmio a lungo termine (Pir), che ripercorre le peculiarità dello strumento finanziario, a partire dalla sua costituzione e disciplina fiscale, fino alle novità apportate dal Dl n.

Normativa e prassi 19 Gennaio 2021

Acquisti in tema di fusione nucleare, per l’esenzione Iva serve il certificato

Per usufruire della non imponibilità Iva prevista per gli acquisti di beni e servizi inerenti l’attività di ricerca nel campo della fusione nucleare effettuati presso un’organizzazione internazionale avente sede in Francia, l’istante, rappresentante della società acquirente, dovrà necessariamente munirsi del certificato di esenzione Iva, secondo quanto previsto dal Regolamento comunitario n.

Analisi e commenti 19 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 12 Fisco più leggero per gli Enc

Tassazione dimezzata per gli enti non commerciali. Dal 1° gennaio 2021 sono esclusi dalla formazione del reddito imponibile ai fini Ires, il 50% degli utili percepiti dagli Enc residenti (articolo 73, comma 1, lettera c, del Tuir) o da una stabile organizzazione di enti non residenti (articolo 73, comma 1, lettera d, del Tuir), che esercitano, in Italia, senza scopo di lucro, in via esclusiva o principale, una o più attività di interesse generale con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale svolte in specifici settori.

torna all'inizio del contenuto