Attualità

9 Maggio 2018

Disciplina del transfer pricing:al Mef incontro con gli operatori

Attualità

Disciplina del transfer pricing:
al Mef incontro con gli operatori

Sono state esaminate le ipotesi di modifica allo schema di decreto ministeriale e allo schema di provvedimento direttoriale emerse al termine della consultazione pubblica

Disciplina del transfer pricing:|al Mef incontro con gli operatori
Continua il confronto tra Amministrazione finanziaria e operatori sulla nuova disciplina in materia di transfer pricing: ieri, infatti, presso la sede del ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) si è tenuta una tavola rotonda per analizzare i commenti e i contributi pervenuti nell’ambito della consultazione pubblica, che si è chiusa lo scorso 21 marzo (vedi “Disciplina del transfer pricing: on line i commenti degli operatori”).
 
Durante l’incontro, a cui hanno partecipato i rappresentanti del Mef, dell’Agenzia delle entrate, della Guardia di finanza e numerosi “addetti ai lavori”, sono state esaminate le ipotesi di modifica allo schema di decreto ministeriale e allo schema di provvedimento direttoriale (già pubblicati in bozza sul sito del Mef).
In particolare, l’attenzione si è focalizzata sull’inserimento di elementi specifici per la determinazione dei prezzi di trasferimento di servizi infragruppo a basso valore aggiunto, sull’aggiornamento delle misure relative agli oneri documentali e sul procedimento per eliminare la doppia imposizione conseguente a rettifiche effettuate da altri Paesi (con i quali è in vigore un trattato per evitare la doppia imposizione).
 
La tavola rotonda ha rappresentato, quindi, un ulteriore momento di confronto dialettico tra le parti e una nuova occasione per valorizzare i contributi degli operatori con l’obiettivo di giungere alla definizione di un quadro di regole partecipate e condivise.
 
A breve, quindi, saranno pubblicati sia il decreto ministeriale sia il provvedimento dell’Agenzia delle entrate. Quest’ultima, peraltro, provvederà a predisporre una o più circolari che andranno a integrare gli aspetti più tecnici della nuova disciplina.
 
Infine, a partire dal prossimo mese, è in programma un’intensa attività di formazione dei verificatori dell’Agenzia e della Guardia di finanza sulle nuove disposizioni.

pubblicato Mercoledì 9 Maggio 2018

Condividi su:
Disciplina del transfer pricing:al Mef incontro con gli operatori

Ultimi articoli

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Contributo a discoteche e sale da ballo, istanze a partire dal 6 giugno

Tutto pronto per il contributo a fondo perduto a favore dei gestori di “Discoteche, sale da ballo, night club e simili” previsto Sostegni-ter (articolo 1, comma 1, Dl n.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Tax credit beni strumentali nuovi, collaudo senza riferimenti normativi

Le fatture e i documenti di trasporto e gli altri documenti comprovanti l’acquisto di un bene che consente di accedere al bonus “beni strumentali nuovi” devono contenere l’indicazione delle disposizioni che disciplinano l’agevolazione.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Locazione di alberghi: ok alla rivalutazione gratuita

Con la risposta n. 269 del 18 maggio 2022, l’Agenzia ha chiarito che la disciplina agevolativa dettata dall’articolo 6-bis del Dl n.

Attualità 18 Maggio 2022

In porto il “decreto Ucraina-bis”. Le modifiche votate dal Parlamento

Art. 1-bis (nuovo)Disposizioni in materia di accisa e di Iva sui carburanti Riprodotto il contenuto dell’articolo 1 dell’abrogato Dl 38/2022, che, considerati i perduranti effetti economici derivanti dall’eccezionale rialzo dei prezzi dei prodotti energetici, conferma fino all’8 luglio 2022 l’azzeramento dell’accisa sul gas naturale usato per autotrazione, la riduzione al 5% dell’Iva sul gas naturale usato per autotrazione e la riduzione dell’accisa sui carburanti.

torna all'inizio del contenuto