Normativa e prassi

6 Agosto 2018

Zona franca sisma Centro Italia:ok a nuovi elenchi di beneficiari

Normativa e prassi

Zona franca sisma Centro Italia:
ok a nuovi elenchi di beneficiari

L’integrazione delle liste è stata disposta dal ministero dello Sviluppo economico a seguito dell’avvenuto completamento delle verifiche sull’ammontare dell’importo concedibile

immagine generica illustrativa
Aggiornati gli elenchi dei beneficiari delle agevolazioni fiscali e contributive previste a favore di imprese e lavoratori autonomi che operano all’interno della Zona franca urbana (Zfu) istituita nei comuni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dal terremoto nel 2016 e nel 2017 (articolo 46, Dl 50/2017): l’integrazione è stata formalizzata dal ministero dello Sviluppo economico (Mise) – Direzione generale per gli incentivi alle imprese – con il decreto direttoriale 3 agosto 2018.

Il decreto approva, quindi, gli ulteriori elenchi (Allegati 3a e 5a) dei beneficiari ammessi alle agevolazioni, integrando gli Allegati 3, 4 e 5 del precedente decreto direttoriale del 28 maggio 2018.
L’integrazione è stata disposta a seguito dell’avvenuto completamento delle verifiche sull’ammontare dell’importo concedibile e per consentire la fruizione di quanto concesso a partire dalla prima scadenza fiscale utile.

Per ulteriori informazioni sulla Zfu, si rinvia alla sezione dedicata disponibile sul sito del Mise e ai precedenti articoli pubblicati su questa rivista (tra gli altri, cfr “Zona franca sisma Centro Italia: come e quando richiedere i benefici“).
 

pubblicato Lunedì 6 Agosto 2018

Condividi su:
Zona franca sisma Centro Italia:ok a nuovi elenchi di beneficiari

Ultimi articoli

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

Vendite a distanza Ue con doppia Iva, le regole per ottenere il rimborso

Una ditta che effettua vendite online di videogiochi, alla quale viene notificato dal Paese estero di destinazione dei beni un avviso di versamento Iva, in quanto ha superato la soglia di 100mila euro, potrà chiedere il rimborso per gli anni accertati, cioè 2015 e 2016, presentando istanza entro due anni dal ricevimento dell’avviso.

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

“Affitti”: il fatturato dell’acquirente nella cessione d’azienda con riserva

Una società che nel 2019 cede un bar con riserva e nel 2020 lo riacquisisce dal gestore inadempiente, per la riduzione del fatturato che dà diritto alla fruizione del bonus locazioni dovrà computare la quota del medesimo fatturato derivante dell’azienda oggetto di trasferimento per i mesi di riferimento del credito.

Attualità 16 Aprile 2021

Record di contributi “Sostegni”: il totale erogato supera i 3 miliardi

Più di 1 milione i pagamenti eseguiti dall’Agenzia delle entrate a favore di imprese e lavoratori autonomi, per un importo complessivo che supera i 3 miliardi di euro (3.

Normativa e prassi 16 Aprile 2021

Il fine previdenziale è d’obbligo per fruire della sostitutiva al 7%

Il residente nel Regno Unito, titolare di polizze assicurative estere, che trasferisce la residenza in uno dei Comuni individuati dall’articolo 24-ter del Tuir, non può beneficiare del regime fiscale agevolato previsto dallo stesso articolo (applicazione di un’imposta sostitutiva del 7% per 10 anni): le polizze sono investimenti finanziari che non hanno una finalità previdenziale.

torna all'inizio del contenuto