Normativa e prassi

6 Dicembre 2017

È “Fast” la causale contributodedicata agli operatori al turismo

Normativa e prassi

È “Fast” la causale contributo
dedicata agli operatori al turismo

Richiesta dall’Istituto nazionale della previdenza sociale dovrà essere utilizzata dai datori di lavoro che la riporteranno nella sezione Inps della delega di pagamento unificato

È “Fast” la causale contributo|dedicata agli operatori al turismo
I contributi destinati al finanziamento del Fondo per i dipendenti da aziende del settore turismo guadagnano la specifica causale da indicare nel modello F24, attraverso il quale, passando per l’Inps, si formalizza ufficialmente la riscossione. Il suo nome è “Fast” ed è stata istituita con la risoluzione n. 148/E del 6 dicembre 2017.
 
Frutto, come le altre, della convenzione stipulata nel 2008 (e più volte rinnovata) tra Agenzia delle entrate e Istituto nazionale della previdenza sociale, relativa alla regolamentazione del servizio di riscossione dei contributi spettanti all’Istituto, la nuova causale trova posto nella sezione “Inps” dell’F24, dove l’accoglie l’omonimo campo “causale contributo”, in corrispondenza degli “importi a debito versati”.
All’interno della stessa sezione, negli appositi spazi, vanno riportati, inoltre, il codice della sede Inps competente, la matricola Inps dell’azienda. Infine, nel “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo.

pubblicato Mercoledì 6 Dicembre 2017

È “Fast” la causale contributodedicata agli operatori al turismo

Ultimi articoli

Normativa e prassi 21 Maggio 2024

Niente credito d’imposta 4.0 se l’investimento non è una novità

Non può fruire del credito d’imposta 4.0 (articolo 1, commi da 1051 a 1063, del Bilancio 2021), per l’acquisto di un bene strumentale, la società che ha già utilizzato tale bene (nello specifico, un impianto) precedentemente all’acquisto, in base a un contratto di noleggio, senza soluzione di continuità.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

Mutui ipotecari per abitazioni, nel 2023 flessione generalizzata

È da oggi disponibile online sul sito dell’Agenzia delle entrate, il Rapporto Residenziale 2024, la pubblicazione dell’Osservatorio del mercato immobiliare che analizza l’andamento del compravendite delle abitazioni nel 2023.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

Mercato delle locazioni residenziali, i dati 2023 nel nuovo rapporto Omi

Nella sezione relativa alle pubblicazioni dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate è disponibile da oggi, l’ultimo Rapporto immobiliare annuale relativo al mercato degli immobili residenziali.

Dati e statistiche 21 Maggio 2024

La fotografia dell’Omi sul mercato della casa 2023

Gli italiani hanno comprato meno case nel 2023, quasi 76mila in meno del 2022.

torna all'inizio del contenuto