Normativa e prassi

6 Agosto 2018

Zona franca sisma Centro Italia:ok a nuovi elenchi di beneficiari

Normativa e prassi

Zona franca sisma Centro Italia:
ok a nuovi elenchi di beneficiari

L’integrazione delle liste è stata disposta dal ministero dello Sviluppo economico a seguito dell’avvenuto completamento delle verifiche sull’ammontare dell’importo concedibile

immagine generica illustrativa
Aggiornati gli elenchi dei beneficiari delle agevolazioni fiscali e contributive previste a favore di imprese e lavoratori autonomi che operano all’interno della Zona franca urbana (Zfu) istituita nei comuni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dal terremoto nel 2016 e nel 2017 (articolo 46, Dl 50/2017): l’integrazione è stata formalizzata dal ministero dello Sviluppo economico (Mise) – Direzione generale per gli incentivi alle imprese – con il decreto direttoriale 3 agosto 2018.

Il decreto approva, quindi, gli ulteriori elenchi (Allegati 3a e 5a) dei beneficiari ammessi alle agevolazioni, integrando gli Allegati 3, 4 e 5 del precedente decreto direttoriale del 28 maggio 2018.
L’integrazione è stata disposta a seguito dell’avvenuto completamento delle verifiche sull’ammontare dell’importo concedibile e per consentire la fruizione di quanto concesso a partire dalla prima scadenza fiscale utile.

Per ulteriori informazioni sulla Zfu, si rinvia alla sezione dedicata disponibile sul sito del Mise e ai precedenti articoli pubblicati su questa rivista (tra gli altri, cfr “Zona franca sisma Centro Italia: come e quando richiedere i benefici“).
 

pubblicato Lunedì 6 Agosto 2018

Condividi su:
Zona franca sisma Centro Italia:ok a nuovi elenchi di beneficiari

Ultimi articoli

Normativa e prassi 22 Settembre 2020

Split payment e reverse charge dentro la soglia del 10 per cento

Nel calcolo della soglia del 10 per cento dell’ammontare dei ricavi o compensi, tra i versamenti, deve essere considerata l’Iva relativa alle operazioni rese dalle imprese appaltatrici, affidatarie o subappaltatrici alla Pa, obbligata allo split payment, e anche l’Iva assolta dal committente in regime di inversione contabile.

Attualità 22 Settembre 2020

Superbonus 110%: nell’area ad hoc quattordici “domande frequenti”

Sul sito dell’Agenzia, nella sezione dedicata alla maxi-agevolazione del Superbonus 110% (vedi articolo “Superbonus 110%: in un click informazioni a “ciclo continuo”) dove è descritto tutto quello che c’è da sapere sullo sconto d’imposta introdotto dal Dl “Rilancio” per specifici interventi antisismici e di efficienza energetica, sono online le domande più frequenti sull’argomento con le relative risposte.

Normativa e prassi 22 Settembre 2020

Split payment e reverse charge rientrano nella soglia del 10 per cento

Nel calcolo della soglia del 10 per cento dell’ammontare dei ricavi o compensi, tra i versamenti, deve essere considerata l’Iva relativa alle operazioni rese dalle imprese appaltatrici, affidatarie o subappaltatrici alla Pa, obbligata allo split payment, e anche l’Iva assolta dal committente in regime di inversione contabile.

Normativa e prassi 22 Settembre 2020

Tax credit per beni strumentali, via libera al Comune senza Ires

Anche se fuori dal perimetro Ires, il Comune, nella sua attività di produzione e distribuzione di energia elettrica, può beneficiare del nuovo credito di imposta sugli investimenti in beni strumentali nuovi, istituito dalla legge di bilancio per il 2020 in sostituzione delle precedenti agevolazioni dell’iper e super ammortamento.

torna all'inizio del contenuto