Normativa e prassi

5 Gennaio 2018

Una coppia di causali contributoper finanziare due enti bilaterali

Normativa e prassi

Una coppia di causali contributo
per finanziare due enti bilaterali

Affinché le somme finiscano nelle casse dei legittimi destinatari, le sigle devono essere riportate nella sezione Inps del modello di pagamento, insieme al codice sede e alla matricola

Una coppia di causali contributo|per finanziare due enti bilaterali
A inaugurare i documenti di prassi 2018 dell’Agenzia delle entrate è la causale contributo Enab, istituita con la risoluzione 1/E del 5 gennaio 2018, su richiesta dell’Inps, per la riscossione, tramite modello F24, dei contributi diretti al finanziamentio dell’Ente nazionale autonomo bilaterale “Enab. Imprese”.
 
Invece con la risoluzione 3/E dello stesso giorno arriva la causale contributo Ebis. La sigla, in questo caso, deve essere indicata nel modello di pagamento per destinare gli importi all’Ente bilaterale nazionale degli impianti e attività sportive profit e non profit “EbiSport”.
 
Ecco le istruzioni per la compilazione del modello F24:

  • le causali devono essere riportate nel campo “causale contributo” della sezione Inps, in corrispondenza, esclusivamente, della colonna “importi a debito versati
  • nella stessa sezione, inoltre, devono essere indicati, negli appositi campi, il codice della sede Inps competente e la matricola Inps dell’azienda
  • nel campo “periodo di riferimento“, invece, all’interno della colonna “da mm/aaaa” devono essere indicati il mese e l’anno a cui si riferisce il contributo versato, mentre la colonna “a mm/aaaa” non deve essere compilata.

pubblicato Venerdì 5 Gennaio 2018

Condividi su:
Una coppia di causali contributoper finanziare due enti bilaterali

Ultimi articoli

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

“Tregua fiscale”, l’Agenzia delinea il perimetro applicativo

Dopo la circolare n. 1/2023 con la quale l’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti relativi alla definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni (vedi articolo “Definizione degli avvisi bonari, tutte le novità sulla misura di favore”), con la circolare n.

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Versione finale per il 770/2023 e specifiche tecniche per l’Iva

Con due distinti provvedimenti del 27 gennaio 2023, siglati dal direttore dell’Agenzia, sono approvati, in via definitiva, il modello 770, che i sostituti d’imposta dovranno utilizzare per comunicare i dati relativi alle ritenute operate nel 2022, e le specifiche tecniche, che consentiranno l’invio delle dichiarazioni Iva e Iva base, già approvate lo scorso 13 gennaio (vedi articolo “Modelli Iva e Iva base 2023: on line insieme alle istruzioni”).

Normativa e prassi 27 Gennaio 2023

Pensione di invalidità australiana a italiano: è esentasse ovunque

La “Disability support pension” erogata dall’amministrazione australiana a un contribuente in possesso sia della doppia cittadinanza sia della doppia residenza italiana e australiana, vista la natura assistenziale dell’emolumento, non è imponibile nel Paese d’oltreoceano e nemmeno in Italia.

Attualità 27 Gennaio 2023

Aiuti di Stato emergenza Covid: una nuova faq sull’attestazione

La sezione Faq, riguardante il tema dell’“Autodichiarazione requisiti “Temporary framework”, si arricchisce di un nuovo chiarimento in risposta a una domanda (vedi articolo “Autodichiarazione aiuti di Stato Covid, aggiornate le Faq dell’Agenzia”).

torna all'inizio del contenuto