Attualità

14 Aprile 2018

Richiesta dei 730 precompilati:il software per le comunicazioni

Attualità

Richiesta dei 730 precompilati:
il software per le comunicazioni

È disponibile sul sito delle Entrate la versione 1.0.0 del programma che deve essere utilizzato da centri di assistenza fiscale (Caf), professionisti e sostituti d’imposta

Richiesta dei 730 precompilati:|il software per le comunicazioni
Sul sito dell’Agenzia delle entrate è stato pubblicato il software Richiesta 730 Precompilato 2018 (versione 1.0.0), attraverso il quale i Caf, i professionisti e i sostituti d’imposta possono compilare le comunicazioni di richiesta dei 730 Precompilati e predisporre il relativo file da trasmettere in via telematicamente all’Agenzia. È possibile eseguire il download sul proprio pc direttamente dalla pagina dedicata del sito.
 
Per eseguire il programma è necessario utilizzare la versione più aggiornata disponibile di Java Virtual Machine.
 

Questi i sistemi operativi con cui è possibile utilizzare il software:

  • Windows 10, 8 e 7
  • Linux
  • Mac OS X 10.7.3 e superiori. 

In ogni caso, è necessario installare anche un programma per leggere e stampare i file pdf.

pubblicato Domenica 15 Aprile 2018

Condividi su:
Richiesta dei 730 precompilati:il software per le comunicazioni

Ultimi articoli

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Contributo a discoteche e sale da ballo, istanze a partire dal 6 giugno

Tutto pronto per il contributo a fondo perduto a favore dei gestori di “Discoteche, sale da ballo, night club e simili” previsto Sostegni-ter (articolo 1, comma 1, Dl n.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Tax credit beni strumentali nuovi, collaudo senza riferimenti normativi

Le fatture e i documenti di trasporto e gli altri documenti comprovanti l’acquisto di un bene che consente di accedere al bonus “beni strumentali nuovi” devono contenere l’indicazione delle disposizioni che disciplinano l’agevolazione.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Locazione di alberghi: ok alla rivalutazione gratuita

Con la risposta n. 269 del 18 maggio 2022, l’Agenzia ha chiarito che la disciplina agevolativa dettata dall’articolo 6-bis del Dl n.

Attualità 18 Maggio 2022

In porto il “decreto Ucraina-bis”. Le modifiche votate dal Parlamento

Art. 1-bis (nuovo)Disposizioni in materia di accisa e di Iva sui carburanti Riprodotto il contenuto dell’articolo 1 dell’abrogato Dl 38/2022, che, considerati i perduranti effetti economici derivanti dall’eccezionale rialzo dei prezzi dei prodotti energetici, conferma fino all’8 luglio 2022 l’azzeramento dell’accisa sul gas naturale usato per autotrazione, la riduzione al 5% dell’Iva sul gas naturale usato per autotrazione e la riduzione dell’accisa sui carburanti.

torna all'inizio del contenuto