Normativa e prassi

3 Novembre 2021

Consultazione e acquisizione e-fatture, adesioni prorogate al 31 dicembre 2021

Più tempo per scegliere il servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche. La scadenza per le adesioni per gli operatori Iva e i consumatori finali inizialmente fissata al 30 settembre 2021 slitta al 31 dicembre 2021 (vedi articolo “Memorizzazione e-fatture, proroga al 30 settembre 2021”). Chi ha effettuato o effettuerà l’adesione nel periodo compreso tra il 1° ottobre e la nuova scadenza del 31 dicembre 2021 potrà continuare a consultare le fatture emesse e ricevute trasmesse al Sistema di interscambio a partire dal 1° gennaio 2019. A stabilirlo un provvedimento del 3 novembre 2021, siglato oggi dal direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini.

La proroga è stata stabilita a seguito delle difficoltà segnalate da operatori, associazioni di categoria e ordini professionali, dovute all’indisponibilità delle fatture pregresse e considerati gli adempimenti fiscali previsti per lo scorso mese di settembre, anche legati alle agevolazioni per i contribuenti colpiti dalla pandemia.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto il 30 settembre scorso è scaduto il termine per l’adesione al servizio consultazione e acquisizione delle e-fatture ed è quindi terminato il periodo “transitorio” in cui operatori e loro intermediari delegati potevano consultare, anche in assenza di adesione allo specifico servizio, la totalità delle fatture elettroniche trasmesse al Sistema di Interscambio a decorrere dal 1° gennaio 2019, data di inizio dell’obbligo della fatturazione elettronica.

Tenuto conto che, in assenza di adesione espressa entro il 30 settembre 2021, gli operatori economici possono consultare esclusivamente le fatture emesse e ricevute dal giorno successivo all’adesione e considerate le effettive complicazioni procedurali derivanti dall’impossibilità di avere la piena visualizzazione dei documenti, il provvedimento odierno dispone la riapertura fino al 31 dicembre 2021 del termine per aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici, dando la possibilità, per chi effettua l’adesione nel periodo compreso tra il 1° ottobre ed il 31 dicembre 2021, di accedere a tutte le fatture emesse e ricevute trasmesse al Sistema di interscambio a partire dal 1° gennaio 2019, e non solo a quelle trasmesse dal giorno successivo all’adesione. Gli operatori Iva possono comunicare l’adesione anche tramite un intermediario appositamente delegato al servizio di consultazione.

L’Agenzia delle entrate, ricordiamo, mette a disposizione dei contribuenti due diversi servizi, a cui si può accedere previa specifica adesione: un servizio gratuito di conservazione a norma delle fatture elettroniche, secondo quanto disposto dal decreto Mef 17 giugno 2014, e un servizio per la consultazione e l’acquisizione delle fatture elettroniche e dei loro duplicati informatici. I due servizi hanno finalità diverse e richiedono, ognuno, una specifica adesione: per evitare di incorrere nelle criticità che sono state rappresentate è fondamentale effettuare l’adesione al servizio di consultazione entro il 31 dicembre 2021.
Il servizio di consultazione, rammentiamo infine, prevede che le fatture elettroniche siano consultabili e scaricabili fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di ricezione da parte del Sdi.

Condividi su:
Consultazione e acquisizione e-fatture, adesioni prorogate al 31 dicembre 2021

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Bonus edilizi e Superbonus, il punto su visto di conformità e asseverazione

Con la circolare del n. 16/E, firmata oggi, 29 novembre 2021, dal direttore Ruffini, l’Agenzia delle entrate, a pochi giorni dalla pubblicazione delle Faq (vedi articolo “Decreto “Antifrodi” sui bonus edilizi, le risposte ai dubbi dei contribuenti”), fornisce ulteriori chiarimenti a contribuenti e operatori sull’applicazione del decreto “Antifrodi” (il Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cpf “discoteche”, tutto pronto, dal 2 dicembre il via alle istanze

Con la firma del provvedimento del 29 novembre 2021, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, porta ad attuazione l’articolo 2 del decreto “Sostegni-bis” (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cfp perequativo del “Sostegni-bis”: istanze a partire da oggi, 29 novembre

Via libera al contributo a fondo perduto “perequativo”, l’ulteriore aiuto di Stato per gli operatori economici danneggiati dall’emergenza Covid-2019, basato sull’intero peggioramento del risultato economico delle imprese, come previsto dal decreto Sostegni-bis (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Fondo pensione transfrontaliero: adesioni italiane senza sostitutiva

Un fondo pensione transfrontaliero, non residente in Italia e senza stabile organizzazione, istituito su iniziativa della Commissione europea, che opera a livello cross-border raccogliendo adesioni su base collettiva anche in Italia, non dovrà applicare l’imposta sostitutiva del 20% sul risultato netto di gestione (articolo 17 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto