Attualità

11 Maggio 2017

Redditi Pf e Studi di settore:pronti i software, via con il mouse

Attualità

Redditi Pf e Studi di settore:
pronti i software, via con il mouse

Grazie alla tecnologia di distribuzione dei programmi basati su Java, i prodotti informatici possono essere fruiti direttamente dal web senza alcuna complessa installazione

Redditi Pf e Studi di settore:|pronti i software, via con il mouse
In rete quattro attesi pacchetti informatici che consentono, rispettivamente, di compilare e poi verificare il modello Redditi Pf 2017, di calcolare la congruità, per i 193 studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2016 ed evidenziare le eventuali anomalie o incongruenze riscontrate, attraverso appositi messaggi di errore.
 
Cominciamo per ordine, partendo dai software di compilazione: “RedditiOnLine Pf 2017” e “Gerico 2017”.
Il primo permette la compilazione dell’omonima dichiarazione dei redditi e, inoltre, crea anche il relativo file da trasmettere telematicamente e il modello di versamento F24. Per i contribuenti accreditati a Fisconline o a Entratel, che effettuano il download direttamente dall’applicazione web dedicata alla precompilata, esiste la possibilità di scaricare anche i dati della dichiarazione già inseriti dall’Agenzia delle Entrate. In particolare, per la preparazione del modello, gli utenti registrati a Fisconline devono utilizzare l’applicazione “Desktop telematico” prelevabile nella sezione “Software” del sito.
Il secondo consente il calcolo della congruità, tenuto conto della normalità economica, della coerenza economica e dell’effetto dei correttivi “crisi”, per i 193 studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2016. L’Applicativo, infatti, è aggiornato con i correttivi crisi approvati dalla Commissione degli Esperti per gli studi di settore.
 
Per quanto riguarda invece i due software di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati e le indicazioni fornite dalle specifiche tecniche e dalla circolare dei controlli.
In particolare, la “procedura di controllo studi di settore/parametri” è necessaria per verificare le dichiarazioni Redditi 2017 contenenti gli allegati relativi agli studi di settore e ai parametri. Per le dichiarazioni che ne sono prive basta installare la sola “procedura di controllo dichiarazioni”.

pubblicato Giovedì 11 Maggio 2017

Redditi Pf e Studi di settore:pronti i software, via con il mouse

Ultimi articoli

Normativa e prassi 23 Aprile 2024

Regime premiale per gli Isa 2023, pronte le regole di accesso

Si rinnova anche per il periodo d’imposta 2023 la possibilità di fruire di vantaggi e agevolazioni fiscali, per i contribuenti Isa che presentano elevati profili di affidabilità.

Attualità 23 Aprile 2024

Agenzia delle entrate-Riscossione, un webinar dedicato agli intermediari

Nei giorni scorsi si è svolto il webinar rivolto agli iscritti all’Istituto nazionale dei revisori legali (Inrl) sulle funzionalità operative dell’area riservata EquiPro e i relativi servizi maggiormente utilizzati, disponibile sul portale www.

Attualità 22 Aprile 2024

La nuova autotutela tributaria, tra l’obbligatoria e la facoltativa

Il decreto legislativo n. 219/2023 ha introdotto cambiamenti di grande rilevanza nell’ambito dell’autotutela tributaria, precedentemente disciplinata dal Dm 37/1997, ora abrogato.

Attualità 22 Aprile 2024

Da oggi attivi i nuovi numeri per il call center dell’Agenzia

Da oggi, lunedì 22 aprile, sono attivi i nuovi numeri per chiamare il call center dell’Agenzia delle entrate da cellulare e dall’estero.

torna all'inizio del contenuto