Normativa e prassi

14 Dicembre 2021

Doppia scadenza per le accise, su alcole e prodotti energetici

L’accisa su alcole etilico, bevande alcoliche e sui prodotti energetici diversi dal gas naturale, dal carbone, dalla lignite e dal coke e con riferimento alle immissioni in consumo effettuate dal 1° al 15 dicembre 2021, dovrà essere versata, con il modello F24, senza compensazione, entro il prossimo 20 dicembre.

La scadenza scivola di una settimana e slitta al 27 dicembre per i pagamenti effettuati direttamente presso la tesoreria dello Stato o tramite conto corrente postale o bonifico, bancario o postale a favore della tesoreria statale competente, o tramite la piattaforma digitale pagoPA.

È quanto stabilisce, per il 2021, il decreto Mef del 7 dicembre, etichettato “Fissazione delle modalità di pagamento dell’accisa su alcuni prodotti, relative alle immissioni in consumo avvenute nel periodo dal 1° al 15 dicembre 2021”, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il provvedimento prende le mosse da quanto previsto dall’articolo 3, comma 4, del Testo unico n. 504/1995, secondo cui i termini e le modalità di pagamento dell’accisa sono fissati con decreto del ministro dell’Economia e delle finanze. Fino all’adozione di tale Dm, restano fermi i termini e le modalità di pagamento contenuti nelle disposizioni previste per i singoli prodotti.

Condividi su:
Doppia scadenza per le accise, su alcole e prodotti energetici

Ultimi articoli

Attualità 24 Gennaio 2022

Assegno unico e revisione Irpef: le peculiarità delle due riforme

Il sistema tax-benefit italiano è stato interessato da due importanti riforme, la revisione dell’Irpef e l’introduzione dell’assegno unico e universale per i nuclei familiari con figli minori di 21 anni.

Attualità 24 Gennaio 2022

Il catasto guarda al futuro, in campo tecniche e metodi d’avanguardia

Il 30 settembre 2021 sono entrate in conservazione nuove mappe catastali del comune di Offagna, in provincia di Ancona, prodotte nell’ambito di una iniziativa progettuale di natura sperimentale per la formazione di nuova cartografia catastale.

Normativa e prassi 21 Gennaio 2022

L’esenzione “parziale” dalle imposte ammette la cooperativa al Superbonus

La cooperativa sociale, che riveste contemporaneamente la qualifica di cooperativa di produzione e lavoro, in linea di principio esente dalle imposte sui redditi, la quale ha assoggettato a tassazione la quota dell’utile destinato a riserva legale a partire dall’anno 2012, può accedere al Superbonus, in quanto esente solo parzialmente.

Normativa e prassi 21 Gennaio 2022

Valido il credito d’imposta locazioni per l’affitto del centro commerciale

Può fruire del “bonus affitti” la società che tramite un contratto di locazione stipulato con un Fondo, da lei partecipato, ha a disposizione un immobile sede di un centro commerciale.

torna all'inizio del contenuto