Normativa e prassi

14 Settembre 2020

Energia elettrica da calore solare: l’impianto Csp merita l’Iva al 10%

L’impianto Csp (Concentrating solar power) rientra nella categoria degli “impianti di produzione e reti di distribuzione calore-energia e di energia elettrica da fonte solare-fotovoltaica” pertanto sconta l’aliquota Iva agevolata del 10% (articolo 127-quinquies, tabella A, parte III, allegata al Dpr n. 633/1972), nella quale sono attratti anche i beni (articolo 127-sexies) e i servizi (articolo 127-septies) necessari per la sua costruzione. È quanto affermato nel principio di diritto n. 15/2020.
 
Da un punto di vista tecnico, infatti, l’impianto Csp, che applica una particolare tecnologia basata su specchi di forma leggermente concava, è in grado immagazzinare calore dall’energia solare e anche di convertire il calore in altre forme energetiche, come l’energia elettrica.
Il processo alla base dell’impianto, dunque, integra perfettamente i requisiti posti dalla disciplina di riferimento (articolo 127-quinquies), vale a dire: sfrutta la fonte solare-fotovoltaica, converte la stessa in energia termica (calore), produce energia elettrica attraverso il calore.
 
Tale conclusione deve essere comunque confermata dalle strutture competenti, quelle che guardano al profilo strettamente tecnico e, pertanto, titolate ad avallare la suddetta equiparazione tra i sistemi a concentrazione solare e gli impianti di produzione e reti di distribuzione calore-energia e di energia elettrica da fonte solare-fotovoltaica di cui all’articolo 127-quinquies.

Condividi su:
Energia elettrica da calore solare: l’impianto Csp merita l’Iva al 10%

Ultimi articoli

Normativa e prassi 28 Settembre 2020

Superbonus 110% tra condomini, limiti di spesa comuni e individuali

Una risposta per ogni singolo intervento, parte di un piano di lavori finalizzati all’efficienza energetica e alla riduzione del rischio sismico, che i condomini di un piccolo edificio, composto da quattro unità immobiliari, intendono effettuare.

Attualità 28 Settembre 2020

Elenchi cinque per mille 2020, ultima chance: remissione in bonis

Scade il prossimo mercoledì 30 settembre il tempo per tutti gli enti, non inseriti negli elenchi permanenti e comunque interessati a partecipare alla ripartizione del beneficio nelle diverse categorie individuate, che non hanno assolto in tutto o in parte entro i termini di scadenza gli adempimenti previsti per l’ammissione al contributo, relativo al 2020.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Acquisti on line con lo sconto Reddito zero per il dipendente

La riduzione sul prezzo dei beni acquistati dal dipendente attraverso una piattaforma web in base a uno specifico accordo tra e-commerce e datore di lavoro non genera reddito imponibile, in quanto, il prezzo scontato, versato dal dipendente corrisponde al “valore normale” del prodotto.

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Contributi a Ente bilaterale: non imponibili se obbligatori

I versamenti effettuati da un datore di lavoro a un Ente bilaterale non vanno assoggettati a ritenuta se il contratto, l’accordo o il regolamento aziendale prevedono soltanto l’obbligo per il datore di fornire prestazioni assistenziali e questo sceglie di garantirsi una copertura economica iscrivendosi all’Ente.

torna all'inizio del contenuto