Attualità

30 Novembre 2020

Tax credit comparto cinema: nuovi elenchi con beneficiari e misure

Sono in rete, sul sito del Mibact – direzione generale Cinema e Audiovisivo – tre distinti decreti direttoriali (tax credit produzione e riconoscimento eleggibilità culturale e tax credit sale cinematografiche), tutti e tre del 27 novembre 2020, con le ultime liste di imprese e opere ammesse nell’alveo degli sconti fiscali previsti dagli articoli 15 e 19, e 17 della legge n. 220/2016 e regolati dal Dm del 15 marzo 2018. In particolare, i provvedimenti contengono gli elenchi dei beneficiari e gli esiti delle istruttorie effettuate, a seguito di apposita richiesta, per il riconoscimento dell’eleggibilità culturale delle produzioni, propedeutico per l’ammissibilità allo specifico credito. Inoltre, con il decreto direttoriale di oggi, 30 novembre, sono pubblicati gli esiti delle istruttorie di ammissibilità delle richieste definitive di credito d’imposta pervenute per la produzione cinematografica, per la produzione tv/web, per la distribuzione nazionale e per i soggetti esterni alla filiera cinematografica (tax credit riconoscimento definitivo).

Il primo decreto, tenuto conto delle richieste pervenute nel corso del 2020, contiene l’elenco delle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva italiane alle quali è riconosciuto il credito d’imposta per la produzione, i cui importi sono suddivisi in base al piano di utilizzo specificato all’interno di ciascuna domanda. L’elenco è suddiviso in produzione cinematografica, produzione esecutiva di opere straniere e produzione tv e web.

Sempre sulla base delle domande presentate nel 2020, il secondo decreto riconosce a 152 diverse opere l’auspicata eleggibilità culturale, come detto, passe-partout per l’ammissione al tax credit produzione.

Con il terzo, in considerazione delle richieste preventive di credito di imposta pervenute nel 2018, II e III sessione, e nel 2019, II sessione, il Mibact approva la lista delle imprese per le quali l’istruttoria, relativa alla domanda di accesso al beneficio fiscale, concesso per la realizzazione di nuove sale cinematografiche e per il recupero di quelle esistenti, si è conclusa positivamente.

Il quarto decreto riconosce i crediti d’imposta definitivi alle imprese di produzione cinematografica e audiovisiva, di distribuzione e alle imprese esterne alla filiera cinematografica. Gli importi del beneficio sono suddivisi in base al piano di utilizzo specificato dalle imprese richiedenti all’interno di ciascuna domanda e articolati per sviluppo opere audiovisive, produzione opere tv e web, distribuzione nazionale e investitori esterni alla produzione cinematografica. 

La direzione generale Cinema e Audiovisivo dello stesso ministero, nel pubblicare le notizie sul proprio portale, ribadisce (come nelle altre occasioni) che il credito è utilizzabile a partire dal 10 del mese successivo alla comunicazione di ammissione. A tal proposito il Mibact sottolinea che la pubblicazione rappresenta in tutto e per tutto la comunicazione ufficiale di riconoscimento del credito d’imposta e che, per tale motivo, gli interessati non riceveranno alcun ulteriore avviso tramite posta elettronica.

Negli elenchi relativi ai beneficiari, allegati ai decreti, per ciascun destinatario, sono riportati l’identificativo della domanda, il codice fiscale, la denominazione, l’opera prodotta o la struttura oggetto dell’intervento e la grandezza dello sconto.

Condividi su:
Tax credit comparto cinema: nuovi elenchi con beneficiari e misure

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Gennaio 2021

Dati delle spese sanitarie 2020: gli operatori hanno 8 giorni in più

Più tempo per trasmettere i dati 2020 relativi alle spese sanitarie.

Normativa e prassi 22 Gennaio 2021

Rivalutazione partecipazioni e terreni: nuove regole e nuovi chiarimenti

Con la circolare n.1 del 22 gennaio 2021, firmata dal direttore Ernesto Maria Ruffini, l’Agenzia delle entrate, alla luce dell’evoluzione della normativa e delle recenti decisioni delle sezioni unite della Cassazione, fornisce ulteriori chiarimenti in tema di rideterminazione del valore di partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati e di terreni edificabili e con destinazione agricola, fornendo un quadro sistematico della materia e sciogliendo i dubbi specifici sull’argomento.

Analisi e commenti 22 Gennaio 2021

Legge di bilancio 2021 e Fisco – 15 Bonus mobili con tetto maggiorato

La detrazione Irpef del 50% per gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici nuovi, destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi edilizi, spetta anche per quelli effettuati nel 2021, sempre che l’intervento di ristrutturazione sia iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2020.

Attualità 22 Gennaio 2021

Account Twitter dell’Agenzia: settimo compleanno da festeggiare

Con un pubblico di circa 50mila “affezionati”, fin dal principio si è connotato come un prezioso termometro della percezione dell’utenza e un bacino di raccolta delle segnalazioni costruttive dei cittadini.

torna all'inizio del contenuto