Attualità

2 Febbraio 2018

Ancora per posta elettronicafalse comunicazioni del Fisco

Attualità

Ancora per posta elettronica
false comunicazioni del Fisco

Diffusissimi i tentativi di truffa in rete e molto frequenti quelli che utilizzano i tributi. Gli ultimi sono di questi giorni e riguardano mail “trappola” da cestinare immediatamente

Ancora per posta elettronica|false comunicazioni del Fisco

Un nuovo alert per i contribuenti: molti cittadini stanno ricevendo delle e-mail apparentemente a firma Agenzia Entrate o AGENZIA ENTRATE GOV. Poche parole e un oggetto molto generico, come “Acconti” o “F24 ACCONTI”. Non provengono dall’Amministrazione finanziaria e contengono un collegamento a una pagina che fa scaricare un programma malevolo.
Si tratta del solito trucco per carpire informazioni riservate approfittando dell’argomento di sicuro interesse, che può portare ad aprire il messaggio senza prima valutarne l’effettiva attendibilità. 
 
L’Agenzia, oltre a dichiararsi del tutto estranea a tali comunicazioni, raccomanda ai destinatari di non tenerne conto e di eliminarle direttamente senza utilizzare i link in esse riportate.

pubblicato Venerdì 2 Febbraio 2018

Condividi su:
Ancora per posta elettronicafalse comunicazioni del Fisco

Ultimi articoli

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Contributo a discoteche e sale da ballo, istanze a partire dal 6 giugno

Tutto pronto per il contributo a fondo perduto a favore dei gestori di “Discoteche, sale da ballo, night club e simili” previsto Sostegni-ter (articolo 1, comma 1, Dl n.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Tax credit beni strumentali nuovi, collaudo senza riferimenti normativi

Le fatture e i documenti di trasporto e gli altri documenti comprovanti l’acquisto di un bene che consente di accedere al bonus “beni strumentali nuovi” devono contenere l’indicazione delle disposizioni che disciplinano l’agevolazione.

Normativa e prassi 18 Maggio 2022

Locazione di alberghi: ok alla rivalutazione gratuita

Con la risposta n. 269 del 18 maggio 2022, l’Agenzia ha chiarito che la disciplina agevolativa dettata dall’articolo 6-bis del Dl n.

Attualità 18 Maggio 2022

In porto il “decreto Ucraina-bis”. Le modifiche votate dal Parlamento

Art. 1-bis (nuovo)Disposizioni in materia di accisa e di Iva sui carburanti Riprodotto il contenuto dell’articolo 1 dell’abrogato Dl 38/2022, che, considerati i perduranti effetti economici derivanti dall’eccezionale rialzo dei prezzi dei prodotti energetici, conferma fino all’8 luglio 2022 l’azzeramento dell’accisa sul gas naturale usato per autotrazione, la riduzione al 5% dell’Iva sul gas naturale usato per autotrazione e la riduzione dell’accisa sui carburanti.

torna all'inizio del contenuto