Attualità

9 Febbraio 2018

Zona franca sisma Centro Italia:ok a un nuovo elenco di beneficiari

Attualità

Zona franca sisma Centro Italia:
ok a un nuovo elenco di beneficiari

Approvato con il decreto del 29 gennaio 2018, integra quello già pubblicato lo scorso 7 dicembre. Lo fa sapere il ministero dello Sviluppo economico con un proprio comunicato

Zona franca sisma Centro Italia:|ok a un nuovo elenco di beneficiari
Il ministero dello Sviluppo economico, con un comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, rende noto che è stato approvato un nuovo elenco di imprese e  di  titolari  di  reddito da lavoro autonomo ammessi a beneficiare delle agevolazioni previste per la zona franca urbana istituita nei comuni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dal terremoto nel 2016 e nel 2017 (articolo 46, Dl 50/2017).
 
Il nuovo elenco, adottato con il decreto direttoriale 29 gennaio 2018, è contenuto nell’allegato 2b del provvedimento e integra quello riportato nell’allegato 2 del precedente decreto direttoriale 7 dicembre 2017.
 
Per avere ulteriori informazioni sulla zona franca urbana è possibile consultare la specifica sezione del sito del Mise. Si rinvia anche ai seguenti articoli già pubblicati su questa rivista:

pubblicato Venerdì 9 Febbraio 2018

Condividi su:
Zona franca sisma Centro Italia:ok a un nuovo elenco di beneficiari

Ultimi articoli

Attualità 30 Gennaio 2023

Tempi stretti per le spese sanitarie del secondo semestre 2022

Strutture e operatori sanitari, medici, farmacie e veterinari non possono più rimandare.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

“Tregua fiscale”, l’Agenzia delinea il perimetro applicativo

Dopo la circolare n. 1/2023 con la quale l’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi alla definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni (vedi articolo “Definizione degli avvisi bonari, tutte le novità sulla misura di favore”), con la circolare n.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Versione finale per il 770/2023 e specifiche tecniche per l’Iva

Con due distinti provvedimenti del 27 gennaio 2023, siglati dal direttore dell’Agenzia, sono approvati, in via definitiva, il modello 770, che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per comunicare i dati relativi alle ritenute operate nel 2022, e le specifiche tecniche, che consentiranno l’invio delle dichiarazioni Iva e Iva base, già approvate lo scorso 13 gennaio (vedi articolo “Modelli Iva e Iva base 2023: on line insieme alle istruzioni”).

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Pensione di invalidità australiana a italiano: è esentasse ovunque

La “Disability support pension” erogata dall’amministrazione australiana a un contribuente in possesso sia della doppia cittadinanza sia della doppia residenza italiana e australiana, vista la natura assistenziale dell’emolumento, non è imponibile nel Paese d’oltreoceano e nemmeno in Italia.

torna all'inizio del contenuto