Attualità

23 Maggio 2018

Cambi ai vertici dell’Agenzia:le nomine del Comitato di gestione

Attualità

Cambi ai vertici dell’Agenzia:
le nomine del Comitato di gestione

Avvicendamenti apicali per la Direzione centrale coordinamento normativo e per le Direzioni regionali di Friuli Venezia Giulia, Calabria, Basilicata, Campania e Lombardia

Cambi ai vertici dell’Agenzia:|le nomine del Comitato di gestione
Nuove nomine all’Agenzia delle entrate: nel corso del Comitato di gestione dello scorso 21 maggio, infatti, sono stati formalizzati alcuni importanti avvicendamenti nelle strutture di vertice dell’Amministrazione.
 
Direzione centrale
A livello centrale, dal 1° giugno la guida della Direzione Coordinamento normativo passa ad interim a Giovanni Spalletta. L’attuale direttore, Annibale Dodero, andrà in pensione. Spalletta, che ricopre il ruolo di direttore centrale Grandi contribuenti, ha affiancato Dodero per diversi anni come aggiunto.
 
Direzioni regionali
Ben cinque gli avvicendamenti a livello regionale, operativi dal 1° luglio:

  • Alberta De Sensi sostituisce Andrea Cirri alla guida del Friuli Venezia Giulia. Cirri, infatti, andrà in pensione. De Sensi, attuale direttore regionale aggiunto del Lazio, ha guidato in precedenza diversi uffici operativi a Milano e dal 2011 ha ricoperto incarichi di vertice in ambito regionale
  • Agostino Pellegrini diventa il nuovo direttore regionale della Calabria (incarico che già ricopriva ad interim, insieme alla titolarità della direzione della Basilicata). Nella sua carriera dirigenziale, Pellegrino è stato, tra l’altro, direttore regionale Territorio in Veneto e in Sicilia, nonché direttore regionale aggiunto in Sicilia e Campania
  • Salvatore De Gennaro subentra a Pellegrino nell’incarico di direttore regionale della Basilicata. Dirigente di seconda fascia, De Gennaro ha guidato uffici operativi in Abruzzo, e dal 2010 al 2015 è stato a capo del Centro operativo di Pescara. Nel 2015 ha assunto l’attuale incarico di direttore della Direzione provinciale I di Roma
  • Giovanna Alessio, già direttrice regionale di Marche, Toscana e Lazio, e attualmente della Lombardia, passa alla guida della Campania, sostituendo Cinzia Romagnolo
  • Cinzia Romagnolo, già direttrice regionale del Friuli Venezia Giulia e direttore Centrale aggiunto della Direzione centrale accertamento, lascia la guida della Campania e passa a dirigere la Lombardia.

pubblicato Mercoledì 23 Maggio 2018

Condividi su:
Cambi ai vertici dell’Agenzia:le nomine del Comitato di gestione

Ultimi articoli

Normativa e prassi 26 Maggio 2022

Tasse automobilistiche Valle d’Aosta, soppressi i vecchi bollettini

Alla luce della piena attuazione delle misure che attribuiscono alla Regione Valle d’Aosta a partire dal 1° gennaio 2010, il compito di riscuotere direttamente le tasse automobilistiche, vanno in pensione il bollettino generico per il ciclomotore con banda verde, quello per autoveicoli, motoveicoli e rimorchi con banda rossa e quello per il riversamento tasse automobilistiche con banda grigia.

Dati e statistiche 26 Maggio 2022

Dal Mef analisi e statistiche sulle dichiarazioni fiscali 2021

Il dipartimento delle Finanze rende note con il comunicato odierno le statistiche riguardanti gli Isa, le dichiarazioni delle persone fisiche titolari di partita Iva e in base al reddito prevalente trasmesse dai contribuenti nel 2021, relative al periodo d’imposta 2020.

Normativa e prassi 26 Maggio 2022

Contributi al social manager, obblighi di comunicazione della Pa

Con la risposta n. 308 del 26 maggio 2022, l’Agenzia delle entrate chiarisce che l’obbligo di comunicazione a carico dell’ente pubblico che corrisponde ad imprese commerciali contributi assoggettabili a ritenuta d’acconto, previsto dalle disposizioni relative all’anagrafe tributaria ed al codice fiscale dei contribuenti, è in concreto assolto mediante l’inserimento dei dati nel quadro SF del modello 770, da inviare annualmente entro il 31 ottobre di ogni anno.

Normativa e prassi 26 Maggio 2022

La società titolare è consenziente, via al Superbonus per il locatario

Gli interventi edilizi agevolabili, effettuati su una unità abitativa detenuta in locazione, “funzionalmente indipendente” e con “uno o più accessi autonomi dall’esterno”, sono ammessi al Superbonus, indipendentemente dalla circostanza che l’immobile sia ubicato in un edificio escluso dall’agevolazione, perché di proprietà di una società di capitali.

torna all'inizio del contenuto