Attualità

22 Ottobre 2021

Rottamazione, pagamenti, rate: le Faq sul sito di Riscossione

Pubblicate sul sito di Agenzia entrate-Riscossione, le Faq con alcuni chiarimenti sul set di misure di favore introdotte dal decreto fiscale (Dl n. 146/2021) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 252 di ieri, 21 ottobre 2021. Le novità, in tema di riscossione, riguardano le cartelle di pagamento, “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio.
Tempi più lunghi per il pagamento delle cartelle notificate dall’agente della riscossione tra il 1° settembre e il 31 dicembre 2021 e una nuova opportunità per i contribuenti che hanno perso il beneficio della “rottamazione-ter” o del “saldo e stralcio” per non aver rispettato i nuovi termini di pagamento delle rate 2020 che erano stati introdotti dal decreto “Sostegni-bis”. Previsti inoltre margini più ampi per non decadere da una rateizzazione che era già in corso alla data dell’8 marzo 2020 ovvero, prima dell’inizio del periodo di sospensione dovuto all’emergenza Covid-19.
Riassumiamo i principali chiarimenti contenuti nelle Faq pubblicate sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Cinque mesi per pagare le cartelle
Più tempo per pagare le cartelle notificate tra il 1° settembre e il 31 dicembre 2021. Il decreto fiscale, infatti, introduce l’estensione dei termini di pagamento, da 60 a 150 giorni (5 mesi), delle cartelle notificate dall’Agenzia delle entrate-Riscossione tra settembre e dicembre 2021. In particolare, non saranno dovuti interessi di mora e l’agente della riscossione non potrà dar corso all’attività di recupero, fino allo scadere del termine di 150 giorni dalla notifica.

Rottamazione-ter e saldo e stralcio: nuova scadenza al 30 novembre 
Il decreto fiscale prevede la riammissione nei termini dei contribuenti decaduti dai provvedimenti agevolativi “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio” a seguito del mancato pagamento delle rate, originariamente previste nel 2020, e che avrebbero dovuto essere corrisposte entro il 31 luglio, 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre 2021. Nello specifico, quindi, per i contribuenti che hanno aderito alla “rottamazione-ter” e al “saldo e stralcio” e non hanno versato le rate del 2020 (slittate al 2021), saranno considerati tempestivi i pagamenti effettuati entro il 30 novembre 2021.
Inoltre, per il termine di pagamento al 30 novembre, sono ammessi i 5 giorni di tolleranza, le somme quindi potranno essere versate entro lunedì 6 dicembre 2021(il 5 dicembre cade di domenica e il termine è spostato automaticamente al primo giorno utile).

Rateizzazioni, decadenza estesa a 18 rate
Per i piani di rateizzazione che erano in corso all’8 marzo 2020 (inizio del periodo di sospensione delle attività di riscossione conseguente all’emergenza Covid-19), è prevista l’estensione da 10 a 18 del numero di rate anche non consecutive che, in caso di mancato pagamento, determinano la decadenza della dilazione (per i soggetti con residenza, sede legale o la sede operativa nei comuni della “zona rossa” la sospensione decorre dal 21 febbraio 2020). Per consentire agli interessati di avvalersi della nuova agevolazione, viene differito dal 30 settembre al 31 ottobre 2021 il termine per pagare le rate che erano in scadenza nel periodo di sospensione delle attività di riscossione (quelle cioè in scadenza dall’8 marzo 2020 al 31 agosto 2021).  Per le rateizzazioni concesse dopo l’8 marzo 2020 e per quelle relative a richieste già presentate o che verranno presentate fino al 31 dicembre 2021, la decadenza si determina nel caso di mancato pagamento di 10 rate, mentre per le rateizzazioni richieste a partire dal 1° gennaio 2022, come ordinariamente previsto, la decadenza si verificherà dopo il mancato pagamento di 5 rate.

Link alle faq

Condividi su:
Rottamazione, pagamenti, rate: le Faq sul sito di Riscossione

Ultimi articoli

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Bonus edilizi e Superbonus, il punto su visto di conformità e asseverazione

Con la circolare del n. 16/E, firmata oggi, 29 novembre 2021, dal direttore Ruffini, l’Agenzia delle entrate, a pochi giorni dalla pubblicazione delle Faq (vedi articolo “Decreto “Antifrodi” sui bonus edilizi, le risposte ai dubbi dei contribuenti”), fornisce ulteriori chiarimenti a contribuenti e operatori sull’applicazione del decreto “Antifrodi” (il Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cpf “discoteche”, tutto pronto, dal 2 dicembre il via alle istanze

Con la firma del provvedimento del 29 novembre 2021, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, porta ad attuazione l’articolo 2 del decreto “Sostegni-bis” (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Cfp perequativo del “Sostegni-bis”: istanze a partire da oggi, 29 novembre

Via libera al contributo a fondo perduto “perequativo”, l’ulteriore aiuto di Stato per gli operatori economici danneggiati dall’emergenza Covid-2019, basato sull’intero peggioramento del risultato economico delle imprese, come previsto dal decreto Sostegni-bis (Dl n.

Normativa e prassi 29 Novembre 2021

Fondo pensione transfrontaliero: adesioni italiane senza sostitutiva

Un fondo pensione transfrontaliero, non residente in Italia e senza stabile organizzazione, istituito su iniziativa della Commissione europea, che opera a livello cross-border raccogliendo adesioni su base collettiva anche in Italia, non dovrà applicare l’imposta sostitutiva del 20% sul risultato netto di gestione (articolo 17 del Dlgs n.

torna all'inizio del contenuto