Attualità

13 Luglio 2018

Tax credit cinema: slitta ancora il termine ultimo per la richiesta

Attualità

Tax credit cinema: slitta ancora
il termine ultimo per la richiesta

Riguarda i soggetti interessati all’agevolazione per il passaggio al nuovo regime: produzione di film, opere tv, opere web, produzione esecutiva di opere straniere, distribuzione nazionale

Tax credit cinema: slitta ancora |il termine ultimo per la richiesta
Più tempo per la presentazione delle domande volte al riconoscimento del credito d’imposta per la produzione: la nuova scadenza è stata fissata alle ore 12 di venerdì 3 agosto. A darne comunicazione, con apposito “avviso agli utenti”, la direzione generale Cinema del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact).
 
Il differimento del termine segue quello annunciato con avviso del 2 luglio scorso (vedi “Crediti d’imposta per il cinema: più tempo per inviare le istanze”).

pubblicato Venerdì 13 Luglio 2018

Condividi su:
Tax credit cinema: slitta ancora il termine ultimo per la richiesta

Ultimi articoli

Normativa e prassi 26 Gennaio 2022

“Disallineamenti da ibridi”; pronti i chiarimenti definitivi

Chiusa la consultazione pubblica relativa a un primo schema di circolare sull’applicazione, alle controlled foreign companies, della disciplina dei “disallineamenti da ibridi” (vedi articolo “Disallineamenti da ibridi; aperta la consultazione pubblica”) introdotta dal decreto “Atad” (articoli 6 e 11 del Dlgs n.

Attualità 26 Gennaio 2022

Contributi editoria, precisazioni per presentare l’istanza corretta

Le imprese editrici che nel 2021 hanno provveduto ad adeguare l’assetto societario ai requisiti previsti dalla legge per beneficiare dei contributi a favore del settore, devono presentare, entro il prossimo 31 gennaio, la domanda di accesso alla sovvenzione nell’attuale configurazione giuridica, indicando la tipologia per la quale il bonus è richiesto tenuto conto della prevalenza della forma societaria nel corso dell’anno.

Analisi e commenti 26 Gennaio 2022

Il Fisco nella legge di bilancio – 11 Piani di risparmio con più appeal

L’ultima legge di bilancio, al fine di potenziare i benefici, fiscali per gli investitori, di liquidità per i riceventi, legati ai piani individuali di risparmio a lungo termine (Pir) ha previsto, da un lato, per i piani tradizionali, un aumento del tetto massimo relativo all’investimento annuale consentito, per quelli alternativi, meno paletti.

Normativa e prassi 26 Gennaio 2022

Sì alla variazione in diminuzione se l’infruttuosità del credito è certa

Per le procedure concorsuali avviate prima del 26 maggio 2021 (data di entrata in vigore del Dl n.

torna all'inizio del contenuto