Attualità

3 Aprile 2018

Invio dati spesometro leggero: ultimo giorno venerdì 6 aprile

Attualità

Invio dati spesometro leggero:
ultimo giorno venerdì 6 aprile

Entro la stessa data i contribuenti potranno correggere o integrare, senza l’applicazione di sanzioni, le comunicazioni errate o incomplete relative al primo semestre del 2017

Invio dati spesometro leggero: |ultimo giorno venerdì 6 aprile
Spesometro light: nuova versione, nuova scadenza. Quest’anno la deadline per l’invio all’Agenzia delle entrate dei dati delle fatture relative al secondo semestre del 2017 è stata spostata dal 28 febbraio al 6 aprile. Stesso termine anche per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute e per le relative variazioni.

La scadenza è stata fissata dal provvedimento del direttore dell’Agenzia dello scorso 5 febbraio, che ha recepito le semplificazioni procedurali introdotte dall’articolo 1-ter, Dl 148/2017 (vedi “Trasmissione spesometro leggero: la scadenza slitta al 6 aprile 2018”).

Il documento siglato dal direttore dell’Agenzia, oltre a prorogare la scadenza per garantire il pieno rispetto delle norme dello Statuto del contribuente (in base alle quali devono passare almeno  sessanta giorni prima dell’applicazione di nuovi adempimenti), ha approvato anche le modifiche alle specifiche tecniche da utilizzare per la definizione delle informazioni e la trasmissione dello spesometro alla luce delle ricordate semplificazioni (con particolare riferimento alle fatture inferiori a 300 euro registrate cumulativamente).

Le nuove regole potranno essere utilizzate anche per inviare le comunicazioni integrative di quelle errate riferite al primo semestre 2017.

L’invio dello spesometro con i dati delle fatture emesse e ricevute da giugno a dicembre 2017, quindi, dovrà essere effettuato entro venerdì prossimo, secondo le nuove specifiche tecniche, approvate con il citato provvedimento.

Per la verifica e l’invio delle fatture secondo gli standard del Fisco, a disposizione di contribuenti e intermediari, due pacchetti software, uno per la compilazione del file delle comunicazione e uno per il controllo.
 

Patrizia De Juliis

pubblicato Mercoledì 4 Aprile 2018

Condividi su:
Invio dati spesometro leggero: ultimo giorno venerdì 6 aprile

Ultimi articoli

Attualità 30 Gennaio 2023

Tempi stretti per le spese sanitarie del secondo semestre 2022

Strutture e operatori sanitari, medici, farmacie e veterinari non possono più rimandare.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

“Tregua fiscale”, l’Agenzia delinea il perimetro applicativo

Dopo la circolare n. 1/2023 con la quale l’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi alla definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni (vedi articolo “Definizione degli avvisi bonari, tutte le novità sulla misura di favore”), con la circolare n.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Versione finale per il 770/2023 e specifiche tecniche per l’Iva

Con due distinti provvedimenti del 27 gennaio 2023, siglati dal direttore dell’Agenzia, sono approvati, in via definitiva, il modello 770, che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per comunicare i dati relativi alle ritenute operate nel 2022, e le specifiche tecniche, che consentiranno l’invio delle dichiarazioni Iva e Iva base, già approvate lo scorso 13 gennaio (vedi articolo “Modelli Iva e Iva base 2023: on line insieme alle istruzioni”).

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Pensione di invalidità australiana a italiano: è esentasse ovunque

La “Disability support pension” erogata dall’amministrazione australiana a un contribuente in possesso sia della doppia cittadinanza sia della doppia residenza italiana e australiana, vista la natura assistenziale dell’emolumento, non è imponibile nel Paese d’oltreoceano e nemmeno in Italia.

torna all'inizio del contenuto