Normativa e prassi

12 Maggio 2020

Inarcassa: pronte sei causali per il versamento dei contributi

Il sistema dei versamenti unitari e compensazione tramite F24 può essere utilizzato, stabilisce il decreto Mef del 10 gennaio 2014, anche per i contributi destinati alla Cassa nazionale di previdenza e assistenza per gli ingegneri e architetti liberi professionisti (Inarcassa). Ciò detto, con la convenzione del 27 novembre 2019 sottoscritta da l’Agenzia delle entrate e Inarcassa, è stato regolato il servizio di riscossione, mediante il modello F24, dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dagli iscritti a detta Cassa.

Con la risoluzione n. 22/E del 12 maggio, l’Agenzia, per consentire il versamento di tali somme tramite il modello F24, introduce, ad hoc, le seguenti causali contributo:

  • “E085”, “INARCASSA – contribuzione soggettiva minima”;
  • “E086”,“INARCASSA – contribuzione soggettiva conguaglio”;
  • “E087”, “INARCASSA – contribuzione integrativa minima”;
  • “E088”, “INARCASSA – contribuzione integrativa conguaglio”;
  • “E089”, “INARCASSA – contribuzione per maternità/paternità”;
  • “E090”,“INARCASSA – contribuzione società di ingegneria”.

In sede di compilazione, le causali vanno esposte nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi”, secondo riquadro, nel campo “causale contributo”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando nel campo “codice ente”, il codice “0011”; nel campo “codice sede”, nessun valore; nel campo “codice posizione”, nessun valore; nel campo “periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa”, il mese e l’anno di competenza del contributo da versare, nel formato “MM/AAAA”.

Le causali di nuova istituzione sono operativamente efficaci a decorrere dal 1° giugno 2020.

Condividi su:
Inarcassa: pronte sei causali per il versamento dei contributi

Ultimi articoli

Normativa e prassi 30 Settembre 2020

Cessione di crediti anti-Covid: l’ente compensa con F24 ordinario

L’ente pubblico, che ha concesso in locazione propri immobili di categoria catastale C1, può compensare i crediti d’imposta previsti dai decreti legge “Cura Italia” (ex articolo 65, Dl n.

Normativa e prassi 30 Settembre 2020

Sanzioni irrogate dalla Consob, i codici tributo per versarle

Istituiti i codici tributo “CBSE” e “CBSC” per i versamenti delle sanzioni irrogate dalla Consob a seguito della Convenzione stipulata dall’Agenzia delle entrate stipulata il 28 settembre 2020 che ha disciplinato l’attività di riscossione di quest’ultima per le materia di sua competenza.

Normativa e prassi 30 Settembre 2020

Eco e sismabonus separati senza le “parti comuni degli edifici”

I lavori effettuati su un’unità immobiliare priva nel suo complesso di parti condominiali non potranno fruire della detrazione “Ecosismabonus” ma eventualmente potranno beneficiare delle singole detrazioni (Ecobonus e Sismabonus) in maniera distinta.

Normativa e prassi 29 Settembre 2020

Trasmissione corrispettivi in stand by per la “pesa pubblica” del Comune

Gli enti pubblici, in deroga alle disposizioni generali, sono tenuti alla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri all’amministrazione finanziaria dalla data in cui l’Agenzia delle entrate pubblicherà sul proprio sito il catalogo dei servizi necessari per l’invio degli incassi, sulla base di apposite convenzioni di cooperazione informatica stipulate con gli enti.

torna all'inizio del contenuto