Attualità

5 Agosto 2021

I nuovi servizi online dell’Agenzia, in un flyer tutte le informazioni

Disponibili in un flyer nuovo di zecca “Consegna documenti e Richiesta certificati di attribuzione codice fiscale e partita Iva”, online nella sezione del sito istituzionale “Depliant e infografica”, le informazioni essenziali per accedere ai due nuovi servizi web dell’Agenzia delle entrate. Le funzionalità sono disponibili all’interno dell’area riservata, basta seguire il percorso “Servizi > Istanze > Istanze e certificati”.

Vediamo di cosa si tratta.

Consegna documenti e istanze
Il nuovo servizio web, semplice e intuitivo, consente agli utenti abilitati di consegnare documenti e istanze in modalità telematica e ottenere la ricevuta di protocollazione, senza doversi recare fisicamente allo sportello.
Il servizio “Consegna documenti e istanze” può essere utilizzato in tutti quei casi in cui la normativa o i provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle entrate non prevedono una specifica modalità di presentazione, trasmissione o comunicazione, sia per consegnare documentazione su richiesta dell’Agenzia, sia per consegnare istanze di propria iniziativa.

La funzionalità non si può utilizzare, ad esempio, per:
– conferire la delega di accesso al Cassetto fiscale o all’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica
– comunicare l’Iban per l’accredito dei rimborsi fiscali o dei contributi a fondo perduto
– presentare istanza di interpello.
Prima di accedere, è bene verificare se esiste già un’apposita funzionalità telematica per usufruire del servizio che interessa.

Può richiedere il servizio chi possiede una delle credenziali di accesso all’area riservata del sito dell’Agenzia per fruire dei servizi telematici: Spid (Sistema per l’identità digitale), CIE (Carta d’identità elettronica), CNS (Carta nazionale dei servizi) o Fisconline/Entratel, fino a quando saranno utilizzabili.

Inoltre, è possibile consegnare documenti anche per conto di un’altra persona, o meglio:
– se si accede per conto del coniuge, di un parente o di un affine, bisogna compilare e firmare una dichiarazione sostitutiva (da allegare nella sezione “Upload” insieme alla procura compilata e firmata)
– se si accede come “erede o tutore”, va compilata, firmata e allegata, nella sezione “Upload”, la specifica dichiarazione sostitutiva
– se si accede come “delegato”, è necessario allegare, nella sezione “Upload”, la procura compilata e firmata.
Ciascuno dei file da allegare non può avere dimensioni superiori a 20 mb.
In caso di esito positivo dell’invio, l’utente riceve, tramite sms o e-mail, una “ricevuta di consegna” con il numero di protocollo. In caso di esito negativo riceve, invece, una “ricevuta di scarto”, sempre tramite sms o e-mail.

Richiesta certificati di attribuzione codice fiscale e partita Iva
Senza bisogno di recarsi in ufficio, all’interno dell’area riservata, nella nuova sezione web “Certificati”, l’utente abilitato, in possesso di credenziali Spid, Cie o Cns, può richiedere il certificato di attribuzione del codice fiscale e della partita Iva.
I certificati attestano l’esistenza di un codice fiscale o di una partita Iva e i dati anagrafici associati registrati in Anagrafe Tributaria.
Attraverso la nuova funzionalità vengono rilasciati in pochi minuti, sia in formato originale che in copia conforme, da stampare o esibire e conservare.

Condividi su:
I nuovi servizi online dell’Agenzia, in un flyer tutte le informazioni

Ultimi articoli

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Rilascio obbligatorio delle frequenze, l’indennizzo è contributo in c/capitale

Con la risposta n. 427 del 12 agosto 2022, l’Agenzia chiarisce che il contributo percepito nell’anno corrente dalla società e previsto ex lege per la rottamazione obbligatoria delle frequenze inerenti al servizio televisivo digitale terrestre va qualificato come sopravvenienza attiva e, essendo ricompreso nell’articolo 88, comma 3, lettera b) del Tuir, concorre alla determinazione del reddito nell’esercizio in cui è stato incassato e nei successivi, ma non oltre il quarto.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Il riaddebito del Bollo al cliente è parte integrante del compenso

L’imposta di bollo addebitata in fattura è assimilabile ai ricavi e ai compensi e concorre alla determinazione forfettaria del reddito soggetto a imposta sostitutiva ed è, quindi, rilevante ai fini della tassazione.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Credito d’imposta “affitti”, ok anche dopo il 30 giugno 2022

Con la risposta n. 426 del 12 agosto 2022, l’Agenzia delle entrate chiarisce che, al ricorrere dei requisiti richiesti dalla norma, per i periodi oggetto di agevolazione, è possibile fruire del credito per canoni di locazione ad uso non abitativo ed affitto d’azienda, con riferimento alle mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto 2022, in considerazione delle prospettabili difficoltà interpretative della misura di sostegno individuate in sede europea.

Normativa e prassi 12 Agosto 2022

Investimenti pubblicitari, il bonus non ammette la presenza di “terzi”

Non sono agevolabili le spese per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie effettuate sui mezzi di informazione (quotidiani, periodici ed emittenti televisive e radiofoniche locali) operate indirettamente, ossia tramite i servizi prestati da terzi.

torna all'inizio del contenuto