Attualità

22 Febbraio 2018

Giù le luci per salvare l’ambiente.L’Agenzia risponde all’appello

Attualità

Giù le luci per salvare l’ambiente.
L’Agenzia risponde all’appello

L’edizione 2018 della giornata del risparmio energetico è dedicata alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi, perché, per non distruggere il pianeta, bisogna cambiare passo

immagine del volantino della manifestazione
Uffici al buio e dispositivi non indispensabili spenti dalle 18 di domani. L’Amministrazione finanziaria anche quest’anno non salta l’appuntamento con “M’illumino di meno” e aderisce, per l’undicesima volta, alla campagna di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile ideata e promossa dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio2.

Ma l’impegno dell’Agenzia delle entrate non si esaurisce in un giorno con la simbolica adesione all’iniziativa di Caterpillar. Sono molte, infatti, già da tempo, le scelte concrete messe in campo dall’amministrazione finanziaria per favorire uno stile di vita in armonia con l’ambiente e, quindi, del risparmio energetico.

Nelle mense aziendali, ad esempio, sono state messe al bando lattine e contenitori di plastica grazie ai distributori che erogano bevande a consumo libero, sistema che, tra l’altro, impatta sul trasporto e, di conseguenza, sull’inquinamento.
Meno rifiuti da smaltire, inoltre, con i refrigeratori di acqua di rete microfiltrata installati in alcuni uffici, offerti gratuitamente nell’ambito del servizio di installazione e gestione dei distributori automatici di bevande e snack.

Risparmio energetico e tutela del pianeta anche nelle attività svolte dagli uffici. Largamente diffuse, ormai, le stampanti in uso a più postazioni e non più al singolo funzionario e al via la sperimentazione di apparecchi multifunzione condivisi da circa 5 stanze e cioè da almeno 20 persone.
Inoltre, con l’attivazione dell’Opzione Verde delle Convenzioni Consip Energia Elettrica, l’energia utilizzata all’interno delle strutture è prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

L’edizione 2018 di “M’illumino di meno” è dedicato alla mobilità sostenibile, al gusto del camminare. Anche in questo campo, l’Agenzia ha dato il suo contributo, invitando i dipendenti a lasciare il più possibile le “quattro” ruote per fare “quattro” passi oppure a prendere i mezzi pubblici. Un consiglio che si concretizza, tra l’altro, con una classifica pubblicata sulla intranet, che premierà i dipendenti con il più alto numero di passi nel corso della giornata, monitorati attraverso specifiche app per smartphone.
 

pubblicato Giovedì 22 Febbraio 2018

Condividi su:
Giù le luci per salvare l’ambiente.L’Agenzia risponde all’appello

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Investimenti in beni strumentali, tutti i chiarimenti delle Entrate

Per gli investimenti che danno accesso al credito d’imposta effettuati dal 16 novembre 2020 (data di decorrenza della nuova disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2021) al 31 dicembre 2020 (termine finale delle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2020), o al 30 giugno 2021 nel caso degli investimenti “prenotati”, cioè con ordine accettato dal venditore e avvenuto pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro la data del 31 dicembre 2020, gli effetti del nuovo regime sono anticipati, senza attendere il 31 dicembre 2020, termine naturale delle precedenti misure.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Importazioni e cessioni senza Iva per contrastare il Covid-19

Le modifiche al regime agevolativo per l’importazione in esenzione da Iva e dazi degli strumenti necessari a prevenire e ostacolare la pandemia non hanno mutato la ratio e le finalità della misura.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Dispositivo cardiaco con monitor, Kit unico con aliquota Iva al 4%

Con la risposta n. 504 del 23 luglio 2021 l’Agenzia delle entrate fornisce dei chiarimenti a una società che commercializza dispositivi medici contro i disturbi cardiovascolari, in merito all’aliquota Iva applicabile alle cessioni dei dispositivi per il monitoraggio da remoto acquistati in un Paese Ue e rivenduti sul territorio nazionale.

Normativa e prassi 23 Luglio 2021

Senza Iva le cessioni di gasolio da un deposito fiscale a un altro

Con la risposta n. 506 del 23 luglio 2021 l’Agenzia chiarisce che il trasferimento da un deposito fiscale a un altro deposito fiscale, in regime di accisa sospesa, di carburanti identificati con determinati codici di nomenclatura doganali (27101245, 27101249, 27101943, 27102011) regolarmente utilizzabili per motori autotrazione rientra sempre nell’ambito applicativo della disciplina di cui all’articolo 1, commi 937-939 della legge di bilancio 2018 (la n.

torna all'inizio del contenuto