Attualità

20 Dicembre 2018

Fattura elettronica: per i delegatitutto più semplice e rapido sul web

Attualità

Fattura elettronica: per i delegati
tutto più semplice e rapido sul web

La Rete consente di rendere operativi i “mandati” entro 2 giorni dalla richiesta senza necessità di recarsi presso gli uffici dell’Agenzia. Se si sceglie la Pec, i giorni diventano 5

Fattura elettronica: per i delegati|tutto più semplice e rapido sul web
Per attivare le deleghe ricevute dai contribuenti e utilizzare i servizi di fatturazione elettronica, gli intermediari possono servirsi delle procedure online messe a disposizione dall’Agenzia delle entrate, accorciando così i tempi di operatività degli “incarichi”. Vanno bene sia il servizio web “puntuale” sia quello “massivo”, che permette di inviare con un unico file le richieste di attivazione di tutte le deleghe ricevute. Il tutto in vista dell’imminente avvio della procedura, in calendario il prossimo 1° gennaio.
 
Utilizzando questi percorsi “virtuali”, l’attivazione dei mandati è automatica e avviene entro 2 giorni dalla richiesta senza necessità di recarsi presso gli uffici territoriali dell’Agenzia o di inviare Pec che richiedono 5 giorni lavorativi per il loro perfezionamento.

Per approfondire l’argomento si possono consultare l’area tematica disponibile sul sito dell’Agenzia, la guida “La fattura elettronica e i servizi gratuiti dell’Agenzia delle Entrate”, due video “La fattura elettronica” e “Il Qr Code” e, infine, l’articolo “Servizi per fattura elettronica: nuovo modulo per le deleghe”.

pubblicato Giovedì 20 Dicembre 2018

Condividi su:
Fattura elettronica: per i delegatitutto più semplice e rapido sul web

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Recupero edificio in “zona porto”: no all’esenzione, sì all’Iva ridotta

L’Ente di ricerca che intende ristrutturare e ampliare un immobile ubicato in un’area portuale, con l’obiettivo di realizzare una sede idonea allo svolgimento della propria attività istituzionale, assolverà l’Iva relativa ai lavori effettuati nella misura del 10%, solo se questi sono riconducibili alle tipologie elencate nell’articolo 3 del Dpr n.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Indennità da Covid-19 senza tassazione

L’indennità corrisposta una tantum ai propri iscritti da un ente previdenziale in presenza di uno stato di bisogno derivante dal contagio da Covid-19, in base alla attestazione rilasciata dall’autorità medica competente, non rileva sotto il profilo fiscale, ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del Tuir, non essendo riconducibile ad alcuna categoria di reddito.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Niente bonus facciate per il Comune che non ha redditi imponibili

Con la risposta n. 397 del 23 settembre 2020 l’Agenzia delle entrate fornisce un nuovo chiarimento in tema di bonus facciate.

Normativa e prassi 23 Settembre 2020

Bonus investimenti Mezzogiorno: non spendibile per monitor pubblicitari

L’acquisto di monitor ed espositori che proiettano a circuito chiuso i video dimostrativi dei prodotti in vendita, non può fruire del credito d’imposta per investimenti al Sud, esteso al 31 dicembre 2020 dall’articolo 18-quater del Dl n.

torna all'inizio del contenuto