Attualità

13 Marzo 2018

Occultamento patrimoni all’estero:pronte le nuove regole di contrasto

Attualità

Occultamento patrimoni all’estero:
pronte le nuove regole di contrasto

L’Ocse ha pubblicato le Mandatory disclosures rules con l’obiettivo di impedire la creazione e l’utilizzo di schemi giuridico-economici in grado di nascondere i beneficiari effettivi

Occultamento patrimoni all’estero:|pronte le nuove regole di contrasto
Lo scorso 9 marzo l’Ocse ha pubblicato “Model mandatory disclosure rules for Crs avoidance arrangements and opaque offshore structures”, vale a dire i modelli per l’invio obbligatorio alle autorità tributarie delle informazioni relative a schemi che potrebbero impedire di risalire all’identità dei titolari di entità o trust o eludere le informative previste dal Common Reporting Standard.
 
L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nel novero delle attività finalizzate al contrasto dei fenomeni di evasione ed elusione fiscale, che, sottraendo risorse alle comunità nazionali, favoriscono la crescita delle disuguaglianze.
 
Le “Mandatory Disclosures Rules” hanno l’obiettivo di impedire che consulenti legali e intermediari finanziari creino schemi giuridico-economici in grado di occultare i beneficiari di patrimoni detenuti all’estero.

pubblicato Martedì 13 Marzo 2018

Condividi su:
Occultamento patrimoni all’estero:pronte le nuove regole di contrasto

Ultimi articoli

Normativa e prassi 20 Ottobre 2020

Lenti a contatto a Iva ridottissima: conta soltanto l’effetto correttivo

Alle cessioni di lenti a contatto correttive si applica l’Iva al 4%, a prescindere dal colore delle lenti.

Bilancio e contabilità 20 Ottobre 2020

Mercato delle abitazioni verso case più grandi e indipendenti

Durante il lockdown e nei primi mesi di convivenza con il virus Covid-19 il mercato immobiliare ha subìto una battuta d’arresto e adesso cerca di riprendere fiato.

Normativa e prassi 20 Ottobre 2020

Credito d’imposta canoni di affitto esteso alla sublocazione dell’Asd

Un’associazione sportiva dilettantistica iscritta al Coni potrà accedere al bonus affitti previsto dall’articolo 28 del decreto “Rilancio”, per i canoni corrisposti sulla base di un contratto di sublocazione, purché sussistano tutte le altre condizioni previste dalla norma agevolativa.

Attualità 20 Ottobre 2020

Tax credit produzione cinema 2020: stop alle richieste per la 2^ sessione

Con un proprio avviso la direzione generale Cinema e Audiovisivo del ministero per i Beni e delle attività culturali e per il Turismo informa gli interessati che la parte di sessione riguardante la linea di intervento di credito per la produzione cinematografica, la cui apertura era prevista dal 19 ottobre 2020, non apre a causa dell’esaurimento delle risorse disponibili, dovuto al notevole numero di richieste pervenute.

torna all'inizio del contenuto