Attualità

28 Maggio 2020

Tax credit sale cinematografiche: l’elenco con gli ultimi ammessi

È online, sul sito del Mibact – direzione generale Cinema e Audiovisivo – il decreto direttoriale del 27 maggio 2020 con l’ultima lista delle imprese per le quali l’istruttoria, relativa alla domanda di accesso al beneficio fiscale, concesso per la realizzazione di nuove sale cinematografiche e per il recupero di quelle esistenti, si è conclusa positivamente. Sono diciassette, dislocate a Nord, Sud Est e Ovest.

Lo annuncia oggi lo stesso ministero con una notizia pubblicata sul proprio portale, dove si ribadisce (come nelle altre occasioni) che il credito è utilizzabile a partire dal 10 del mese successivo alla comunicazione di ammissione. A tal proposito, il Mibact sottolinea che la pubblicazione rappresenta in tutto e per tutto la comunicazione ufficiale di riconoscimento del credito d’imposta definitivo per gli investimenti nelle sale cinematografiche e che, per tale motivo, gli interessati non riceveranno alcun ulteriore avviso tramite posta elettronica.

In particolare, in questo caso, si tratta dello sconto d’imposta finale riservato alle imprese di esercizio cinematografico italiane per la realizzazione di nuove sale o il ripristino di sale inattive, per la ristrutturazione, l’aumento di schermi e l’adeguamento strutturale e tecnologico delle sale cinematografiche, per l’installazione, la ristrutturazione, il rinnovo di impianti, apparecchiature, arredi e servizi accessori delle sale (articolo 17, legge n. 220/2016). E’ regolato dal Dm del 15 marzo 2018.

Nell’allegato al decreto, per ciascun destinatario, sono riportati l’identificativo della domanda, il codice fiscale dell’impresa, la sua denominazione e quella della sala cinematografica, con l’ubicazione. Infine, è presente la “misura” del credito assegnato e il piano di utilizzo dello stesso. 

Condividi su:
Tax credit sale cinematografiche: l’elenco con gli ultimi ammessi

Ultimi articoli

Normativa e prassi 25 Settembre 2020

Operazioni su piattaforma P2P Lending, i proventi vanno assoggettati a Irpef

Le somme percepite da un soggetto italiano a seguito di un investimento effettuato tramite una piattaforma “Peer-to-peer Landing” gestita da una società italiana che non è né un intermediario finanziario iscritto all’albo né un istituto di pagamento autorizzato dalla Banca d’Italia, devono essere assoggettate a Irpef, non potendo il gestore applicare la ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

Normativa e prassi 24 Settembre 2020

Consultazione fatture elettroniche: più tempo per aderire al servizio

Nel rispetto delle intervenute disposizioni normative, introdotte dall’articolo 14 del Dl 124/2019 che, tra l’atro, ha previsto nuovi termini per la memorizzazione delle fatture elettroniche, con il provvedimento firmato oggi dal direttore Ruffini, l’adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici è prorogata al 28 febbraio 2021 e, nell’ottica di efficientamento delle procedure, è prevista una nuova funzionalità.

Attualità 24 Settembre 2020

Consultazione cartografia catastale: da oggi viaggia con una nuova licenza

Rilevanti novità per i servizi online di consultazione della cartografia catastale dell’Agenzia delle entrate, amministrazione titolare dei dati, che da oggi assicurano un maggiore livello di fruibilità delle informazioni grazie all’adozione di una nuova licenza d’uso dei servizi, denominata CC-BY versione 4.

Normativa e prassi 24 Settembre 2020

Contributo Covid a fondo perduto, accessibile alla società scissa

Si al contributo Covid a fondo perduto per la società costituita nel 2019 a seguito di scissione parziale proporzionale.

torna all'inizio del contenuto