Attualità

6 Ottobre 2020

Ruffini in audizione al Senato: atto di indirizzo 2020-2022

L’Amministrazione finanziaria, per garantire la semplificazione degli adempimenti tributari, fornirà servizi di qualità, favorendo la compliance del contribuente in un rinnovato rapporto tra cittadini e Fisco e contrastando più efficacemente l’evasione fiscale, sempre tenendo conto delle misure straordinarie connesse all’emergenza sanitaria Covid-19. Questi i punti-cardine dell’atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per il triennio 2020-2022 delle Entrate, illustrati da Ernesto Maria Ruffini nell’audizione tenuta oggi in Commissione Finanze e Tesoro del Senato, nel corso della quale il direttore ha esposto anche i contenuti dello schema di atto aggiuntivo 2020 riguardante l’attività dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione.
 
L’Agenzia delle entrate, ha ricordato prima di tutto Ruffini, nel dare attuazione ad azioni di contrasto ai gravi effetti economici e finanziari della situazione emergenziale da coronavirus, ha messo a disposizione degli operatori e dei loro intermediari un’apposita procedura telematica per la presentazione delle istanze di accesso al contributo a fondo perduto, previsto dal decreto “Rilancio”, e ha erogato le somme in tempi estremamente contenuti. Inoltre, ha e sta gestendo le diverse agevolazioni introdotte (ad esempio il tax credit vacanze), e implementando la procedura per la gestione delle cessioni dei relativi crediti d’imposta.
 
Nel prossimo futuro, ha proseguito il direttore dell’Agenzia, tra l’altro continuerà sulla stessa strada, incentivando l’adempimento spontaneo dei contribuenti, attraverso il potenziamento della qualità dei servizi, anche perfezionando i sistemi di “relazione a distanza”, già rodati nel periodo emergenziale, senza tralasciare, il presidio dell’ordinaria attività di interpretazione delle norme tributarie, con circolari, risoluzioni e tempestiva e pubblica risposta alle istanze di interpello).
Nell’ampia ottica di promozione della tax compliance rientrano anche il potenziamento della digitalizzazione e la razionalizzazione del sistema fiscale, anche mediante l’incentivazione dei pagamenti elettronici (ad esempio con l’avvio della lotteria dei corrispettivi “cashless”) e il rafforzamento del rapporto fiduciario attraverso quegli strumenti volti a incrementare le iniziative di confronto e collaborazione, come l’impiego dell’istituto del contraddittorio, anche preventivo.
 
Sul fronte delle attività di controllo, ha sottolineato Ruffini, l’Agenzia si avvarrà di strumenti avanzati di analisi del rischio e delle basi dati a disposizione. Per questo valorizzerà il patrimonio informativo connesso alla fatturazione elettronica e ai nuovi strumenti informatici di analisi a disposizione in Italia e in Europa, in modo da individuare, prevenire e contrastare le frodi e gli utilizzi indebiti delle agevolazioni e dei crediti d’imposta. In tale ambito, riveste un ruolo fondamentale il potenziamento dell’Anagrafe Tributaria, con azioni volte a garantire la protezione dei dati, il corretto funzionamento dei servizi e l’interazione in sicurezza, e con l’adozione di aggiornate misure di cybersecurity.
 
E ancora, ha proseguito il direttore, per prevenire e contrastare i fenomeni di evasione internazionale, l’Agenzia si concentrerà soprattutto sull’impiego mirato e sistematico delle informazioni di fonte estera, provenienti dallo scambio automatico delle informazioni tra gli Stati, ma anche sull’acquisizione, anche massiva, di dati e notizie sui movimenti transfrontalieri.
 
L’atto di indirizzo per gli anni 2020–2022 adottato lo scorso 13 luglio, ha ricordato il direttore,  stabilisce, inoltre, che l’Agenzia delle entrate assicurerà la qualità e la completezza delle banche dati catastali, in modo da favorire l’integrazione delle informazioni immobiliari e la relativa rappresentazione in Cartografia, per una piena interoperabilità con i sistemi cartografici di altri enti, e di conseguenza la fruizione delle stesse non solo per finalità di natura tributaria ma anche per attività di supporto agli enti territoriali, di gestione delle emergenze e salvaguardia del patrimonio immobiliare.
L’Agenzia produrrà, poi, statistiche e quotazioni dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare, assicurando la consultazione dei valori economici relativi ai prezzi di compravendita dei beni immobili e migliorando la qualità delle attività tecnico-estimative rese alle pubbliche amministrazioni.
 
Tra i molteplici argomenti, riguardo al contenzioso tributario, Ruffini ha informato che, tra l’altro, è in programma il miglioramento e l’utilizzo sistematico dei servizi telematici per favorire la formazione e la consultazione del fascicolo processuale informatico.
 
Sarà, inoltre, ottimizzata la trattazione relativa alle procedure di composizione della crisi d’impresa e di sovraindebitamento, assicurando un’appropriata conclusione al fine di evitare una prospettiva di irreversibilità della crisi tale da non garantire adeguatamente il gettito fiscale.
 
Infine, riguardo i rapporti con gli altri soggetti, l’Agenzia delle entrate rafforzerà le iniziative congiunte con la Guardia di finanza e con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli per potenziare le attività di analisi finalizzate a contrastare l’evasione e per agevolare il coordinamento delle attività anche a livello territoriale. Offrirà la collaborazione tecnica sulla predisposizione di provvedimenti legislativi e regolamentari riguardanti i tributi di propria competenza agli Uffici del Ministero dell’economia e delle finanze, alle altre istituzioni pubbliche e agli organismi internazionali e provvederà a monitorare costantemente l’attività dell’Agenzia delle entrate-Riscossione.
 

Condividi su:
Ruffini in audizione al Senato: atto di indirizzo 2020-2022

Ultimi articoli

Attualità 6 Maggio 2021

Bonus pubblicità, online l’elenco per gli investimenti sulla stampa

Pubblicato, sul sito del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria l’elenco, trasmesso dall’Agenzia delle entrate, dei soggetti che hanno “prenotato” il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari.

Analisi e commenti 6 Maggio 2021

La stabile organizzazione – 1 dal modello Ocse al nostro Tuir

La stabile organizzazione rappresenta il criterio di collegamento o soglia minima che consente di ripartire la potestà impositiva tra stato della fonte e della residenza.

Dati e statistiche 5 Maggio 2021

Entrate tributarie gennaio-marzo 2021. Ancora sotto l’effetto della pandemia

Nel primo trimestre del 2021 le entrate tributarie hanno registrato un recupero dello 0,8% portando 803 milioni di euro in più nelle casse dello Stato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 99.

Attualità 5 Maggio 2021

Crescita digitale obiettivo prioritario. Ne ha parlato oggi il direttore Ruffini

Si è svolta stamattina, 5 maggio 2021, presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria l’audizione del direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, sui progetti di digitalizzazione e innovazione tecnologica delle banche dati fiscali.

torna all'inizio del contenuto